1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Clematide

    Clematide Membro Attivo

    Nella circolare dell'Agenzia dele Entrate è stato chiarito che per il versamento dell'acconto IRPEF si debba considerare il reddito al netto del canone di locazione per il quale si opta per la cedolare, che lo stesso reddito è comunque da considerare ai fini della determinazione delle detrazioni fiscali per figli a carico e per lavoro dipendente e/o di pensione. Ne caso, quindi, di un lavoratore dipendente o pensionato con altri redditi per affitti per i quali si opti per la cedolare, IN LINEA TEORICA, ditemi se sbaglio, l'unico acconto da versare per il 2011 è di CEDOLARE SECCA. In sede di dichiarazione dei redditi del prossimo anno (redditi 2011), si determinerà un bel conguaglio a debito di IRPEF per il versamento delle maggiori DETRAZIONI riconosciute dal datore di lavoro e NON SPETTANTI? Mi chiedo. Solo in sede di 730/2012 o di UNICO/2012 sarà possibile determinare il reddito complessivo su cui calcolare le detrazioni IRPEF? Queste saranno sicuramente più basse rispetto a quelle considerate dal datore di lavoro, in quanto il reddito considerato da quest'ultimo non è al lordo di quello tassato con la cedolare secca. Perciò, solo a conguaglio, io sarò in grado di di considerare questo reddito ai fini della determinazione dell'imposta personale, in termine di determinazione di deduzioni e detrazioni fiscali (ad esempio familiari a carico). Qundi, a regime, considerando che gli acconti sono pari al 99% del reddito IRPEF, si andrà sempre e comunque a debito IRPEF?

    Altra cosa che io non ho ancora ben chiara è questa. Riguardo all'acconto IRPEF 2011, questo si ritiene "correttamente determinato" se pari al 99% del'IRPEF dovuta in UNICO/2011, relativo alo 2010, asumendo, asumendo il relativo reddito senza considerare il reddito fondiario prodotto nel 2010 dagli immobili abitativi per i quali, nel 2011, il contribuente si avvale della cedolare secca per l'intero periodo di imposta. Ai fini del calcolo dell'acconto IRPEF, però, la circolare non dice chiaramente - o perlomeno non ribadisce - se debba essere considerato il reddito da locazione, ai fini del calcolo delle detrazioni o deduzionmi fiscali. Per cui, che faccio? Calcolo l'acconto IRPEF 2011, non considerando gli affitti 2010 in sede di calcolo dell'imposta, ma considerandoli, invece, ai fini del calcolo delle detrazioni o deduzioni fiscali. Ti prego, Befera, illuminami! Corri in mio soccorso! Urge, da parte tua, un chiarimento. Altrimenti qui finisce, Beffy, che invece dal commercialista, mi ritrovo dall'analista....:-o
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina