1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Darksweetangel89

    Darksweetangel89 Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    Buongiorno
    Vi scrivo per esporvi un problema che si è presentato a me e al mio ragazzo in questi giorni riguardo l'acquisto della nostra prima casa. A settembre di quest'anno ci rechiamo in un'agenzia di per visionare una villetta con giardino che veniva venduta per 230.000 euro. I lavori di ristrutturazione erano tanti e visto anche l'andamento negativo del mercato decidiamo di fare una proposta a 165.000, ovviamente vincolata al mutuo, che però ci viene rifiutata. Non ricevendo una controproposta facciamo presente all'agente che il nostro limite è 185.000, e gli chiediamo di farci avere notizie se la situazione si fosse sbloccata. Nel frattempo giriamo un bel po di banche, e visto il lavoro a tempo indeterminato del mio ragazzo e il suo impiego statale riceviamo sempre pareri positivi, anche se ci viene comunque prospettata la necessità di un garante. Dopo circa un mese veniamo ricontattati dall'agenzia, che ci informa che i venditori ci hanno ripensato e sono pronti a firmare a 185.000. Premetto il fatto che i venditori sono due personaggi alquanto discutibili, sposati ma separati, a quanto pare hanno ricevuto la casa in eredità da una signora a cui facevano da badanti...in ogni caso dopo esserci fatti 20 km in macchina fino all'agenzia convinti di firmare un regolare contratto come quello dell'ultima volta, ci viene comunicato che i venditori non hanno intenzione di sottoscrivere la clausola del vincolo del mutuo, perché a detta loro "se in questi due mesi che dobbiamo aspettare arriva qualcun'altro che me la compra in contanti, e a voi il mutuo non lo danno, noi essendo vincolati a voi non possiamo venderla"...al di la dell'arrabbiatura del momento, abbiamo risposto che nemmeno noi siamo disposti a rischiare la nostra caparra, perché è vero che le banche in sede di colloquio ci hanno dato esito positivo, ma è anche vero che solo "carta canta". La bellissima soluzione prospettataci dall'agenzia volete sapere qual'è stata? Fare una proposta di acquisto a 185.000, firmarla solo noi, portare tutta la documentazione in banca e far partire le pratiche, e nel momento in cui la banca decidesse positivamente convocare queste persone davanti al notaio e, sperando che nel frattempo non abbiamo venduto a qualcun'altro, farli decidere a firmarmi la vendita. Tutto questo perché i due signori vogliono i soldi subito e in contanti. Ma a questo punto io mi chiedo: ha senso per me rischiare cosi tanto? Cioè, far uscire il perito della banca, pagarlo, portare le pratiche del mutuo fino alla fine e poi rischiare che il giorno del rogito loro si rifiutino pure di firmare per qualsiasi motivo? E se va male, i soldi delle spese bancarie a me chi li restituisce? Nessuno. Vi scrivo per chiedervi se conoscete un modo per risolvere tale situazione o se è il caso di lasciar perdere del tutto. Vi ringrazio anticipatamente :))
     
  2. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Lasciate perdere. Se sono interessati, la proposta si fa con la clausola sospensiva, altrimenti il gioco non vale la candela. Questi vogliono la botte piena e la moglie ubriaca.
     
  3. Darksweetangel89

    Darksweetangel89 Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    Si è come immaginavo..è che la casa ci interessa molto e ci siamo rimasti davvero male. Cmq grazie :)
     
  4. 1giggi1

    1giggi1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Se la casa non vale quanto chiesto, se il mercato immobiliare non svolta, se ci sono lavori da fare che non rendono la casa subito abitabile, vi verranno a cercare loro tra un poco. Voi portatevi avanti con la banca però.
    Luigi
     
  5. uragano

    uragano Membro Attivo

    Professionista
    perche non fate una proposta di acquisto penitenziale con 1000 euri di caparra?
    al limite perdete solo quelli.ma li vincolate momentaneamente.
     
  6. Darksweetangel89

    Darksweetangel89 Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    Eh magari..pensa k all'inizio cm caparra avevamo messo
    eh il problema è un altro....loro non vogliono essere vincolati a noi per il mese e mezzo/due mesi che servono materialmente alla banca per erogarmi il mutuo. pensa che eravamo pronmti a dargli 100000 di caparra se avessero firmato con vincolo....e addirittura hanno avuto il coraggio di chiedercene di più!! per ora pensavamo intanto di far partire la banca e farli fermare alla prefattibilità, perchè da quello k ho capito le spese si pagano dal momento in cui esce il perito in poi....ma non so con che faccia andremo portando una proposta d'acquisto firmata sl da noi :confuso:
     
  7. uragano

    uragano Membro Attivo

    Professionista
    ma una fretta simile non e' che nasconde qualche gabola ? mi sembra strano di fronte ad una offerta simile.verificherei prima tutta la documentazione,(con una lente di ingrandimento e avvocato vicino)auguri.
     
  8. Darksweetangel89

    Darksweetangel89 Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    Scusa diecimila, m è scappato uno zero ^^ dici addirittura d interpellare un avvocato?
     
  9. uragano

    uragano Membro Attivo

    Professionista
    come ti dicevo la volonta' di vendere cosi in fretta mi puzza.farei delle ricerche al catasto,e altro a 360 gradi.licenze-liti-ecc.(un avvocato serve per le soluzioni finali) di nuovo auguri.
     
  10. meri56

    meri56 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    In effetti con un mercato immobiliare fermo, con un immobile da ristrutturare pesantemente, il comportamento dei venditori è sospetto. Se proprio la casa vi interessa meglio cautelarsi prima di impegnarsi.
     
  11. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    "Premetto il fatto che i venditori sono due personaggi alquanto discutibili, sposati ma separati, a quanto pare hanno ricevuto la casa in eredità da una signora a cui facevano da badanti "
    Non è escluso ( da un puto di vista teorico ) ci siano timori che eventuali eredi vengano ad evidenza o che sotto la successione ci siano stati comportamenti coercitivi o di circonvenzione (????)
    Da qui si spiegherebbe il perché di tanta fretta.
     
  12. Darksweetangel89

    Darksweetangel89 Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    Non credo che si tratti di fretta di vendere, quanto piuttosto di ignoranza..credono che la loro casa valga molto più di quanto è in realtà, e sono convinti k da un momento all'altro potrebbe arrivare qualcun'altro k gliela paga subito e in contanti..cm se la gente andasse in giro con 200 mila euro in contanti...

    Comunque quello k faremo è sicuramente metterci avanti con la banca, far uscire pure il perito se serve, ma se e nel momento in cui avremo parere favorevole fermeremo il tutto e gli chiederemo di firmare il contratto...nn ho nessuna intenzione di arrivare davanti al notaio senza un foglio k attesti un accordo tra le parti...se nn firmano nemmeno allora suppongo k la voglia d vendere la casa nn c sia più! Per quanto riguarda eventuali problemi con la successione, nn è forse il notaio stesso a dovere verificare che l'immobile sia libera da vincoli di ogni tipo?
     
    Ultima modifica di un moderatore: 14 Dicembre 2013
  13. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    No, il notaio prende atto della provenienza successoria, non fa certo ricerche per verificare che siano stati chiamati eventuali eredi . In tal caso per avere buone probabilità di capire bene se ci sono altri aventi diritto bisognerebbe fare una ricostruzione genealogica. E qui ci vuole voglia , mestiere e pazienza
     
  14. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Assiduo

    Professionista
    a lei e al suo ragazzo, preferibile sposarvi prima di acquistare insieme una casa, non resta che, vista la situazione indicata e l'atteggiamento del mediatore, scegliere altre opportunità che con la crisi immobiliare attuale non mancheranno cautelandosi con l'ausilio di un esperto che saprà come confezionare il preliminare in relazione al mutuo di cui avete bisogno.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina