1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. saveriosa

    saveriosa Nuovo Iscritto

    Vorrei capire quanti sono i balzelli che uno deve sopportare se per disgrazia decidesse che invece di vendere la prima per comprarne un’altra tentasse la miserevole impresa di tenerla per affittarla e con i soldi del'affitto pagare in parte il mutuo naturalmente integrando con altri soldi sia per l'acquisto che per il mutuo.
    1) il valore catastale dell' immobile comprato non va moltiplicato per 105 ma per 126 quindi se il valore catastale è 1000( valore abbastanza verosimile e agevole per i calcoli) il valore sarà 126000 anzichè 105000
    2) la tassa di registro sarà del 10% anziché 3% quindi nel primo caso pagherei 12600 di tassa di registro e nel secondo 3150 differenza 9450( che non è poco ma c'è dell'altro)
    3) poi c’è il mutuo che cambia fra 1à e 2° casa ma non ho capito come
    4) poi c’è la differenza delle spese del notaio che si aggiungono alle 12600 o alle 3150 in maniera diversa.
    5)poi c’è la detrazione annuale delle tasse sul mutuo, che se ho un’altra casa non posso fare e mi piacerebbe quantizzare perché non so quant’è la detrazione.
    Vorrei per favore che qualcuno mi dicesse se i valori che ho scritto sono veri ed eventualmente me li rettificasse e che mi integrasse i punti 3,4 e 5
    Se la casa nuova da adibire ad abitazione principale la comprassi in un comune diverso da quello dove ho l’altra casa mi pare che risparmierei molto ma purtroppo è estremamente difficile.
    Ringrazio e auguro a tutti buon natale e felice anno nuovo
     
  2. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    posso aiutarti solo per il punto 5: in detrazione dalle tasse si possono portare al massimo 2000 euro. almeno fino alla dichiarazione dei redditti relativi all'anno 2009.
     
    A saveriosa piace questo elemento.
  3. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    Per farsi fare i conti vada al CAF (occorre considerare il reddito complessivo ). Per l' acquisto prima casa non si 100+5%, ma 100+5%+10%.;per la seconda casa 100+5%+20%
     
    A arianna26 e saveriosa piace questo messaggio.
  4. Punto 3) L'imposta sostitutiva sul mutuo "prima casa" è lo 0,5% del valore del mutuo, mentre per la seconda casa è il 2%. Si paga per fortuna una volta sola al momento dell'accollo del mutuo. Punto 5) L'importo massimo ad oggi detraibile per il mutuo è pari al 19% su un importo massimo di 2.000 euro di interessi passivi, quindi parliamo di un massimo di 380 euro annui, che non sono detribili se il mutuo non è acceso sulla "prima casa".
    Hai ragione, i balzelli si moltiplicano... Ciao, tanti auguri di Buone Feste
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina