1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Buongiorno a tutti, apro questo nuovo argomento per sapere se qualcun altro, oltre a me, sta avendo seri problemi di fatturazione con le forniture di gas metano effettuare da ENI Divisione Gas & Power.
    Ho un appartamento in Liguria per il quale è attivo da molto tempo un allacciamento con tale fornitore.
    A fine 2008 è stato effettuato un cambio del contatore, documentato da bollettino di intervento in mio possesso, mediante il quale le cifre del contatore sono ovviamente ripartite da zero.
    Tale cambio di misuratore è stato anche riportato da ENI in una successiva fattura, nell'Aprile 2009, ma la compagnia non ne ha mai tenuto conto e da quella volta, nonostante miei ripetuti solleciti telefonici, via mail e tramite invio di raccomandate, continua a fatturarmi acconti su consumi campati in aria senza aver mai proceduto ad effettuare una lettura.
    Il problema è che non posso nemmeno comunicare delle autoletture, come richiestomi anche telefonicamente dal call-center ENI, poiché le cifre da me comunicate vengono ritenute "invalide" in quanto inferiori all'ultima lettura effettuata sul vecchio misuratore e il loro sistema le rifiuta.
    Naturalmente nessun operatore si prende la briga di "forzarlo", o forse non ne ha gli strumenti.
    Sul sito ENI, accedendo come utente registrato, appare tutta la storia: le mie richieste di lettura e di correzione, considerate tutte "evase", le letture comunicate, considerate tutte "invalide", le fatture emesse, tutte di acconto e con consumi presunti che sono molto superiori a quelli effettivi visto che io affitto solo stagionalmente l'immobile.
    Anche l'ultima raccomandata a.r. inviata non ha avuto riscontro positivo.
    Non so se rivolgermi all'Autorità garante, a un'associazione di consumatori, a un legale (che costa, ovviamente) per farli smuovere.
    Si accettano utili indicazioni e consigli, nonché racconti di esperienze analoghe.
     
  2. MORGAN

    MORGAN Membro Attivo

    Stesse esperienze con Eni.
    CAmbio di contatore a giugno scorso..da allora accedendo al sito non sempre è disponibile la possibilità di comunicare autolettura, spesso gli operatori interrompono la chiamata quando non sanno come rispondere o come trattare la cosa, i reclami restano inevasi oppure parzialmente evasi. Il nuovo contatore ..gira molto più in fretta e registra consumi molto superiori ai corrispondenti consumi dell'anno precedente...Ho richiesto la verifica del contatore e relativi costi che sono a carico dell'utente se non si trovano anomalie. La risposta è stato un invio di un modulo senza specificare il costo...
    Penso che l'unica sia cambiare gestore...
    Teniamoci aggiornati..perchè anche io non so bene come procedere
    Ciao
     
  3. bender71

    bender71 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    io ho ristrutturato un immobile e ho stilato i contratti con ENI e fino ad ora non posso dire nulla; se avessi i problemi vostri, farei semplicemente questo: mi recherei presso un punto ENI (ufficio aperto al pubblico) nella vs. zona (se non conoscete dove si trova guardate sul sito dell'Eni) e proporrei il problema.
    Se nell'arco di breve non risolvono, sospenderei il pagamento delle fatture e prenderei info per altri fornitori, che con la liberalizzazione del mercato, se ne trovano uno più conveniente dell'altro.
    Buona fortuna
     
  4. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Già fatto il tentativo presso il punto ENi di zona e non una volta sola. Già sospeso il RID per il pagamento delle fatture. Nessuno si muove, continuano a fatturare acconti. Purtroppo in zona non ci sono, che sappia io, altri gestori.
     
  5. bender71

    bender71 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Caro Mapeit, come ti dicevo io non pagherei + le fatture e cambierei fornitore........ dai un'occhiata on line (edison casa / sorgenia ecc.....) è fattibile anche aprire un contratto anche in linea senza andare presso un ufficio!!!

    in bocca al lupo
     
  6. MORGAN

    MORGAN Membro Attivo

    Ho già sospeso pagamenti accreditati in banca. Passata in un punto Eni che si limita a darti un modulo di reclamo da compilarti e inviare e a rateizzare e dilazionare la bolletta. Ma lil mio nteresse non è nè rateizzare , nè dilazionare.
    Sto già prendendo contatti con altri gestori...!!
    Mapeit, prova a cercare su internet se ci sono altri fornitori nella zona di tuo interesse. Liguria dove?...ho due amiche da quelle parti ..posso chiedere a loro ... se la zona coincide con la tua
     
  7. totu paladini

    totu paladini Nuovo Iscritto

    Anch'io ho avuto problemi simili ed altri ancora con fornitori "privati". Sono stato a perdere due intere mattinate, sottratte al mio lavoro, a causa di un disservizio ad opera di un personale poco e non tanto qualificato. Hanno in entrambi i casi acquisito i dati. Appena ho letto sulla bolletta che per reclami occorre scrivere alla sede di napoli. Ho mandato 3 ar. Ho scritto da un anno 3 ar ma fanno gli gnorri. Ho sospeso i pagamenti ho richiesto i rimborsi anche perché la casa è chiusa per lavori di ristrutturazione con dia condominiale e scia del mio appartamento. Li ho minacciati anche di ricorrere alle sedi competenti e di aprire un contenzioso a loro carico. Ancora alcuna risposta. Ciao totu
     
  8. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Quanto alla ricerca di nuovi gestori in zona e relative tariffe, vi segnalo il TrovaOfferte dell'agenzia garante per l'energia elettrica ed il gas:
    Autorità per l'energia elettrica e il gas - Trova offerte

    Problemi con gestori del gas ne ho avuti anche io. Nel mio caso si chiama Enel ed il problema era legato alla mancata fatturazione dei consumi in seguito ad una voltura. Li ho tempestati (letteralmente) di telefonate, fax e raccomandate A/R. Inutile dire che non mi veniva riconosciuto il codice cliente, che ero quindi impossibilitato a comunicare la lettura del contatore, che mi veniva preclusa la registrazione sul sito.
    Poi, dopo aver ricevuto due nuovi codici cliente risultati non validi entrambi, stufo di parlare con gente incompetente ed arrogante ed impossibilitato a contattare direttamente l'azienda, ho preso d'assalto il punto Enel di zona dove solo con le cattive maniere sono riuscito a capire il motivo di quanto stava accadendo, senza tuttavia rilevare loro azioni per la risoluzione del problema.
    A questo punto mi sono rivolto al Garante, al quale ho scritto una lettera riepilogativa di quanto stava accadendo. L'ho inviata per raccomandata A/R, mettendo in copia conoscenza l'Enel. E... miracolo!!! qualcosa si è mosso. Il Garante ha scritto all'Enel, e a me in copia, intimandole la soluzione del problema che in 2-3 mesi è stato risolto.
    Complessivamente, ci saranno voluti 15-16 mesi prima di avere la prima fatturazione ed io ci stavo rimettendo in salute.

    Alla fine, quello che consiglio, dopo le prime raccomandate inevase (hanno 40 gg di tempo per rispondere ai reclami), è scrivere sempre al Garante.

    Per quanto riguarda la sospensione unilaterale dei pagamenti, attenti che rischiate il distacco della fornitura e ci possono essere problemi nel passaggio ad altro gestore in caso di morosità (verificate bene i contratti sottoscritti). Io vi consiglio di restituire al mittente tutte le fatture palesemente errate, chiedendone lo storno e la riemissione. Probabilmente vi diranno che non possono farlo perché la fatturazione è automatizzata, ma questo è un problema loro e non vostro.
     
    A MORGAN, mapeit e mao piace questo elemento.
  9. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Bene, concordo anch'io sul problema che la sospensione dei pagamenti può generare anche se, di fronte a fatture ingiustificate e di fronte alla scadenza dei termini senza risposta al reclamo, un'eventuale sospensione della fornitura per mancato pagamento è un abuso e può anche essere oggetto di richiesta di risarcimento.
    Forse rivolgersi al Garante e cercare un altro fornitore è la soluzione migliore, sempre che tra i vari fornitori ce ne sia uno migliore.... :occhi_al_cielo:
    La città oggetto della mia fornitura è comunque Camogli e l'ufficio ENI interpellato è quello di Rapallo.
    Grazie a tutti per i consigli. :ok:
     
  10. totu paladini

    totu paladini Nuovo Iscritto

    Il mio caso ha un di più: La trasmissione scia per lavori di ristrutturazione con l'abitazione disabitata. Ciao. Totu
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina