1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. maurizioxmno

    maurizioxmno Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Salve a tutti, ho un piccolo problema da risolvere.
    Il mio inquilino dopo aver ricevuto la disdetta del contratto mi ha fatto richiesta delle ricevute di affito dall'anno 2011 ad tuttora , ma lui mi ha sempre pagato con assegno postale con la causale del pagamento tipo affitto di ottobre ecc., io in buona fede ed non avendo mai contatti con lui se no solo con raccomandate ho ritenuto valido solo l'assegno , ora come faccio ad emettere una ricevuta 3 anni dopo e come calcolo la marca da bollo se gia l'importo dell'assegno e gia stato emesso, devo detrarre la marca da bollo dall'importo ?

    Un grazie per le eventuali risposte
     
  2. asana

    asana Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    ciao, ma l'assegno postale è stato emesso/versato su un conto corrente ? quindi fa fede l'estratto conto. c'è l'obbligo di fare la ricevuta ? l'inquilino non ha già la prova del suo versamento ? potrei capire fossero stati versati in contanti... mi sembra che voglia solo creare problemi.
     
  3. Betty Boop

    Betty Boop Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buongiorno
    Le ricevute, avrebbe dovuto chiederle ,prima di emettere gli assegni, poiil suo estratto conto, dove sono stati addebitati gli assegni e' una dimostrazione palese dei pagamenti, fa pure leggere a Lui questo messaggio Saluti
     
  4. pippopeppe

    pippopeppe Membro Attivo

    Impresa
    un mio inquilino mi paga con asssegno postale con espressa causale "mensilità affitto per ........... di € ,,,,,,. non può crearmi problemi nemmeno il fisco.
     
  5. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La ricevuta del bonifico/vaglia/assegno postale non sostituisce la ricevuta del fitto con la relativa marca da bollo. La quietanza, infatti, resta obbligatoria, nonostante l’obbligo di pagamento dei canoni mensili con mezzi di pagamento tracciabili.
    L'Art. 1199 c.c., stabilisce che il creditore che riceve il pagamento deve, a richiesta e a spese del debitore (quindi l'onere della marca da bollo è a carico dell'inquilino), rilasciare quietanza.
     
    A quiproquo piace questo elemento.
  6. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Quindi significa che se il postante risponde alla richiesta (non del tutto strana...) precisando che dovrà rimborsare un bollo per ciascuna ricevuta potrà constatare il vero motivo della richiesta. Approfitto
    per segnalare la solita stortura legislativa...nel caso è per carenza modificatoria...in quando quella norma di un codice con almeno 70 anni o forse molti di più era nata in un mondo dove le transazioni
    avvenivano massimamente solo con denaro contante....al massimo qualche assegno fra i benestanti....ora con l'era elettronica dovrebbe essere del tutto superata...ma il VAMPIRO non molla niente...come per le accise o altre voci dove esiste ancora la guerra etiopica, i vari terremoti a cominciare da quello di Messina...e altre assurdità che solo in Italia, la famosa culla del diritto, continuano ad insistere sui
    cittadini contribuenti..Intendiamoci: il Vampiro non è il fisco ma il legislatore che permette al vampiro di essere tale...QPQ.
     
    A Foet piace questo elemento.
  7. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    Sì, ma il Vampiro ora fiorentino ('azzo!) dovrebbe proporre al Parlamento la predisposizione di una legge che elimina le storture.
     
  8. Betty Boop

    Betty Boop Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Sono D'accordo con Jac 1.0

    Ma Lo storto , in riferimento al Fiorentino , hahapito..! per primo e' Lui ..!!
    Che per Prima cosa pensi a raddrizzarsi il Cervelo che ha emsso promesse molte delle quali non mantenute..!
     
    A quiproquo piace questo elemento.
  9. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    Lo Renzi de' Medici dovrebbe leggere la storia saltando Guicciardini e Machiavelli e, prendendo ad esempio Silvio, concentrandosi su Boccaccio.
     
    A quiproquo piace questo elemento.
  10. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Silvio sì!!! solo per la parte che riguardava la RIDEFLORAZIONE di giovani pulzelle...ecc....(Ve la ricordate la mia filastrocca???...) No per la prima parte: ECCELLENTISSIMO IMBONITORE che non può più essere riusata essendogli ormai concessa la esclusività..e poi, da buon musicista, Paganini non ripete...e così sia...qpq.
     
  11. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    Tu che puoi, metti in musica la poesia "A Silviooo!!!", almeno dopo l'uscita del film "Il giovane favoloso"!
     
  12. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Io non sono un compositore...sono un un pianista esecutore...che sta alla composizione come l'apicultore sta alle api...tuttavia non è detto che io non possa musicare FradJACOno che declama versi facendolo trasformare in un FradJACOno che li "canta"...cappitto mi hai...andrò a vedere il film da te segnalato perchè un detrattore della più bella acqua come lo sono stato io e lo sarei ancora dell'ECCELLENTISSIMO IMBONITORE, RIDEFLORATORE DI GIOVANI PULZELLE...ecc...ecc...proprio , non se lo può perdere...ma se dovessi musicarlo non userei certamente il nobilissimo pianoforte bensì la più plebea delle pernacchiere con al massimo un tamburo sonorizzato su un solo o due accordi armonici...e quindi verrebbe fuori questa cadenza: meno male che silvio c'è....meno male che se ne va....meno male che indietro andrà...
    meno male che sparirà...e via di questo passo...le note saranno:

    do do do si do do do do...re re re do re do re ....mi mi mi mi fa mi fa
    sol sol sol fa diesis sol fad sol fad sol...e via ripetendo...il tutto con schiamazzi, rutti, peti e il peggio che si possa immaginare per svergognare l'uomo più odiato al mondo nel panorama dei paesi democratici...qualcuno non è d'accordo...si faccia avanti...è il bello
    di propit.it. Grazie carissimo amico...come farei senza di te??? qpq.
     
  13. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    Conosci anche l'ape Maja?
     
  14. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Le ricevute sei tenuto ad emetterle all'atto del pagamento (solo se te le chiede espressamente), non tre anni dopo. La marca da bollo (contrassegno telematico) sulla ricevuta è a suo carico e deve riportare una data non posteriore a quella della ricevuta.
     
  15. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Se il conduttore la richiede tre anni dopo, nulla vieta il suo rilascio. Anche "cumulativa", per tutti i pagamenti ricevuti fino alla data di emisione.
     
    A quiproquo piace questo elemento.
  16. maurizioxmno

    maurizioxmno Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    grazie mille per le risposte , quindi se ho ben capito ormai non ho piu piu bisogno di emettere le ricevute visto che l'inquilino me le ha chieste solo ora quelle vecchie al max ne emetto solo una cumulativa
     
  17. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    L'importante è che la data della marca non sia successiva a quella apposta sulla ricevuta.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina