1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Fifo84

    Fifo84 Membro Attivo

    Buongiorno,
    Avrei un problema con la mia inquilina. Premetto che ha un contratto regolare di affitto.
    Da 2 anni a questa parte, ha sempre pagato abbastanza regolare, ma ultimamente , questo mese, è in RITARDO di 20 giorni. Il problema è che NON risponde MAI al telefono, ma comunica al massimo con gli sms ( questo da sempre). Non mi ha mai fatto entrare dentro casa, anche se io per vie traverse, so che ha pitturato mobili, tolto cose e via dicendo, ovviamente SENZA il mio permesso.
    Il nostro rapporto è ormai deteriorato. Quello che volevo sapere è : quando posso fare una procedura di sfratto per morosità? Le ho scritto anche una lettera per spiegarle il tutto, ma non ha ancora risposto.
    C'è un modo più "economico" per tirarla fuori? Posso denunciarla ai carabinieri? Oppure l'unica via è un avvocato con i relativi costi?

    grazie
     
  2. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
  3. jerrySM

    jerrySM Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Trascorsi 20 giorni dalla scadenza prevista contrattualmente per il pagamente del canone puoi avviare la procedura di sfratto per morosità.
    Eventuali danni (mobili pitturati etc etc) lo scoprirai solo al momento della riconsegna dell'immobile ...e se l'ammontare dei danni supererà il deposito cauzionale allora dovrai intraprendere altra causa per recuperare (o almeno provare a recuperare) quanto dovuto.
     
  4. Fifo84

    Fifo84 Membro Attivo

    questo ho capito..
    ma lei NON paga, NON risponde....che posso fare? quanto costa una procedura di sfratto?

     
  5. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    Se tu sai dove lavora (se è dipendente) o se sai dove ha il conto (quale banca? Posta?) riesci a recuparare oltre al dovuto anche le spese legali. A occho direi che almeno un 1500 euro ci vogliono
     
  6. Fifo84

    Fifo84 Membro Attivo

    dove lavora lo so..ma che ci faccio?

     
  7. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Guarda che nessun giudice ti sfratta un'inquilina per morosità se ritarda il pagamento del canone di 20 o 30 giorni. Prima di ottenere uno sfratto per morosità bisogna che l'inquilino risulti moroso per almeno due o tre mensilità (non in ritardo ... moroso significa mensilità non pagate) e qualora egli sani la situazione in fase di convocazione del giudice o nei termini di grazia che il giudice gli concede il decreto di sfratto non viene emanato.
    Ovviamente tutte le spese legali sono a tuo carico.
    Per quanto riguarda le opere che l'inquilina ha fatto all'interno dell'appartamento senza autorizzazione, questa può essere una violazione contrattuale ma per rescindere il contratto bisogna dimostrarlo e l'inquilina è sempre in tempo a sanare la situazione ripristinando il tutto come era prima.
    Io, sinceramente, non andrei ad intentare un'azione di sfratto per dei ritardi qualora poi i canoni venissero pagati. Sarebbero soldi e tempo perso. Qualora invece vi fosse vera morosità, allora varrebbe la pena intentare l'azione legale.
     
  8. Fifo84

    Fifo84 Membro Attivo

    Grazie..ma per ora la storia è che NON paga, NON risponde al telefono, NON risponde agli sms..le ho mandato una raccomandata con su scritto le varie cose da dire e via dicendo, e NON risponde. Voi cosa consiglaite di fare?

     
  9. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    Con gli inquilini non paganti si può fare solo lo sfratto, solo il recupero delle somme mancanti, o tutti e due. Tutte e tre le possibilità però con avvocato e con sentenza di un giudice

    Col decreto ingiuntivo per il recupero delle somme non percepite (e uno mette nel conto tutto, pure le spese legali, pure la registrazione della sentenza, tutto...) si procede al recupero: blocco del conto corrente o del libretto postale al fine di recuperare le somme dovute o blocco di una frazione dello stipendio (blocco che verrebbe operato alla fonte dal datore di lavoro). Questo dovrebbe bastare per non dover arrivare anche a un pignoramento per esempio dell'auto.
     
  10. Lanzo Cosimo

    Lanzo Cosimo Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Gentile Signore,
    io sto affrontando una procedura di sfratto per morosità.
    Dalle mie conoscenze le posso suggerire, finchè possibile, un accordo con l' inquilino. Trascorsi minimo 20 giorni di ritardo dal pagamento, preticamente può iniziare una azione di sfratto ma solo rivolgendosi ad un avvocato. I carabinieri non servono. Inizialmente le posso dire che l' avvocato mi ha fatto pagare € 724,00 per una morosità di due mesi pari a € 1170,00. Poi seguiranno altre spese legali se la situazione non si risolve con o senza il termine di grazia assegnato dal Giudice ( 3 mesi ). Le posso raccomandare che, se ha intenzione di mandarlo via senza altri accordi, cominci subito se ne libererà prima. Saluti.
     
  11. meri56

    meri56 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Quando si ha sentore che l'inquilino non pagherà più i canoni meglio iniziare subito le procedure di sfratto per morosità. Vero che si dovrà pagare l'avvocato ma in mancanza di azione legale si dovranno pagare le tasse sui canoni non percepiti, oltre ai danni la beffa!
     
  12. ingros76

    ingros76 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ciao, consiglierei di cominiciare a inviare personalmente lettera RAR di messa in mora, indicando che decorsi 10-20 giorni ti riserverai di aderire legalmente. A quel punto ti farai un idea migliore sull'intenzione del tuo inquilino ed agire di conseguenza.
     
  13. ingros76

    ingros76 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Il post è troppo ottimistico, magari basterebbe il primo accesso da parte dell'U.G. per rientrare nel possesso dell'immobile :confuso:
     
  14. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Ottimistico???

    ma il link l'hai letto fino infondo???

    Aspettare. Infatti se l'inquilino non se ne va con le proprie gambe, occorre avviare la pratica di sfratto per finita locazione (una pratica legale costosissima) e aspettare, aspettare, aspettare, aspettare, aspettare, aspettare, aspettare, aspettare, aspettare, aspettare, aspettare, aspettare, aspettare, aspettare, aspettare, aspettare,aspettare, aspettare, aspettare, aspettare, aspettare, aspettare, aspettare, aspettare, praticamente la proprietà viene espropriata perché si fa in tempo a morire due o tre volte prima di poter rivedere la propria casa.
     
  15. ingros76

    ingros76 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Se ritieni che il lavoro sia stabile puoi eventulmente rivalerti sullo stipendio. Tieni presente che, in special modo per aziende simil-familiari, esiste la probabilità di licenziamento nel contempo al pignoramento...
     
  16. ingros76

    ingros76 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    si, quello da te postato rientra nel paragrafo "Gli sfratti per finita locazione", quello in oggetto è per morosità, nel merito potenziale.
     
  17. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non esattamente, perchè quello che ho postato tratta anche quelli per morosità, vedi punto 1. e seguenti;

    1. Intimazione di sfratto per morosità e contestuale citazione per la convalida presso il tribunale competente. Si tratta di un atto in cui si cita l'inquilino moroso a comparire davanti al Giudice e in cui viene fissata la data dell'udienza (da uno a due o tre mesi a seconda dei tribunali).
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina