1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. clapie

    clapie Nuovo Iscritto

    Buongiorno a tutti,
    Sono nuovo del forum e spero ti utilizzare la corretta sezione per la richiesta di un aiuto a districare
    una situazione che mi assilla.

    Ho acquistato recentemente un villino a cui si accede da una strada privata comunque aperta al transito.

    Anni addietro il proprietario del villino adiacente al mio ha costruito (dividendo le spese con altri proprietari)e con il permesso del proprietrio della strada, una tratta di fognatura lungo detta strada sino ad imboccare in tratto seguente sulla medesima strada, precedentemente costruito da un'altro privato, che poi sbocca nella fognatura pubblica. (All'epoca il precedente proprietario del mio villino inzialmente favorevole a ripartire le spese si rifiutò poi di contribuire e quindi di allacciarsi alla fogna).

    Ora ho seguito tutto l'iter di richiesta di allaccio, partendo dal proprietario della strada ottenendone debita autorizzazione, proseguendo con la verifica tecnica della portata di detta fognatura, sino ad ottenere dal Comune l'autorizzazione ai lavori.

    A questo punto ricevo dai "costruttori" che si definiscono proprietari della tratta di fogna a cui mi dovrei allacciare una diffida ad eseguire l'allaccio per insufficienza di portata della condotta (cosa non vera poichè verificata con relazione tecnica di un professionista depositata al Comune con la domanda di allaccio ed anche perchè inizialmente progettata per accogliere gli scarichi anche del mio ed altri villini rimasti poi esclusi). Per informazione ho anche proposto ai suddetti di versare una quota di quanto all'epoca da loro speso ma senza successo.

    Le domande a cui non trovo risposta sono le seguenti:
    Possono i costruttori della condotta negarmi l'allaccio definendosi proprietari seppure la condotta è in proprietà altrui ed il proprietrio della strada oltre al permesso di costruzione non ha ceduto alcuno dei suoi diritti tanto da rilasciarmi specifico atto d'obbligo per l'autorizzazione all'allaccio?

    La suddetta fogna seppur costuita da terzi, non dovrebbe comunque essere di proprietà del proprietario della strada?

    Nel nostro ATO esite un regolamento che obbliga il primo costruttore di una tratta di fognatura privata posta du strada che asserve più unità immobiliari a dimesionare la fogna per accogliere tutti gli scarichi ed a concedere il permesso di allaccio ai successivi richiedenti fatto salvo il diritto ad un rimborso di quota delle spese sostenute. A chi rivolgermi per far rispettare questo regolamento?

    Un grazie in anticipo a chiunque sappia consigliarmi.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina