1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. candido85

    candido85 Nuovo Iscritto

    Quando si fa una proposta d'acquisto la si accompagna con una somma in acconto che in caso di accettazione dell'altra parte diverrà caparra confirmatoria, mentre la proposta diverrà preliminare.
    Se invece si inserisce nella proposta d'acquisto una condizione sospensiva, che andrà a far parte del preliminare in caso di accettazione, la prassi è quella di versare anche in questo caso la somma in acconto?
    A rigor di logica mi verrebbe da dire che la somma vada versata solo all'avveramento dell'evento dedotto nella condizione sospensiva, ma forse sbaglio.
     
  2. Bonats

    Bonats Nuovo Iscritto

    Ciao,

    La somma va versata e bisogna specificare chiaramente che a condizione avverata varrà come caparra confirmatoria...

    Succede spesso che ci dimentica di inserire questa particolarità e i venditori, magari bisognosi di soldi, incassano la caparra ancor prima che il contratto diventi esecutivo.

    Ciao
     
  3. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La caparra non è elemento essenziale del contratto. La sua presenza dipende dalla contrattazione delle parti. In genere è prevista a tutela del buon esito del contratto.

    Più che un acconto che diventa caparra confirmatoria, io prevederei una caparra penitenziale che diventa caparra confirmatoria. Al momento del rogito la caparra confirmatoria diventa acconto sul prezzo.

    Quanto all'incasso della caparra da parte del venditore, questo viene inteso come accettazione implicita della proposta. In caso di mancato avveramento della condizione sospensiva, il denaro va restituito al proponente.

    Ricordo che la proposta, per essere validamente considerata un preliminare, deve contenere tutti i dati necessari ad identificare correttamente l'immobile (dati catastali) e le parti, oltre a:
    - oggetto del contratto, che sarà il futuro trasferimento dell'immobile dietro pagamento del prezzo;
    - termine entro il quale il contratto definitivo va concluso.
    Per avere un contratto più completo, si suggerisce di definire anche:
    - le obbligazioni del venditore e dell’acquirente;
    - il prezzo della vendita e le modalità di pagamento;
    - le condizioni della compravendita e le garanzie della stessa;
    - i documenti di provenienza del bene o dei beni;
    - l’indicazione della presenza di eventuali formalità ipotecarie;
    - la decorrenza del possesso del bene o dei beni.

    La proposta, se accettata, deve essere obbligatoriamente registrata.
     
  4. candido85

    candido85 Nuovo Iscritto

    Ciao grazie per la risposta. Volevo chiederti se la "natura" della caparra va espressamente specificata nella proposta. Bisogna cioè indicare se è penitenziale oppure confirmatoria, oppure basta scrivere caparra?
     
  5. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Occorre specificare. In assenza si intende come confirmatoria.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina