1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Mauro Forghieri

    Mauro Forghieri Nuovo Iscritto

    Buona sera a tutti.

    Chiedo gentilmente scusa se ho messo questo post nella sezione sbagliata, ma mi sembrava unica che centra qualcosa con il mio problema.
    Non sono proprietario di nessun immobile, ma cercando la risposta cosa sia il "saldo a stralcio" tra i primi risultati ho trovato le risposte esaustive a vari utenti.

    (non sono italiano, per ciò scusate i presunti errori gramatici)

    Allora: nel 2007 ho chiesto un prestito alla Prestitalia. Approvato, e il 14.01.08 mi hanno prestato 7986 € con cessione del quinto di 199€ al mese per 108 rate...totale 21.492€...:disappunto:
    Vincolato anche il mio TFR di 5300€ nel caso smetessi di pagare.
    Visto, che ho pagato regolarmente 60 rate e, avrei bisogno a causa di malatia che non so come finirà estinguere il finanziamento. Tra altro sto valutando anche il ritorno nela mio paese di origine (rep. Ceca) Ieri ho chiesto il conteggio di estinzione e, nel fra tempo vorrei informarmi come procedere. Voglio propore alla Prestitalia, visto che ho già restituito 11.940€ che si prende il mio TFR, ciò insieme fa 17.240€ e estingue il mio prestito.

    Mi potreste per favore consigliare come proporlo, che formulazioni usare, (la lingua burocratica non è il mio aggio) se accentuare la mia malatia e intenzione di abbandono Italia definitivo o no.
    Lo so, tante domande...:confuso:
    Grazie anticipate a chiunque va perdere tempo con mio problema.
     
  2. teofilatto

    teofilatto Membro Attivo

    Professionista
    mah, più che saldo e stralcio qui devi vedere se nel contratto che hai stipulato si prevede la chiusura anticipata del finanziamento, e se è così, a che condizioni.
    Saldo e stralcio per quanto so invece è una prassi che si usa per chiudere delle situazioni di debito in cui il creditore, pur di portare a casa dei soldi, accetta una somma inferiore al debito purchè sia pagata (cioè al pagamento, detto saldo, segue la cancellazione di parte del debito, cioè stralcio).
    altri comunque ti sapranno dire di più
     
  3. Mauro Forghieri

    Mauro Forghieri Nuovo Iscritto

    Grazie per la risposta. :)
    Io nel fra tempo ho già parlato via telefono con Prestitalia e, sono stati loro a dirmi che quando avrò in mano conto di estinzione, posso chiedere saldo e stralcio. Sulla mia domada, se è presumibile che verrà accolta la mia richiesta mi è stato detto, che dipenda dalla somma restante. Io, più che altro vorrei sapere o conoscere la forma e le formulazioni che dovrebbe avere la mia richiesta.
    Potrei accentuare la mia intenzione di trasferirmi al mio paese di origine, argomentando che voglio andare via con la tavola pulita?
     
  4. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ma come stanno le cose penso che quasi quasi ci sarebbe da valutare se è da considerare un prestito a livello di strozzinaggio e pertanto da denunciare se ho capito bene ti hanno prestato circa €8000 già ne hai restituiti quasi €12000 è cosi?
    Pertanto visto come ti hanno trattato e che a quanto hai fatto capire la vita con te non è stata giusta, perchè non esaudisci il tuo desiderio ritorna nella tua patria e non farti più sentire? sarà un suggerimento cattivo poco onesto ma non ti hanno trattato neanche loro con onestà :fiore:
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  5. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    prestito e usura

    Il problema è che ha garantito anche con il TFR fino alla concorrenza di oltre € 5.000,00, pertanto visto che sembra ricorrere il presupposto del reato di usura fai fare un calcolo degli interessi da un commercialista, e ove ricorra l'usura fai un esposto-querela.
    Detta procedura ti potrà permettere di bloccare qualsiasi ulteriore richiesta di pagamento ed eventualmente, a saldo e stralcio, di chiudere la pendenza con quanto hai già pagato, ovvero con 12.000,00 che mi smbra sia la giusta controprestazione.
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  6. Mauro Forghieri

    Mauro Forghieri Nuovo Iscritto

    chiacchia
    ...perchè non esaudisci il tuo desiderio ritorna nella tua patria e non farti più sentire? sarà un suggerimento cattivo poco onesto ma non ti hanno trattato neanche loro con onestà...

    Sai, è il primo pensiero che ti viene spontaneo, è ovvio. Sono tre cose che ci impediscono a farlo:
    1. non è il carattere che me lo permette
    2. nel mio paese vorrei trovarmi lavoro dove potrei sfruttare la padronanza della lingua italiana, se poi consiste anche viaggi sul territorio italiano, non vorrei avere dei problemi al primo controllo stradale profondo
    3. sistemi informatici di vari paesi sono sempre più conessi, per esempio CRIF cè anche da noi. E chi mi può garantire, che se io un giorno volessi un prestito o mutuo a casa mia, che non esce un debito nello CRIF italiano?

    Per questo vorrei chiuderlo nel modo legale e onesto. ;)
    Anche se per 8000€ prestati, restituire oltre 21.000€ è una rapina, no il prestito.

    Tu dici? Provo a farlo calcolare, mi piacerebbe se riuscissi salvare anche TFR maturato nel momento di prestito.(quei 5300€ )

    Ho dimenticato, una delle condizioni per il prestito era, di inoltrare le rate di TFR nella HDI Assicurazioni in fondo pensionistico. In questo momento dovrebbe esserci più di 7000€. Sarebbe pecato perdere anche questi.
     
  7. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Scusami caro amico ceco, ma dovresti adeguarti alla situazione bancaria italiana. Capisco i tuoi problemi di coscienza( e fino a qualche anno fa mi sarei comportato esattamente come te) ma considera che le banche italiane, ed in particolare le loro emanazioni indirette (consigliate dai funzionari bancari) non sono altro che delle associazioni a delinquere dedite allo strozzinaggio. Al tuo posto io andrei da Prestitalia con 990 Euro in contanti e direi " io sto rientrando nel mio paese e purtroppo a causa della mia malattia non posso dare altro, prendere o lasciare".
    Le Banche Italiane hanno nei loro Bilanci "insofferenze" ( crediti che non incasseranno mai) per MILIARDI DI EURO e pertanto il tuo debito
    è quasi irrilevante. Del resto hai già dimostrato di aver pagato con salati interessi quanto hai ricevuto in prestito.
    Non credo che si arriverà a promuovere un'azione di recupero crediti, simile al tuo, a livello internazionale.
    Molte banche "cartolarizzano" i crediti "inesigibili" cedendoli in blocco ad apposite società di recupero crediti: un credito che valeva 100 lo vendono a 1, 2 Euro. ...pertanto, se tu offri la cifra che ti ho consigliat, per la banca ( Prestitalia) sarà comunque un affare.
    Cecrca di difenderti da questi avvoltoi.
    Buona fortuna.
     
  8. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Scusa perchè 990 €uro? poi se deve fare questa cosa visto che sono avvoltoi sicuramente gli farebbero un'altro tranello conviene che si presenti con un contabile, anzi perchè non ti rivolgi all'unione consumatori? cosi si scontano leoni contro iene sai che battaglia.
    Comunque in tutto questo mi fa piacere una cosa per Mauro, per come aveva scritto avevo pensato ad una brutta malattia ma fortunatamente non è cosi :ok: vaiu all'unione consumatori io dopo due anni che non mi riparavano un TV l'unione senza spendere niente mi ha fatto avere la sostituzione :fiore:
     
  9. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Il tuo suggerimento è valido, ma più che con un contabile dovrebbe andare con un legale. Quì si tratta di preparare una bozza di risoluzione contrattuale dove debitore offre un importo forfettario a chiusura di ogni pendenza presente e futura ed il creditore rilascia una liberatoria. Hai detto bene, ci vuole una iena.
    L'importo di 990,00 Euro: perchè è inferiore a 1000, limite per le operazioni in contanti.Chiaramente il nostro amico non è un commerciante che può versare l'incasso di una attività commerciale, e può appellarsi alla (presunta) ignoranza in materia di regolamenti finanziari, avvalorata dal fatto di essere straniero.
    Io sono convinto che si possa transare.
     
  10. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    innanzitutto esprimo la mia solidarietà a Mauro Forghieri.
    Lui dice di aver chiesto un prestito di 8.000 euro nel 2008 con restituzione della somma prestata in 9 anni.
    Ora in un lasso di tempo di questa portata occhio e croce (facendo un paragone con un mutuo decennale che io chiesi nel 1996) la somma restituita e pari al doppio del capitale iniziale: diciamo 15.000 euro in questo caso.
    Mauro sostiene di aver pagato 60 rate il che equivalgono a 11.940 euro più il TFR già vincolato di 5.300 euro fanno 17.240. Considerando che il contratto viene chiuso anticipatamente a metà della sua vita, ritengo che la somma versata fino ad ora più il TFR copra ampiamente gli interessi maturati fino ad ora: quindi non debba aggiungere altre somme per la chiusura del contratto.
    Non sono un contabile ma 17.240 - 7.896 = 9.344 euro di interessi in 5 anni vuol dire aver pagato mediamente 1.868,8 euro di interessi all'anno a fronte di un prestito di 7.896 euro, cioè il 23,66% di interessi annui.
    a questo punto o i dati forniti da Mauro sono comprensivi di altre spese (TAEG) oppure deve solo andare di corsa da un legale.
     
  11. Mauro Forghieri

    Mauro Forghieri Nuovo Iscritto

    Per darvi i dati al 100% corretti, ecco la foto del contratto:


    Prestit.jpg
     
  12. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Io faccio questo ragionamento: tu restituisci un prestito di 7.986 euro con 108 rate constanti da 199 euro che ti vengono prelevate dallo stipendio.
    199 x 108 = 21.492 euro rappresenta la cifra che alla fine dei 9 anni tu hai versato per aver avuto il prestito.
    In questi 21.492 euro ci sono i 7.986 che sono la restituzione del capitale anticipatoti (che rappresentano il 37,16% della somma che hai restituito) e ci sono 13.506 euro che sono la quota interessi (più le spese di tutto il maneggio) che hai pagato ( rappresentano il 62,84% della somma che hai restituito).
    I conti tornano:
    7.986 euro : 9 anni sono 887,33 euro l’anno di quota capitale versati ogni anno
    13.506 euro : 9 anni sono 1.500,66 euro l’anno di quota interessi versati ogni anno
    ---------------------------------------------------------------------------------------
    Totali 21.492 euro : 9 anni sono 2.387,99 euro versati ogni anno

    Difatti 199,00 euro x 12 mesi = 2.388,00

    Ho cercato di leggere il contratto che tu hai postato ma è troppo piccolo ed ingrandendolo le cifre e le parole perdono di nitidezza. Mi sembra di aver visto un TAEG al 17,..% .
    Ho fatto questo specchietto nel quale ho calcolato gli interessi semplici del 18% a scalare (cioè che si calcolano sulla cifra residua da pagare alla fine di ogni anno) e mi vengono queste somme:
    Anno Rata della quota capitale Capitale residuo Quota interessi al 18%
    1 887,33 7.986,00 1.437,48
    2 887,33 7.098,67 1.277,76
    3 887,33 6.211,34 1.118,04
    4 887,33 5.324,01 958,32
    5 887,33 4.436,68 798,60
    6 887,33 3.549,35 638,88
    7 887,33 2.662,02 479,16
    8 887,33 1.774,69 319,44
    9 887,36 887,36 159,72
    Totali 7.986,00 0 7.187,40

    7.187,40 euro rappresentano la somma della quota degli interessi semplici calcolati a scalare sul capitale residuo che avresti dovuto pagare a fine del prestito.
    Quindi tu avresti dovuto pagare 108 rate costanti da 140,50 euro invece di 199,00 euro al mese.
    E’ evidente che c’è una enorme differenza tra gli interessi calcolati da me a scalare come interessi semplici e la somma degli interessi (anche se appesantiti dai costi della istruzione pratica, assicurazione ecc.. ecc…) che si ricavano per differenza tra la restituzione del capitale avuto all’ inizio del prestito e l’ammontare di quanto pagato a fine prestito.
    7.187,40 euro contro 13.506,00 .
    Penso che questa differenza sia dovuta al calcolo degli interessi con il metodo della capitalizzazione degli interessi (anatocismo cioè il calcolo degli interessi sugli interessi) che sovente porta ad avere interessi usurai. In effetti i 13.506,00 euro di interessi che dovresti pagare rappresentano il 169% dei 7.986,00 euro prestati.
    Io andrei alla finanziaria accompagnato da un avvocato che se ne intende di anatocismo per trattare la chiusura anticipata del prestito. Chiaramente l’avvocato costa: fai i tuoi conti (chiedi prima quanto vuole)
    Buona fortuna
     
  13. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    GRANDEEEEEE:applauso::applauso::applauso::fiore:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina