• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

medicol

Membro Ordinario
Proprietario Casa
#1
risiedo all´ estero e vorrei comprare un appartamento in Italia.
Sono in condivisione dei beni con mia moglie
al fine di evitare il viaggio di 3 persone (io+mia moglie+mio figlio) per il disbrigo di tutte le pratiche che documento potrei fare?
Credo si tratti di procura: mia moglie dà procura a me per l' acquisto
mi confermate?
se sì che tipo di procura?
Si può fare da un qualsiasi notaio in Italia indipendentemente poi dove venga acquistato l' immobile?
E' possibile presso il consolato di appartenenza oppure da notaio all' estero?
 

Excalibur

Membro Attivo
Proprietario Casa
#2
Tua moglie può procurare te. Ci vuole un notaio. Se all'estero (era straniera e residente all'estero la persona che acquistato la casa di mio marito attraverso una procura) può capitare che il notaio italiano chieda un documento comprovante la qualifica di notaio del collega straniero. La figura del notaio - da quanto ho capito - è diversamente concepita nei vari ordinamenti sia europei sia extraeuropei. Per quanto ne so io il consolato niente può.
 

Excalibur

Membro Attivo
Proprietario Casa
#4
Sì certo. Poi il notaio italiano che curerà la pratica potrebbe chiederti qualche documento aggiuntivo sul collega tedesco. Se sei già avanti con le trattative puoi chiedere al notaio italiano che ti curerà l'acquisto come devi regolarti.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
#6
Mi pare di ricordare che in alcuni paesi i consolati sono autorizzati a rilasciare procura (@Nemesis dixit).
Se ora non ne ha fatto cenno significa che la Germania non è tra questi
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
#11
vogliamo acquistare un appartamento siamo in condivisione dei beni
per evitare la presenza fisica di mia moglie dal notaio che documento dovrei avere?
Non è necessario che entrambi interveniate nell’atto di compravendita dell'appartamento per acquisirne la comproprietà, poiché il coacquisto si realizza automaticamente ex lege.
Ai fini fiscali, invece, se voleste ottenere l’agevolazione "prima casa" sull’intero immobile, sarebbe necessario che entrambi rendiate le dichiarazioni previste alle lettere b) (assenza di altri diritti reali vantati su immobili ubicati nello stesso comune) e c) della nota II-bis) all’art. 1 della Tariffa, parte prima, allegata al T.U. del Registro (D.P.R. n. 131/1986).
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
#13
E perché? La procura PUÒ servire sia in caso di vendita che di acquisto.
Se poi in questo caso è superflua è altro discorso.
Non è colpa mia se i tuoi interventi sono tipicamente ermetici;)
 

moralista

Membro Senior
Professionista
#14
Non è solo in questo caso, se sei in comunione dei beni, qualsiasi cosa che (acquisti) compri anche da solo, automaticamente diventa in comunione
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
#15
Leggi cosa scrivi? Questo "solo" caso è proprio il caso generale di comunione dei beni. Solo in questo caso non è necessaria una procura.
In via ordinaria "anche" per acquistare per conto terzi serve la procura.
Non fare il gioco delle tre carte....
 

Excalibur

Membro Attivo
Proprietario Casa
#17
Avevo capito che il postante volesse acquistare la casa contestandola alla moglie (50% intestato a lui, 50% intestato a lei) che mi sembra una cosa diversa dall'acquisto di uno solo dei coniugi anche se in comunione dei beni. Dove sbaglio?
Facendo scongiuri, se il bene è cointestato e uno dei due proprietari diparte solo la sua parte cade in successione mentre se non è cointestato tutto il bene va il successione. Anche qui corretto?
 

medicol

Membro Ordinario
Proprietario Casa
#18
viviamo in Germania
sposati in comunione dei beni
acquisto appartamento in Italia NON prima casa
presumo che obbligatoriamente l´ appartamento acquistato sia 50% a me e 50% a mia moglie
se procura non serve al rogito in mancanza fisica di mia moglie come mi pare di capire tanto meglio
 

Excalibur

Membro Attivo
Proprietario Casa
#19
La mia era una domanda a chi ne sa più di me. Per il poco che ne capisco io se vuoi acquistare contestando l'appartamento a tua moglie , la procura serve.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Brigantes83 ha scritto sul profilo di Gianco.
Salve Gianco, sono nuovo del forum, desideravo esporle una questione, io ho ricevuto un testamento universale olografo da un'amica, quest'ultima era vedova e non aveva figli, ma esiste una cugina (figlia della sorella di sua madre) e una nipote (figlia del fratello del marito defunto)
essendo il testamento universale a mio favore questi ultimi due persone rientrano comunque nell'asse ereditario? grazie
Salve a tutti vorrei sapere come faccio a regolarizzare la mia cantina alta 2,78 e lunga mt 8 e larga mt 6 seminterrata la quale è stata accatastata risulta sulle planimetrie insieme alla casa.La casa era abusiva ed è stata condonata ma la cantina non risulta il condono non capisco il perché dato che risulta sulle planimetrie.Ora dovrei vendere il tutto ma non vorrei avere problemi in futuro o davanti al notaio.
Alto