1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Gennaro Minicucci

    Gennaro Minicucci Nuovo Iscritto

    Il proprietario di un abergo ai confini del mio condominio, ha comprato due appartamenti del condominio cambiando la destinazione da familiare a commerciale e costruendo passaggi con scale e porte nel fabbricato ha messo in comunione due particelle catastali (l'albergo ed il condominio) senza nessuna delibera da parte dell'assemblea condominiale mai convocata. Come posso agire (possibilmente bonariamente).
     
  2. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Difficilmente raggiungerai un accordo bonario, ma tentar non nuoce, prova ad esibire all'albergatore questa Sentenza, poichè lui ha di fatto ha creato una servitù, la quale avrebbe dovuto essere approvata all'unanimità (1000/1000), se non vuole recedere purtroppo la strada da intraprendere è quella legale;

    L'apertura di un varco nel muro perimetrale per esigenze del singolo condomino è consentita, quale uso più intenso del bene comune, con eccezione del caso in cui tale varco metta in comunicazione l'appartamento del condomino con altra unità immobiliare attigua, pur di proprietà del medesimo, ricompresa in un diverso edificio condominiale, poiché in questo caso il collegamento tra unità abitative determina la creazione di una servitù a carico di fondazioni e struttura del fabbricato; quest'ultima ipotesi, peraltro, affinché il comportamento illecito del condomino determini un danno risarcibile, occorre la prova di un concreto pregiudizio economico, la cui verificazione, in assenza di un'effettiva dimostrazione, può ritenersi solo possibile o probabile. --- Cass. civ., sez. II, 6 febbraio 2009, n. 3035

    C'è un'altra Sentenza interessante;

    L’apertura di un varco nel muro perimetrale per le esigenze del singolo condòmino, può ritenersi in linea generale consentita quale uso più intenso del bene comune ex art. 1102 c.c. (sempre che sussistano i presupposti di legittimità previsti dalla citata norma), salvo allorché il varco consenta la comunicazione tra il proprio appartamento ed altra unità immobiliare attigua, pur se di proprietà del medesimo condòmino, ma ricompresa in un diverso edificio condominiale. Giacché, in tal caso, il collegamento tra due unità abitative determina la creazione di una servitù a carico di fondazioni, suolo, solai e strutture del fabbricato e anche di passaggio a carico di un eventuale ingresso condominiale su via pubblica, tale modifica non può legittimamente avvenire per iniziativa unilaterale del singolo condòmino, ma richiede il consenso unanime di tutti. --- Corte app. civ. Roma, sez. IV, 21 aprile 2010, n. 1688
     
    A Gennaro Minicucci piace questo elemento.
  3. Gennaro Minicucci

    Gennaro Minicucci Nuovo Iscritto

    Grazie, risposta esauriente in parte, poiché non mi è stato detto se l'albergatore ha potuto cambiare, legalmente, la destinazione dell'immobile a conduzione familiare e quella alberghiera, essendo a tutti gli effetti gli appartamenti delle suite e aggiungo costruendo un balcone dove prima c'era una finestra ad uno degli appartamenti (tutto sempre alcuna riunione condominiale).

    :p Sono molto soddisfatto della vostra assistenza e del vostro servizio. Grazie.
     
  4. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Se non espressamente stabilito e vietato dal Regolamento di Condominio Contrattuale, l'uso dell'appartamento può essere modificato in tutte le sue funzioni, ossia ambulatorio, ufficio, studio medico, B&B, affittacamere (albergo) ecc ecc.
     
  5. salves

    salves Membro Assiduo

    Professionista
    Occorre pure aggiungere che realizzando tali opere senza alcuna autorizzazione urbanistica e statica ha commesso abusi perseguibili.

    A parere mio non sanabili se non ottiene l'autorizzazione condominiale.

    Ciao salves
     
    A Gennaro Minicucci piace questo elemento.
  6. uragano

    uragano Membro Attivo

    Professionista
    ma mentre faceva i lavori dormivate tutti:domanda:avete chiesto l'intervento dei vigili:confuso:la risposta da parte del comune qual'e'
     
  7. Gennaro Minicucci

    Gennaro Minicucci Nuovo Iscritto

    Abbiamo sovrasseduto su tutto foderandoci gli occhi di prosciutto, prima per il quiete vivere, sono 35 anni che in nostro condominio vive in una quieta invidiabile, secondo un condomino parente dei proprietari dell'albergo ha espresso il desiderio di lasciare fare. Il problema non sarebbe stato sollevato e ne lo solleveremo, perché un condomino entrato di recente per possesso di eredità di un appartamento ignorantemente presente delle richieste che alla fine dovremmo discuterne per cui è meglio essere preparti. N.B.: mai abbiamo avuto necesità di un amministratore esterno, per un reciproco accordo e fiducia tra noi condomini abbiamo risolto tutte le controversie tra di noi e con i vicini bonariamente.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina