1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. nennanè

    nennanè Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    a mia figlia gli è stato intestato un appartamento come prima casa (quello della nonna). chiaramente ha la residenza li , ha intestata la luce li . ma vive con noi .
    Mi chiedo .... mia figlia fa parte dello stato di famiglia di mio marito con annessi assegni familiari etc .è legale tutto ciò oppure sto sbagliando qualche passaggio ?
    insomma la domanda è può una persona avere residenza in un altra casa e stare nello stato di famiglia del papà ?
     
  2. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    No.

    Le tre affermazioni sono inconciliabili.
    Se sono vere le ultime due (e con "vive" con noi s'intende che ha la sua "dimora abituale" con voi), la prima è logicamente falsa.
     
    Ultima modifica di un moderatore: 17 Febbraio 2015
  3. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
  4. nennanè

    nennanè Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    mia figlia è maggiorenne , non fa dichiarazione dei redditi perchè della casa di sua proprietà ha l'usufrutto la nonna che chiaramente paga le tasse . ma per poter acquistare come prima casa ha dovuto fare residenza li .
    ora io non capisco se mia figlia può ancora stare nel nostro stato di famiglia oppure no .
     
  5. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Se la casa di tua figlia si trova nello stesso Comune dove abita il capo famiglia non è richiesta la residenza nella casa che si acquista. E' sufficiente averla nel Comune e quibdi può tranquillamente tornare all' "ovile" (scusa la battuta).
     
  6. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La Nota II-bis) all'art. 1 della Tariffa Parte I allegata al TUR (Testo unico delle disposizioni concernenti l'imposta di registro) prevede che:
    "1. Ai fini dell'applicazione dell'aliquota del 2 per cento agli atti traslativi a titolo oneroso della proprietà di case di abitazione non di lusso e agli atti traslativi o consuntivi della nuda proprietà, dell'usufrutto, dell'uso e dell'abitazione relativi alle stesse, devono ricorrere le seguenti condizioni:
    a) che l'immobile sia ubicato nel territorio del comune in cui l'acquirente ha o stabilisca entro diciotto mesi dall'acquisto la propria residenza o, se diverso, in quello in cui l'acquirente svolge la propria attività ovvero, se trasferito all'estero per ragioni di lavoro, in quello in cui ha sede o esercita l'attività il soggetto da cui dipende ovvero, nel caso in cui l'acquirente sia cittadino italiano emigrato all'estero, che l'immobile sia acquisito come prima casa sul territorio italiano. La dichiarazione di voler stabilire la residenza nel comune ove è ubicato l'immobile acquistato deve essere resa, a pena di decadenza, dall'acquirente nell'atto di acquisto;
    (omissis)
    4. In caso di dichiarazione mendace, o di trasferimento per atto a titolo oneroso o gratuito degli immobili acquistati con i benefici di cui al presente articolo prima del decorso del termine di cinque anni dalla data del loro acquisto, sono dovute le imposte di registro, ipotecaria e catastale nella misura ordinaria, nonché una sovrattassa pari al 30 per cento delle stesse imposte. Se si tratta di cessioni soggette all'imposta sul valore aggiunto, l'ufficio dell'Agenzia delle entrate presso cui sono stati registrati i relativi atti deve recuperare nei confronti degli acquirenti la differenza fra l'imposta calcolata in base all'aliquota applicabile in assenza di agevolazioni e quella risultante dall'applicazione dell'aliquota agevolata, nonché irrogare la sanzione amministrativa, pari al 30 per cento della differenza medesima. Sono dovuti gli interessi di mora di cui al comma 4 dell'articolo 55 del presente testo unico. Le predette disposizioni non si applicano nel caso in cui il contribuente, entro un anno dall'alienazione dell'immobile acquistato con i benefici di cui al presente articolo, proceda all'acquisto di altro immobile da adibire a propria abitazione principale."


    Considerato quanto sopra, che cosa aveva dichiarato tua figlia nell'atto di acquisto?
    Dato che "vive con voi", deve stare nel vostro stato di famiglia.
    La figura del capo famiglia non esiste più nel nostro ordinamento giuridico. L'art. 144 del codice civile, che prevedeva che "Il marito è il capo della famiglia", dopo la sostituzione operata dall'art. 26 della legge di riforma del diritto di famiglia (n. 151/1975) attualmente prevede che:
    "I coniugi concordano tra loro l'indirizzo della vita familiare e fissano la residenza della famiglia secondo le esigenze di entrambi e quelle preminenti della famiglia stessa.
    A ciascuno dei coniugi spetta il potere di attuare l'indirizzo concordato."

    Anche la normativa in materia anagrafica, con il D.P.R. n. 223/1989 (Approvazione del nuovo regolamento anagrafico della popolazione residente) non prevede più la figura del capofamiglia. L'art. 6 prevede i "responsabili delle dichiarazioni anagrafiche" e l'art. 21 prevede l'intestatario della scheda di famiglia (che può essere diverso dal "marito").
     
  7. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    @Nemesis ,
    tutto giusto quello che hai scritto però leggi la prima riga dell'intervento di @nennanè.
    Se il quesito riguarda esclusivamente la presenza della figlia nello Stato di Famiglia dei genitori hai sempre ragione a dire che non deve farne parte MA il fatto che si tratti di Prima Casa è del tutto irrilevante. L'O.P. poteva anche non evidenziarlo e la tua risposta sarebbe stata, correttamente, la stessa.
    Lo stesso titolo: Prima casa e stato di famiglia, trae in inganno.
     
  8. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Infatti se (anche) all'epoca dell'acquisto la figlia dimorava abitualmente con i genitori, non poteva avere la residenza nell'immobile che ha acquistato.
     
    Ultima modifica: 17 Febbraio 2015
  9. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
  10. nennanè

    nennanè Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    quando acquisti una casa come prima casa , hai un anno di tempo per regolare la residenza . e così è stato fatto .questo succedeva due anni fa . ma poi mi sono posta il problema dello stato di famiglia .
     
  11. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    No. Si hanno diciotto mesi.
    Se così è stato fatto, e nel frattempo tua figlia non ha nuovamente trasferito la sua residenza con voi, è impossibile che risulti attualmente nel vostro stato di famiglia anagrafico.
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina