1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. ludovich

    ludovich Ospite

    Buona sera a tutti, sono nuovo del sito. confido in voi, della vostra esperienza per cercare di risolvere un problema creato da un nuovo proprietario.
    Ecco il fatto: il nuovo proprietario ha acquistato un locale al piano interrato del palazzo dove risiedo, locale accatastato come "Laboratorio/Magazzino" che al suo interno sono situate le vasche di raccolta della fognatura del palazzo e dell'acqua piovana. Dentro queste vasche sono installate delle pompe che servono per scaricare le acque bianche e nere nella fognatura comunale che a causa della poca pendenza tra la fognatura del palazzo e quella comunale risultano essere indispensabili. Le vasche, per poterle ispezionare sono chiuse con una lamiera. Preciso che il condominio è stato costruito nel 1962 per cio allora era tutto a norma di legge. Ora il nuovo proprietario pretende che il condominio si accolli la spesa per intubare e chiudere ermeticamente tutto il tratto fognario che, a suo dire e del suo avvocato (la sua compagna ed ex avvocato usato dal condominio per pratiche legali contro il precedente proprietario dello stesso locale) non rispetta le norme igieniche, minacciando azioni legali. Il condominio si è detto d'accordo nel sostituire le lamiere di copertura e di fissarle, riservandosi il diritto di chiedere di poterle ispezionare e intervenire per lo spurgo che a volte si rende necessario. Dopo aver accettato la proposta si è rimangiato la parola perché ora vuole rendere ermetico il tutto per evitare i miasmi.
    Secondo la VS esperienza e il codice civile, quali obblighi ha il condominio nei confronti del nuovo proprietario?
    Se i lavori sono solo delle migliorie che solo lui ne può beneficiare, non tocca forse solo a lui sostenere le spese?

    Grazie in anticipo, Daniele
     
    A Dimaraz piace questo elemento.
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Nessun obbligo del Condominio a qualsivoglia "pretesa" del nuovo proprietario su una servitù si presume conosciuta e accettata (rogito)
     
  3. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    direi che a tutto c'é un limite. tu scrivi:
    quelle che tu chiami vasche sono pozzetti di raccolta dei reflui e vanno chiusi con appositi coperchi, rimovibili, a tenuta per evitare la propagazione dei cattivi odori ed a livello della pavimentazione per evitare che costituiscano causa di inciampi. Quindi la "lamiera" va rimossa anche perché non deve costituire pericolo di capacità di tenuta per chi cammina nel Laboratorio/Magazzino o di facilità di spostamento per cui il buco potrebbe essere anche solo parzialmente scoperto, con tutte le responsabilità del caso.
    I pozzetti di raccolta degli scarichi domestici e delle acque meteoriche sono di proprietà e gestione condominiale. Lo dice la legge 220/2013 all' art. 1117 al comma 3)
    Nel 1962 già esistevano i pozzetti sifonati per evitare la propagazione dei cattivi odori dai medesimi.
     
    Ultima modifica: 21 Ottobre 2015
  4. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Lo dice l'art. 1117, comma 1, num. 3) del codice civile.
    L'art. 1 della legge n. 220/2012 ha sostituito l'art. 1117 del codice civile.
    Ma anche prima di tale sostituzione quelle parti erano di proprietà comune, se il contrario non risulta dal titolo.
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  5. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    se le vasche emettono odori sgradevoli devono essere dotate di coperchi a tenuta che oggi non hanno, l'intervento è a carico del condominio quale proprietario delle vasche, il proprietario dell'unità immobiliare concorrerà alla spesa per i millesimi di competenza ed ha il diritto di poter usufruire della proprietà appieno, così, con emissioni maleodoranti non si può dire ch ela cosa avvenga
     
  6. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Sicuramente come già evidenziato da altri non si può pretendere di chiudere ermeticamente le vasche in quanto (proprio a causa della scarsa pendenza) sarebbe poi impossibile intervenire con spurghi per la pulizia (a meno di rotture sempre costose).

    Potreste risistemare le vasche, ma per farlo vi occorre prendere atto della situazione esistente e proporre soluzioni correttive (anche il rifacimento delle vasche). Credo che vi occorrerà la verifica di un progettista con tanto di computo metrico delle opere necessarie a sistemare il problema. Altre soluzioni non ne avete.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina