1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Kio

    Kio Nuovo Iscritto

    Una cartella esattoriale inps notificata regolarmene e mai impugnata va in prescrizione dopo 5 o 10 anni? Le sanzioni e gli interessi contenuti in essa vanno in prescrizione dopo 5 o 10 anni? Ci sono diverse opinioni e sentenze della Corte di Cassazione se qualcuno sa darmi una risposta certa grazie.
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Le contribuzioni di previdenza e di assistenza sociale obbligatoria si prescrivono in cinque anni.
    Così dispone l'art. 3 comma 9 legge 335/95.

    Tuttavia, se sono stati posti in essere atti interruttivi della prescrizione, o iniziate procedure di recupero, prima del 1 gennaio 1996, allora il termine di prescrizione è di dieci anni.

    Questo significa che se l'INPS ti ha richiesto il pagamento o comunque tu hai ammesso il debito prima del 1 gennaio 1996, allora il termine di prescrizione è di dieci anni.

    Egualmente di dieci anni è il termine di prescrizione se c'è stata denuncia da parte del lavoratore dipendente ed a questa ha fatto seguito un atto interruttivo da parte dell'INPS.

    Per quanto concerne i cotributi dovuti da artigiani, commercianti e lavoratori autonomi, con il c.d. decreto Bersani del 2006 il termine di prescrizione è stato prorogato fino al 31 dicembre 2007.

    Per quanto riguarda le somme aggiuntive dovute per omesso, insufficiente o ritardato versamento, la prescrizione è decennale. Ed infatti, secondo la Cassazione n. 18148/06, tali somme non hanno natura giuridica di contributo, ma di sanzione e pertanto ad esse non si applica il disposto di cui all'art. 3 comma 9 legge 335/95. Tale principio è applicabile anche alle contribuzioni dovute dai professionisti, come statuito da Corte di Cassazione n. 14864/11.

    Questo significa che se ricevi una cartella di pagamento con la quale ti si chiede di versare tanto i contributi, quanto delle somme aggiuntive, tieni sempre in considerazione che per i primi la prescrizione è quinquennale, mentre per le seconde è decennale.
    saluti
    jerry48
     
    A Alessia Buschi piace questo elemento.
  3. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La riscossione dei contributi è affidata a Equitalia, di cui Inps è azionista, a cui non mancano gli artigli.
    Se sei registrata al sito INPS ( se non l'hai fatto, ti consioglio di farlo) puoi verificare la tua posizione (all'interno di Servizi per il Cittadino" ) con Equitalia. Tale posizione mostra in dettaglio tutte le Cartelle a te intestate (pagate, non pagate e sospese) emesse negli ultimi 10 anni.
    Io consiglierei a tutti di registrarsi per avere una maggiore tranquillità. Potreste scoprire (vi auguro che non succeda mai) che risulti una cartella di cui non siete mai venuti a conoscenza!
    Io no ho niente in sospeso ma periodicamente faccio un controllo.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina