1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. poppitella

    poppitella Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Salve mi chiamo giusi volevo un consiglio sono separata da 5 anni ,io e il mio ex marito avevamo acquistato una casa,con un mutuo di 6ooeuro al mese ora e' da 6 anni che nn paga il mutuo ho una bambina di 10 anni e vogliono buttarmi fuori di casa perche' la stanno mettendo all'asta....ho paura per mia figlia nn lavoro ho solo il mantenimento del mio ex marito di 300euro al mmese possono buttarmi fuori?cn una minorenne? ho devono darmi il tempo di trovare una soluzione
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Sei separata legalmente, hai l'assegno di mantenimento e conseguentemente anche l'assegnazione della casa, è così? L'assegnazione è stata fatta prima del pignoramento?
    La separazione legale, appunto, è la soluzione per limitare i danni derivanti dal pignoramento della casa e dalla successiva vendita all’asta ed espropriazione.

    Infatti, il provvedimento di assegnazione della casa coniugale, in sede di separazione o divorzio, pur non idoneo a costituire un diritto reale di uso o di abitazione a favore dell’assegnatario, integra un diritto di natura personale (Corte Costituzionale, sentenza n. 454/1989; Cassazione, sentenza del 23 marzo 2006, n. 4719; Cassazione, Sezioni Unite, 29 luglio 2002, n. 11096).

    Il diritto di natura personale è praticamente equivalente ad un diritto reale salvo il fatto che si estingue qualora l’assegnatario non vi abiti o cessi di abitarvi stabilmente, oppure conviva more uxorio o contragga nuovo matrimonio.
     
  3. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Se sei "separata", hai tuttora un "marito". Il quale diventerà "ex marito" solo quando vi sarà lo scioglimento o la cessazione degli effetti civili del matrimonio.
     
  4. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    In galera! In galera, strillava Bracardi
     
  5. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Chi la mamma con la bambina di 10 anni?
    Il marito che gli da un tozzo di pane con cipolla o
    Quelli della Banca? (una in più una in meno di casa pignorata, sai che gliene frega, non sanno a chi darle)


     
    Ultima modifica di un moderatore: 23 Ottobre 2013
  6. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    a me risulta che se la casa coniugale è stata assegnata in caso di separazione, nulla osta alla vendita all'incanto ma il problema emergerà al momento della presa di possesso del nuovo proprietario che non riuscirà legalmente a farti abbandonare l'appartamento, va da se che la cosa ostacolerà la vendita in quanto difficilmente qualcuno la comprerà
     
  7. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Attenzione, assegnazione (causa separazione) prima del pignoramento.
    Sì alla vendita all'incanto.
    Ma acquirente con le mani legate.
     
  8. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ma che situazione drammatica. E' drammatica perchè c'è di mezzo un padre che pare latitare (certo differente sarebbe se fosse disoccupato, ma non ci fa pensare questo la nostra amica)

    Gli ultimi due sicuramente. (battutaccia)
    I tempi moderni! persino in discoteca mettono Bracardi!
     
  9. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Ho vissuto la stessa storia, ovviamente, stando dalla parte opposta. Purtroppo nelle separazioni chi soffre maggiormente sono i figli, che talvolta vengono utilizzati dal coniuge, debole, per infierire in tutti modi sull'altro. Non dimentichiamo che chi esce di casa deve cercare un alloggio possibilmente ammobiliato, pagare l'affitto ed acquistare tutto il necessario per renderlo funzionale, oltre agli elettrodomestici indispensabili. Se poi è uno stipendiato o peggio un lavoratore saltuario, non considero la posizione del senza lavoro, tolto l'assegno mensile, le spese d'affitto, le rate e quelle per il fitto, non credo che ci sia il tanto per pagare il mutuo. Di contro la donna è sempre favorita perché le si assegna la casa e l'affidamento dei figli. A questo punto la differenza la fanno i genitori o i parenti prossimi delle parti interessate che in qualche modo aiutano il congiunto. Purtroppo se manca questo aiuto si è costretti a rivolgersi ai servizi sociali, alla caritas e alla mensa dei poveri. Di fronte a dove abito ed ho l'ufficio professionale c'è un centro della caritas. E' impensabile vedere chi lo frequenta, tolti gli zingari che arrivano a frotte a volte con macchine non proprio popolari, si insinuano nella porta d'ingresso persone umili ma con dignità, colpiti da storie come questa che sto esaminando e da questa crisi infinita. Si dice che da una separazione di una coppia che vive con uno stipendio senza problemi, ne escano due individui costretti a fare molte rinunce e purtroppo a farle fare ai figli incolpevoli. Il mutuo diventa l'ultimo pensiero e a volte l'ultimo ricatto. Chiedo scusa per la prolissità, ho rivissuto momenti che hanno lasciato il segno.
     
    A Hans Elegretel piace questo elemento.
  10. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    nessuna scusa, nessun problema. E' la vita che è un affare complicato.
     
    A syraka piace questo elemento.
  11. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Grazie arcera, mi sono fatto prendere dai ricordi e credevo di essere andato fuori tema.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina