• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

alex2018

Nuovo Iscritto
#1
Buongiorno vorrei ricevere info in merito alla mia situazione. Praticamente sto vendendo un immobile ed ho firmato la proposta di acquisto redatta dall'agenzia immobiliare a cui ho affidato la vendita.
Visto che è saltata la data del compromesso indicata nella proposta e non ho ricevuto nessuna informazione dall' agenzia di quando si farà perchè devo sanare alune piccole cose edilizie e mi è stato detto che se non si sanano non posso fare il compromesso. Premetto che chi ha deciso di acquistare era al corrente di queste sanatorie in atto indicate nella proposta come a carico mio. Pertanto credo che sarebbe bastato scriverlo nel compromesso.
Visto che a distanza di 30 gg dalla firma della proposta non ho ricevuto nè una fotocopia nè il titolo originale indicato nella proposta come caparra controfirmatoria;
Visto che l'agenzia non risponde alle mie telefonate e non mi fa capire perchè ancora non mi ha dato la caparra e questa cosa mi rende molto nervoso per la mancanza di educazione.
Vorrei sapere in virtù di quanto sopra detto se posso ritenere nulla questa proposta specialmente perchè non ho mai visto questa caparra e vendere l'immobile ad altre persone interessate?
Grazie mille per le risposte
 

Nemesis

Membro Storico
#2
Art. 1326 c.c.:
Il contratto è concluso nel momento in cui chi ha fatto la proposta ha conoscenza
dell'accettazione dell'altra parte.
L'accettazione deve giungere al proponente nel termine da lui stabilito o in quello ordinariamente necessario secondo la natura dell'affare o secondo gli usi.
Il proponente può ritenere efficace l'accettazione tardiva, purché ne dia immediatamente avviso all'altra parte.
Qualora il proponente richieda per l'accettazione una forma determinata,
l'accettazione non ha effetto se è data in forma diversa.
Un'accettazione non conforme alla proposta equivale a nuova proposta.
 

alex2018

Nuovo Iscritto
#3
Il problema è che la normativa non mi assicura di aver ragione non avendo ricevuto personalmente e neanche come copia la prova della consegna di caparra. Credo che non avendo ricevuto questa caparra la proposta dovrebbe essere nulla. Se l'agente ha ricevuto la caparra e non me l'ha data credo che il problema sia suo nei confronti dell'acquirente e non è più una mia responsabilità.
 

alex2018

Nuovo Iscritto
#4
quello che vorrei principalmente sapere è se posso annullare il tutto non avendo ricevuto dopo 30 giorni dalla firma della proposta nessuna caparra o prova di essa. Mentre nella proposta è menzionata dicendo che sarà cura dell'agente recapitare il titolo nel più breve tempo possibile e non oltre 15 giorni al venditore. Sono giorni che chiamo l'agente per avere spiegazioni e non ricevo risposta. Naturalmente non abito vicino altrimenti sarei già stato in agenzia.
 

Franci63

Membro Assiduo
#5
Visto che è saltata la data del compromesso indicata nella proposta e non ho ricevuto nessuna informazione dall' agenzia di quando si farà perchè devo sanare alune piccole cose edilizie e mi è stato detto che se non si sanano non posso fare il compromesso.
non vale quanto ti è stato detto, ma quanto firmato.
Hai una copia della proposta da te accettata ?
Hai prova che la tua accettazione sia stata comunicata al proponente ?
Perche non hai avuto la caparra ? Il proponente ha dato una somma all'agente che la tiene in deposito, o non ha proprio versato nulla ?
Per caso è una proposta con condizione sospensiva per il mutuo o per la regolarità urbanistica ?
Credo che non avendo ricevuto questa caparra la proposta dovrebbe essere nulla.
Credi male, nel senso che prima devi assolutamente capire perché non hai ricevuto la caparra .
Non puoi vendere ad altri se prima non hai chiarito se esiste un contratto preliminare efficace.(la proposta firmata e comunicata).

La cosa più sgradevole è sicuramente il comportamento dell'agente, che si nega.
 

Gianco

Membro Storico
#7
devo sanare alune piccole cose edilizie e mi è stato detto che se non si sanano non posso fare il compromesso.
Il tuo tecnico e l'agenzia immobiliare ti avrebbero dovuto consigliare di regolarizzare la situazione urbanistica e catastale prima di sottoscrivere un compromesso. Purtroppo, sovente si riscontrano problemi superiori a quelli previsti ed in questo caso sono dolori.
 

alex2018

Nuovo Iscritto
#8
E' scorretto non avermi mandato una prova di questo assegno, o il titolo indicato nella proposta d'acquisto firmata? Non avendo ricevuto nessun titolo o prova può farmi recedere da questa proposta.? Chi ha fatto la proposta di vendita era al corrente della regolarizzazione urbanistica da effettuare. L'agente immobiliare non mi risponde e non mi da informazioni approfittando che sono a 600 km di distanza. Assurdo questo comportamento!!!!! Cmq grz a tutti per le risposte
 

alex2018

Nuovo Iscritto
#10
Ma l'assegno doveva essere stato consegnato alla firma dell'accettazione della proposta, non dopo
Io vivo lontano dal luogo dell'immobile quindi ho firmato la proposta e mandata via mail. Dopo ho sentito l'agente e ho chiesto di inviarmi l'assegno o prova di esso per verificare anche la solvibilità. Mai ricevuto nulla e mi dispiace che questa cosa non rende nullo un contratto!!!!!!!
 

Dimaraz

Membro Storico
#12
Se la mail non era una pec , il contratto non ha molto valore, quando serve la forma scritta.
Non mi risulta sia richiesta una forma "certificata" della comunicazione di avvenuta accettazione di una proposta di acquisto/vendita.

Visto che espressamente riporta
quindi ho firmato la proposta e mandata via mail.
intendo che abbia firmato un originale e inviato un "file" di scansione.

Il "contatto" è valido e vincolante.

Evito i commenti sulla professionallità dell'agente ...ma non trascurabile anche la troppa "leggerezza" (per non dire peggio) con cui @alex2018 ha agito.

Unico consiglio: si faccia i 600 km. e vada a farsi consegnare l'assegno provvedendo ad aggioranmento delle scadenze e clausole ...o "straccio" di tutte le copie del preliminare/proposta.
 

Franci63

Membro Assiduo
#13
Non mi risulta sia richiesta una forma "certificata" della comunicazione di avvenuta accettazione di una proposta di acquisto/vendita.
Giusto, in senso generale.
Qui però non si tratta di comunicazione dell’accettazione,ma di tutti i passaggi fatti solo via mail (almeno io ho capito che ha ricevuto la proposta via mail , e firmato la scansione, poi rinviata).

Non è certo un contratto a prova di bomba...;)

Condivido il suggerimento di farsi i 600 km e chiarire, magari prendendo anche il fantomatico assegno (se non è virtuale anche quello).
Sull’agente ....no comment
 

Gianco

Membro Storico
#14
Io un caso simile l'ho risolto rivolgendomi ai Carabinieri, lamentando un comportamento non proprio lineare. Il tizio è volato in un attimo. Non ho fatto alcuna denuncia, ho solamente raccontato il fatto al Comandante.
 

alex2018

Nuovo Iscritto
#15
in settimana andrò a vedere personalmente cosa succede. Spero di trovare un modo per liberarmi da tutto e riproporre l'immobile ad altre persone più serie.
 
#16
Fare 600 km. senza essere sicuro di trovare gli interlocutori? prova a telefonare se possiedi copia della proposta alla controparte senza interpellare l'agente, potresti chiarire tante cose che per il momento non sono chiare:):sbuffo:
 

Gianco

Membro Storico
#20
Facci sapere come si risolverà. Ma sebbene non possieda la sfera di cristallo, sono convinto che non lo incontrerai. I presupposti ci sono tutti.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve,dal 20 settembre 2017 sono venuto ad abitare con una famiglia a cui ho prestato la mia opera di badante per un loro cugino gravemente ammalato, che è deceduto dopo un mese,la famiglia di sua spontanea volontà mi fece la proposta di rimanere a vivere con loro fin quando non avrei trovato un'altra lavoro ma non mi avrebbero pagato per dare una mano in casa,mi dovevo accontentare di vitto e alloggio
moralista ha scritto sul profilo di luciano155.
ma non c'è neanche il profilo di luciano155
tanti auguri a tutti buone feste e tante belle cose lella
anche x marinarita grazie della comprensione ...comunque c'e' legge nuova x tutelare proprietari case ….noi alla fine da 1 giugno 2013 a 7 luglio 2017 mai pagato affitto 4 anni piu' spese tribunale avvocati tasse ...ecc. se pagava onestamente l'affitto tutti i mesi non sarebbe in questa situazione le lasciano meta' stipendio….tanti anni ...non so se ne valeva la pena non pagare l'affitto ….giustizia e' fatta
x uva ---finalmente finita con sentenza tribunale milano dato che la nostra inquilina aveva fatto 2 finanziarie …???? il 29 novmbre tribunale milano ci ha messo primi creditori sul quinto dello stipendio ...tutto specificato debiti avvocato 4 anni affitto mai pagato ….la tipa si e' presentata urlando ...la giudice ci ha inserito primi creditori prenderemo tutto da subito con quinto dello stipendo .finita bene kiss
Alto