• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Lara Torre

Membro Attivo
Proprietario Casa
Salve, vi chiedo un parere riguardo la seguente problematica: il condomino del piano attico dovrà effettuare dei grossi lavori di ristrutturazione e vorrebbe usare il giardino condominiale come cantiere. Non è ben chiaro se userà un convogliatore di detriti o altri mezzi meccanici per movimentare le macerie, sicuramente nel palazzo non c'è ascensore quindi non credo che sarà propenso all'uso delle scale. Il quesito è questo: il mio appartamento è un seminterrato che affaccia proprio su questo giardino, è un appartamento regolarmente locato e quindi in uso ad una persona che lo abita. Certamente la mia inquilina subirà un grande disagio a causa di questi lavori, sia a causa della polvere, che dei rumori nonché dei possibili danni qualora venisse danneggiato il vialetto di passaggio nel giardino che è in cemento e che si trova proprio davanti le sue finestre. Temo eventuali infiltrazioni d'acqua nell'appartamento in caso di forti piogge. La facciata riporta due finestre ed un piccolo balcone per ogni piano, non c'è molto spazio tra di essi quindi probabilmente questo mezzo meccanico si troverebbe addirittura a passare davanti ai balconi. Secondo voi, il condomino dell'attico potrà fare i lavori come desidera stante le condizioni descritte? Grazie per le risposte!
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
Se non esiste ascensore, per non rovinare le scale (ad esempio spaccando dei gradini in marmo) e il corrimano delle scale (ad esempio graffiandolo a causa di urti accidentali) a forza di fare su e giù, la cosa più corretta è proprio usare un convogliatore esterno.

possibili danni qualora venisse danneggiato il vialetto di passaggio nel giardino che è in cemento e che si trova proprio davanti le sue finestre
A questo si rimedia facilmente. Fotografa il vialetto e manda una PEC all'amministratore dicendo, "Questo è lo stato attuale del vialetto, glielo certifico via PEC. Qualora a seguito dei lavori si verificassero danneggiamenti, sarà sua cura imporre il ripristino alla parte che li ha causati".

la mia inquilina subirà un grande disagio a causa di questi lavori, sia a causa della polvere, che dei rumori
Purtroppo è inevitabile, perché quel condomino ha diritto di effettuare i lavori di ristrutturazione, purché negli orari consentiti dal regolamento di condominio contrattuale.
Di norma dovrebbe pensarci lui a pagare un'impresa di pulizie per togliere la polvere in giro a fine lavori, ma se non ci pensa, può avvisarlo l'amministratore, che un intervento extra della ditta di pulizie gli verrà addebitato personalmente, a meno che non preferisca scegliersi una ditta di pulizie di sua fiducia. Generalmente non c'è bisogno perché chi sporca sa - se è una persona civile - di dover pulire una volta che le attività sono concluse.
 

Lara Torre

Membro Attivo
Proprietario Casa
Se non esiste ascensore, per non rovinare le scale (ad esempio spaccando dei gradini in marmo) e il corrimano delle scale (ad esempio graffiandolo a causa di urti accidentali) a forza di fare su e giù, la cosa più corretta è proprio usare un convogliatore esterno.



A questo si rimedia facilmente. Fotografa il vialetto e manda una PEC all'amministratore dicendo, "Questo è lo stato attuale del vialetto, glielo certifico via PEC. Qualora a seguito dei lavori si verificassero danneggiamenti, sarà sua cura imporre il ripristino alla parte che li ha causati".



Purtroppo è inevitabile, perché quel condomino ha diritto di effettuare i lavori di ristrutturazione, purché negli orari consentiti dal regolamento di condominio contrattuale.
Di norma dovrebbe pensarci lui a pagare un'impresa di pulizie per togliere la polvere in giro a fine lavori, ma se non ci pensa, può avvisarlo l'amministratore, che un intervento extra della ditta di pulizie gli verrà addebitato personalmente, a meno che non preferisca scegliersi una ditta di pulizie di sua fiducia. Generalmente non c'è bisogno perché chi sporca sa - se è una persona civile - di dover pulire una volta che le attività sono concluse.
Grazie dei suggerimenti! Purtroppo però io non ho PEC, eventualmente come altro potrei fare?
 

vittorievic

Membro Attivo
Proprietario Casa
Non è ben chiaro se userà un convogliatore di detriti o altri mezzi meccanici per movimentare le macerie,
secondo me monteranno un argano montacarichi sopratutto per portare il materiale al piano. Dovresti chiedere che, al fine di ridurre i disagi e le polveri, i detriti vengano stoccati temporaneamente in robusti sacchetti di plastica. Lo svuotamento dei sacchetti, che è l'operazione che produce più polvere, non venga fatto nella parte comune ma nel luogo dove verranno scaricate le macerie.
Poi, insomma, è un lavoro temporaneo un pò di tolleranza: si abita in condominio e queste sono cose connesse con la vita condominiale. L'alternativa è vivere in una villa isolata.
 

Lara Torre

Membro Attivo
Proprietario Casa
secondo me monteranno un argano montacarichi sopratutto per portare il materiale al piano. Dovresti chiedere che, al fine di ridurre i disagi e le polveri, i detriti vengano stoccati temporaneamente in robusti sacchetti di plastica. Lo svuotamento dei sacchetti, che è l'operazione che produce più polvere, non venga fatto nella parte comune ma nel luogo dove verranno scaricate le macerie.
Poi, insomma, è un lavoro temporaneo un pò di tolleranza: si abita in condominio e queste sono cose connesse con la vita condominiale. L'alternativa è vivere in una villa isolata.
Ti ringrazio per il buon consiglio sui sacchetti. Noi condomini saremo senz'altro tolleranti, ma proprio perché viviamo in un condominio ognuno dovrebbe agire rispettando i diritti altrui senza rinunciare ai propri. Se così sarà non ci saranno problemi futuri.
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
Grazie dei suggerimenti! Purtroppo però io non ho PEC, eventualmente come altro potrei fare?
Una P.E.C. (Posta Elettronica Certificata) ha un costo annuale bassissimo, dai 5 ai 10 Euro l'anno se ti accontenti di una casella di posta elettronica base.
Alcuni esempi sono ARUBA ( PEC e Servizi Certificati Aruba: Firma, Fatturazione, DocFly, SPID | Pec.it 5 Euro + IVA all'anno, ed al rinnovo 7,90 Euro + IVA all'anno) oppure BUFFETTI ( https://buffetti.it/wp-content/uploads/2019/03/Guida_Acquisto_PEC.pdf per la quale devi passare in un NEGOZIO "BUFFETTI", fisicamente, per attivarla).

IMPORTANTE: Avere una P.E.C., in questo caso particolare, per te ha senso se ANCHE LA TUA CONTROPARTE, cioè nella fattispecie IL TUO AMMINISTRATORE DI CONDOMINIO, ha una P.E.C.

Da precisare che GLI AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO NON HANNO L'OBBLIGO DI AVERE UNA PEC.
 
Ultima modifica:

vittorievic

Membro Attivo
Proprietario Casa
ma proprio perché viviamo in un condominio ognuno dovrebbe agire rispettando i diritti altrui senza rinunciare ai propri.
il fatto è che deve essere chi commissiona i lavori che dovrebbe tenere gli operai dell'impresa sotto osservazione. Nove volte su dieci questo non avviene e gli operai sono rinomati per non aver cura delle cose degli altri.
 

mapeit

Membro Senior
Proprietario Casa
"Con la PEC di Aruba, l'App per il tuo smartphone o Tablet è compresa nell'offerta. a partire da soli 5,00€ + IVA/anno*. * Il costo della casella PEC Standard è di € 5,00 + IVA/anno per le nuove attivazioni. Il costo del rinnovo è di € 7,90 + IVA/anno. "

Tieni presente che 5 Euro + IVA è praticamente il costo di una raccomandata A.R.
 

griz

Membro Storico
Professionista
io aspetterei di capire come l'impresa si organizzerà, se è un lavoro importante ci sarà anche un Direttore dei Lavori, di solito si cerca di evitare di creare disagio o danni
 

Lara Torre

Membro Attivo
Proprietario Casa
Grazie per le risposte, tutti i suggerimenti sono ben accetti. In realtà sto pensando intanto di scattare delle foto (con tanto di data stampata) della facciata e del giardino come sono ora, cioè prima dell'inizio di qualsivoglia lavoro. Per il momento le tengo io, poi all'occorrenza potrò esibirle. Mi chiedo solo, ma se dovessero montare un convogliatore di macerie dovrebbero, credo, forare la facciata e le macerie cadendo alzerebbero polvere che finirebbe tutta all'interno del mio appartamento al seminterrato. Tra l'altro la mia inquilina è un soggetto asmatico quindi immagino che la sua salute ne risentirebbe. Se invece del convogliatore di macerie venisse usata una carrucola, la stessa non andrebbe ad intaccare la facciata e le macerie toccando il suolo non alzerebbero polvere. Credo, però di questo non ne sono sicura. In ogni caso, mi chiedo se è mio diritto essere informata prima dell'inizio dei lavori riguardo le modalità in cui gli stessi si svolgeranno, visto il mio forzato coinvolgimento. Ovviamente se si dovesse aprire il cantiere e dovesse essere montato il convogliatore, dopo sarebbe pressoché impossibile farlo togliere! Grazie a tutti!
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
sto pensando intanto di scattare delle foto (con tanto di data stampata) della facciata e del giardino come sono ora, cioè prima dell'inizio di qualsivoglia lavoro.
Mi pare che ci siano due ordini di problemi diversi:
Uno è quello di eventuali danni che potrebbero essere creati alle parti comuni; quello , secondo me, è un aspetto che riguarda tutti i condomini
Il secondo, è quello di eventuali disagi che potrebbero essere creati per il trasporto macerie: questo aspetto riguarda l’appartamento nel seminterrato, e forse si può prevenire chiedendo all’amministratore di valutare in anticipo quale usa vorrebbero fare del cortile condominiale, e con quali modalità specifiche, imponendo di utilizzare quelle meno invasive per i condomini, dato che è lecito usare le parti comuni in maniera più intensiva, a patto di non creare troppo disagi.
 
Ultima modifica:

Lara Torre

Membro Attivo
Proprietario Casa
Mi pare che ci siano due ordini di problemi diversi:
Uno è quello di eventuali danni che potrebbero essere creati alle parti comuni; quello , se fondo me, è un aspetto che riguarda tutti i condomini
Il secondo, è quello di eventuali disagi che potrebbero essere creati per il trasporto macerie: quello riguarda l’appartamento nel seminterrato, e forse si può prevenire chiedendo all’amministratore di valutare in anticipo quale usa vorrebbero fare del cortile condominiale, e con quali modalità specifiche, imponendo di utilizzare quelle meno invasive per i condomini, dato che è lecito usare le parti comuni in maniera più intensiva, a patto di non creare disagi.
Sì, è vero sono due problematiche diverse. Ovviamente me interessa in modo particolare la seconda e seguirò il tuo consiglio. Sai se esiste una norma di riferimento? Il condomino che effettuerà i lavori è, a dir poco, estremamente puntiglioso ed io non vorrei essere da meno. Grazie!
 

griz

Membro Storico
Professionista
Mi chiedo solo, ma se dovessero montare un convogliatore di macerie dovrebbero, credo, forare la facciata e le macerie cadendo alzerebbero polvere che finirebbe tutta all'interno del mio appartamento al seminterrato
il convogliatore di macerie si monta su un'impalcatura o ancorato ad un balcone e in un punto dove si possa installare un cassone per la raccolta e il prelievo, nell'ottica di non creare disagi le macerie vengono bagnate prima di inserirle nel convogliatore così da non disperdere polveri. Stai immaginando uno scenario apocalittico che non credo si verificherà anche perchè se si dovessero disperdere polveri o altro ne nascerebbe un putiferio da parte di tutti con denuncia ai vigili urbani e sospensione dei lavori che nessuno vorrà
 

Lara Torre

Membro Attivo
Proprietario Casa
il convogliatore di macerie si monta su un'impalcatura o ancorato ad un balcone e in un punto dove si possa installare un cassone per la raccolta e il prelievo, nell'ottica di non creare disagi le macerie vengono bagnate prima di inserirle nel convogliatore così da non disperdere polveri. Stai immaginando uno scenario apocalittico che non credo si verificherà anche perchè se si dovessero disperdere polveri o altro ne nascerebbe un putiferio da parte di tutti con denuncia ai vigili urbani e sospensione dei lavori che nessuno vorrà
In realtà non ne ho mai visto uno in funzione, quindi di preciso non mi rendo conto. Certo che se è così il cassone raccogli macerie verrebbe piazzato proprio davanti le mie finestre togliendo anche luce all'appartamento. Spero veramente di esagerare con l'immaginazione!!
 

BJMAKER

Membro Junior
Professionista
Sì, è vero sono due problematiche diverse. Ovviamente me interessa in modo particolare la seconda e seguirò il tuo consiglio. Sai se esiste una norma di riferimento? Il condomino che effettuerà i lavori è, a dir poco, estremamente puntiglioso ed io non vorrei essere da meno. Grazie!
In pratica stai cercando un modo per rompergli le scatole, altro non era che questo il motivo delle tue domande. Pensa se la ditta deve pure mettersi dietro a te che la controlli..
Nnnnamo bene
 

Lara Torre

Membro Attivo
Proprietario Casa
Il motivo delle mie domande era a solo titolo informativo, non sapendo bene a cosa sto andando incontro. Comunque chiudo la discussione replicando che se il condomino non romperà le scatole a nessuno, nessuno le romperà a lui.
Ringrazio tutti quelli che hanno partecipato alla discussione, alla prossima!
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

fabrizio ha scritto sul profilo di BJMAKER.
Grazie...!!!!!
Quesito:siamo 3 locatori,uno è deceduto che si fa' del contratto?
Alto