• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

rospan

Membro Attivo
Proprietario Casa
Salve a tutti, illustro i fatti:
- il g.3/7 c.a. si tiene riunione di palazzina ( nel condominio ve ne sono 4) per deliberare su lavori inerenti caduta cornicioni ed intonaco nella mia proprietà .
- l’amministratrice fa solo da prestanome, in quanto agiscono in tutto e per tutti i di lei genitori ( tutti sanno ma nessuno eccepisce)
- i di lei genitori, quindi già delegati, si presentano con deleghe di due condomini( deleghe su deleghe)
- gli stessi soggetti portano direttamente un preventivo.
- si deliberano gg 5 per presentare altri preventivo
- presento preventivo
- un condomino( presente in assemblea e che ricopre la parte del boss mafioso) presenta altro preventivo ma oltre i 5 gg
- replico con pec, individuando mala gestio da parte dell amm.ce p.t. e sue responsabilità civili nel non far rispettare la delibera.
- passano altri 6 gg di silenzio.....
- il 18/7 alle 20.00 mi giunge pec in cui si dichiara che altro condomino non presente in assemblea, avrebbe ritirato il verbale il g.12 è presentato suo preventivo il 18.
Trovo tutto ciò scorretto.....
Premetto che la precedente assemblea è stata da me impugnata per vizi sostanziali che sono presenti anche in quest ultima( non esistono i millesimi) ma non posso spendere 400,00 per impugnare ogni assemblea.....
Siete concordi con il fatto che un condomino non presente non possa appellarsi al fatto che non c era in assemblea, per presentare preventivo ben oltre il termine perentorio stabilito in delibera?
Grazie per L attenzione
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Evidentemente i termini per la presentazione dei preventivi dovevano essere perentori, per cui quelli pervenuti fuori termine devono essere esclusi.
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
si deliberano gg 5 per presentare altri preventivo
Strana delibera; non è facile in 5 giorni trovare un'impresa che viene a fare sopralluogo e prepara preventivo cosi in fretta .
Siete concordi con il fatto che un condomino non presente non possa appellarsi al fatto che non c era in assemblea, per presentare preventivo ben oltre il termine perentorio stabilito in delibera?
Evidentemente, per permettere anche a chi non c'era di presentare preventivi, per gli assenti i 5 giorni partono dal ricevimento del verbale.
Anche se onestamente non capisco cosa importa quanti giorni passano, visto che comunque il preventivo da utilizzare va poi scelto in assemblea apposita.

i di lei genitori, quindi già delegati, si presentano con deleghe di due condomini( deleghe su deleghe)
???
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Se ci sono dei termini, vanno rispettati. Altrimenti può sorgere il dubbio che si sia voluto favorire.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Siete concordi con il fatto che un condomino non presente non possa appellarsi al fatto che non c era in assemblea, per presentare preventivo ben oltre il termine perentorio stabilito in delibera?
Siete un Condominio e non una Pubblica Amministrazione con necessità di indire gare d'appalto rispettose delle Leggi.

Non vi è alcuna "irregolarità" nel presentare preventivi anche il giorno stesso in cui si delibera.

Nel tuo resoconto c'è un particolare che già @Franci63 ha rilevato: un amministratore non può "delegare" salvo tutti accettino il sostituto e per problemi veri e fortuiti.
Se il sostituto si presenta in nome dell'amministratore comunque non può essere al contempo delegato di altro condomino (proprietario).
Quanto ai "costi" che devi sopportare ...taglia la testa al toro: cambia casa e comprati una singola.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
D'accordo con tutti, ma se si è stabilito un termine, perché non rispettarlo? I dubbi sono sempre tanti quando non si rispettano gli accordi.
 

rospan

Membro Attivo
Proprietario Casa
Buste, aperte o chiuse, non ce ne sono.......
Nessuna assemblea che scelga il preventivo....
L’amministratrice( prestanome ai genitori) sceglie il più basso.....
Cose inaudite
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Aver stabilito un tempo così ristretto è stato un errore, ma è chiaro come ha suggerito Gianco che una ambigua gestione dei termini e delle funzioni si presta a "pilotare" la decisione finale. Se poi si aggiunge la presenza di figure dominanti sulla maggioranza, e amministratori conniventi , la minoranza finisce per subire anche se determinata a far rispettare le norme condominiali.
È l'effetto distorto della democrazia
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
Se poi si aggiunge la presenza di figure dominanti sulla maggioranza, e amministratori conniventi , la minoranza finisce per subire anche se determinata a far rispettare le norme condominiali.
È l'effetto distorto della democrazia
condivido.
ma se la minoranza è veramente determinata può ricorrere all'autorità giudiziaria per la "rimozione" dell'amministratore , se compie atti contrari al suo dovere.( per dirla in parole povere)
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Addio, se si entra in beghe giudiziarie la si finisce alle classiche calende greche con grosse perdite di tempo e di denaro. Io confido nel promesso: cambio di rotta.
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
secondo me se non incaricate in progettista di redigere il capitolato ed il computo dei lavori correte il rischio di paragonare le patate con le mele o se va bene, nell'ambito della stessa specie di mele ( perché si potrebbero paragonare le annurche con le fuji),mele di qualità A) con mele di qualità B). Poi il progettista potrebbe essere incaricato di fare il Direttore dei Lavori. Inoltre ci vuole il Cooordinatore della Sicurezza sia in fase di progettazione che di esecuzione dei lavori (sopratutto se si interviene sul cornicione del palazzo condominiale). Non dimenticarti che il committente dei lavori è il condominio se succede un infortunio sul lavoro il responsabile è il condominio. Per questo di solito il condominio nomina il Responsabile dei Lavori: abitualmente l'amministratore, altrimenti un altro soggetto in grado di assumere questa carica. Occhio che per certi infortuni c'è il penale. Il capitolato ed il computo va approvato dalla assemblea dei condomini i quali potrebbero anche "limare" (non fare eseguire) alcuni interventi.
5 giorni per presentare i preventivi sono pochi anche se si disponesse dei documenti che ho citato. Inoltre se nel verbale è scritto che tutti i condomini hanno la possibilità di presentare preventivi, la data entro la quale bisogna presentarli deve essere di un certo periodo dopo la ricezione dei verbali altrimenti si incorre in un possibile annullamento della delibera.
Tra l'altro l'assemblea dei decidere il criterio che verrà adottato per la scelta della impresa che redigerà il lavoro.
L'amministratore può anche non presenziare alla assemblea condominiale, però se c'è da discutere il bilancio consuntivo e preventivo la sua presenza è indispensabile.
Ricordati che l'assemblea la conduce il Presidente che detta al Segretario (entrambi nominati dalla assemblea) cosa scrivere sul verbale.
Diffida dalle assemblee tenute con il principio del "volemose bbene".
 

Antonio Abiuso

Membro Attivo
Proprietario Casa
Come al solito il post pecca di notevoli imprecisioni. Non si dice se l'amministratrice è pure condomina e/o lo sono i suoi genitori. Ad ogni modo: in caso negativo, cioè se costoro hanno agito non quali condomini ma solo nelle vesti di incaricati dall'amministratrice (cioè a nome e per conto della medesima in quanto tale e non condomina) non potevano essere portatori di deleghe condominiali in quanto vietato per legge (art.67 D.A. c.c.) ; sicché in tale ipotesi si configurerebbe un vizio radicale dell'assemblea passibile quindi di venire annullata.
Circa il deliberato margine di cinque giorni per la presentazione dei preventivi ci andrei cauto; di norma un termine del genere è soltanto indicativo (in senso tecnico: 'ordinatorio') e non 'perentorio', salvo che nella relativa delibera sia stato come tale espressamente qualificato.
A parte ciò condivido le opinioni dianzi manifestate sul fatto che, quando trattasi di decidere sulle spese comuni da affrontare, è sempre meglio valutare un preventivo in più che uno in meno.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho comprato una casa e nel giardino si trova un palo del Enel "morto", nel senso che nessun cavo elettrico è attaccato e secondo me nessun cavo era mai stato attaccato, il precedente proprietario non lo dava fastidio, ed io vorrei togliero ,
vorrei un consiglio a chi devo contattare per rimuoverlo,
al comune o al enel
grazie
Salve ho in comproprietà una strada privata i miei dirimpettai hanno l'accesso pedonale di servizio possono entrarci anche in macchina tengo a precisare che hanno il passo carrabile è l'ingresso principale con numero civico su altra strada
Alto