1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. mariofrancis

    mariofrancis Membro Ordinario

    Inquilino/Conduttore
    Buongiorno, hogià scritto il 2c.m. e grazie per le risposte.
    Ieri, la padrona di casa mi ha aftto un proposta che mi ha lasciato basito, mi ha chiesto di fare l'amministratrice dello stabile a tutti i livelli farebbe un assemblea, presentandomi come tale avrei in mano il cc condominiale, pagherei ecc.ovviamente ha specificato tutto gratis, ma io Vi chiedo:
    oneri e onori tutto a mio carico? se sbaglio chi paga? Io di tasca mia?
    gentilmente mi sapete dire in cosa incorro se sbaglio? e per farmi pagare qualcosa(ammesso che accetto) quale può essere l'importo? che tasse pagare? aprire P.IVA ecc?

    Grazie
     
  2. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Alla luce della riforma del condominio di cui alla legge 220/2012 entrata in vigore lo scorso 18 giugno 2013, ci penserei bene prima di accettare l'incarico soprattutto se "aggratis"...
    http://www.bosettiegatti.eu/info/norme/statali/2012_0220.htm

    Per un eventuale compenso, no non ci sarebbe obbligatorietà della partita IVA in quanto amministratore del PROPRIO condominio, ma semplice inquadramento come Co.Co.Pro.
     
  3. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    "Ufeléé fa el to mesté" tradotto nel significato per i non meneghini (come lo sono pure io) : ognuno faccia i lavori che è in grado di fare.
    Se tu fai già l'amministratrore non vedo che problemi tu possa avere ad assumere questo incarico certo che farlo gratis mi sembra troppo una beneficienza a meno che non baratti la tua prestazione con l'affitto.
    Se è la tua prima esperienza lascia perdere.
    Sappi che sulla piazza di Roma gli amministratori chiedono tra gli 80 ed i 130 euro all'anno per unità immobiliare + Cassa pensionistica + IVA : dipende dal numero di condòmini da gestire (più sono e più diminuisce il prezzo)
    Nel mio condominio siamo 14 condomini; il compenso pattuito con l'amministratore è di 1750 euro l'anno tutto compreso.
     
  4. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Dal tenore dei quesiti, è certamente alla prima esperienza.
     
  5. mariofrancis

    mariofrancis Membro Ordinario

    Inquilino/Conduttore
    Luigi non vorrei sbagliare da milanese doc la traduzione è" al pasticciere il suo mestiere"è il milanese verace del Porta, poi modificato ed addolcito negli anni. a parte questo,sì confesso è la mia prima esperienza, la cosa mi intriga ma vorrei fare le cose giuste. coprire questo ruolo è avere un controllo certo dell'amministrazione(da affittuario troppe esperienze negative con amministratori che sbagliano gli addebiti)
    ma nonorrei trovarmi un carico enorme, però credo che tutti sia partiti con tanta volontà ed esperienza zero, si è vero farlo gratis è follia, ma era un modo per partire, poi, magari dopo 6 mesi (si vedeva come giravano le cose) un contributo, magari 1 mese di affitto all'anno.(nello satabile solo 9 inquilini di cui 3 morosi)bollette solo per luce, acqua e riscaldamento centralizzato(no box, no ascensore) eventuali rotture citofono e poche cose,la mia paura è se sbaglio qualcosa che mi succede?Tanti dubbi, tanta voglia
    di fare....
    grazie siete sempre carini, vi farò sapere, grazie mille
     
  6. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Infatti da non milanese avevo tradotto il significato della frase dialettale che si dice quando qualcuno vuole fare qualcosa che esorbita dalle sue capacità per cui emergono delle magagne.
    Ad ogni modo a me sembra che ci sia qualcosa che non va; mi spiego: se tu hai già una tua attività lavorativa che non ha nulla a che fare con le problematiche della gestione di un condominio puoi solo contare sul tuo buon senso e sulla tua capacità di somatizzare qualche testo che parla di come deve essere svolta l' attività di amministratore di condominio perchè ti manca la "gavetta". Poi c'é un'altra cosa che riguarda il compenso: farlo gratis non ti ingrazierà nessuno dei condomini nel momento in cui emergessero degli errori comportamentali da parte tua; farlo barattando il compenso con l'affitto vuol dire che o supervaluti il compenso di amministratore oppure che paghi poco di affitto.
     
  7. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Assiduo

    Professionista
    la riforma del condominio entrata in vigore stabilisce i requisiti necessari per l'amministratore ed accresce i suoi obblighi e di conseguenza la responsabilità verso il condominio mandante e i terzi.
     
  8. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Sconsiglio vivamente a chi non abbia preparazione adeguata, struttura ed esperienza di amministrazione stabili di imbarcarsi in un'avventura del genere.
    Con le responsabilità che l'incarico comporta e la giungla di leggi che regolano la materia, il rischio è troppo elevato se non si è più che preparati.
    Infatti, come dice l'avvocato, la riforma entrata in vigore stabilisce dei requisiti ben precisi per poter fare l'amministratore di uno stabile ... ed era ora !!!
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina