1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. trottolo

    trottolo Nuovo Iscritto

    Salve,

    dopo aver effettuato una proposta di acquisto mi sono reso conto nell`impossibilita' dell`acquisto(dopo due giorni) a causa della presenza di una decina di gatti in possesso dell`inquilina al piano terra(mia moglie e` asmatica ed e` allergica al pelo dei gatti). L`AI mi aveva assicurato di non inoltrare la proposta prima del lunedi successivo in quanto dovevo ancora consegnargli l`assegno(che e` mensionato nella stessa proposta come caparra confirmatoria). Una volta informato l`AI di non voler piu` concludere tale affare per questi motivi il suddetto mi ha mandato mezzo telegramma l`accettazione del venditore. Considerato il fatto che non ho versato un assegno che e` destritto come versato in tale documento e considerato il fatto che gli impianti elettrici non sono a norma posso recedere da tale proposta e considerla come carta straccia?

    Grazie per l`aiuto
     
  2. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto

    il venditore l'ha accettata la proposta.
    che abbia ricevuto o meno l'assegno di caparra confirmatoria non cambia nulla, e' un contratto valido, anzi e' diventato con la sua accettazione un preliminare.
    quindi se adesso ti ritiri entrambi dovrete pagare la provvigione e il povero venditore non avendo ricevuto nemmeno l'assegno di caparra confirmatoria si attacca....................al tram.
    a meno che non ti porti in giudizio per danni ma lo sconsiglio vivamente data la lungaggine del diritto civile italiano. :rabbia:
    MAI accettare una proposta senza assegno di caparra anzi io consiglio SEMPRE di firmare nell'incarico all'agenzia di pretendere almeno una caparra pari alla provvigione. Il perche' mi sembra evidente.;)
    Altrimenti questi sono i rischi.:occhi_al_cielo:
     
  3. trottolo

    trottolo Nuovo Iscritto

    l`assegno non e` stato dato ma e` specificato come consegnato nella proposta di acquisto....questo non la annulla visto che non e` la situazione reale? posso pretendere che gli impianti siano a norma? e casomai rifiutare l`affare nel caso non lo siano?(la voce impianti a norma non e` stata barrata)

    nella proposta e` indicato solo un venditore mentre sono venuto a conoscenza che i venditori sono tre fratelli....tale fatto non la rende nulla? la proposta non deve essere firmata anche dai venditori o basta solo il telegramma dell`AI?


    per capirci ci troviamo di fronte an un AI molto scorretto.....
     
  4. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto

    dille tutte insieme le cose :D
    lascia perdere gli impianti e poi bisogna vedere se la casa e' ante 1990 oppure e' stata costruita dopo.
    questo particolare dei tre venditori proprietari e' molto importante.
    certo che devono accettare e firmare tutti e tre a meno che uno di loro non abbia la delega degli altri.
    l'agente ti deve mandare nei termini stabiliti la proposta accettata e firmata dal venditore o dai venditori in questo caso.
    se oltrepassa questo termine il contratto perde validita'.
    ti spiego: nella proposta/preliminare di solito c'e' una scadenza irrevocabile di 15 gg.
    entro quei 15 gg ti deve essere consegnata la proposta accettata e firmata dal venditore e tu prendi visione firmando a tua volta, sempre se sei nei termini.
    ti puo' essere mandata in raccomandata, in fax,consegnata personalmente in agenzia e sempre in forma scritta.
    fa fede il timbro postale o la data del fax ovviamente.
    se l'agente ti dice per telefono, no, no,. POTREBBE ANCHE NON ESSERE VERO.
    Tu devi controfirmare la proposta entro il termine di scadenza.:p
     
  5. trottolo

    trottolo Nuovo Iscritto

    L'AI mi aveva detto che avrebbe mandato la proposta non appena ricevuto il mio assegno....ed ha fatto firmare mia mogliedicedomi che quando gli portavo l'assegno lei avrebbe mandato il documento.....da questo si vede la malafede!!!!ma sto foglio senza caparra e senza assegno ha valore? non si può ritenere non concluso?
     
  6. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    se l'AI ha l'accettazione di tutti i proprietari non puoi tirarti indietro per i gatti della signora. mi permetto però di farti notare che forse dovresti cambiare tipologia di alloggio e provare ad acquistare una villetta magari in periferia e/o in un paese vicino. qualunque casa comprerai infatti correrai il rischio che il giorno dopo vi si trasferisca una signora amante dei gatti e allora che farai? mica puoi cambiare casa a seconda dei vicino che ti ritrovi?
     
  7. trottolo

    trottolo Nuovo Iscritto

    questo lo capisco ma a causa del comportamento scorretto dell`AI non vogliamo piu` continuare la trattativa.....le motivazioni esposte da me sopra sono sufficienti a ritenere nulla la scrittura? le ricordo:

    - non consegna dell`assegno
    - non viene specificato lo stato degli impianti
    - il certificato energetico viene segnato come presente ma in realta' e` da autocertificare
    - e` stato scritto solo un proprietario (inserendo solo il cognome) e il suo codice fiscale
     
  8. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto

    vediamo di fare chiarezza.
    ACE e' obbligatorio alla data del rogito. dal 1.1.2012 e' obbliagtorio in molte regioni anche in vetrine delle agenzie e in pubblicita' sui siti ...............tranne che per chi aveva dato incarico all'agenzia prima del 31.12.2011. si metteranno in regola cmq al piu' presto.
    -Dichiarazione di conformità degli impianti: se l'immobile e' di costruzione recente altrimenti per immobile usato puo' bastare dichiarare che le parti convergano.
    -Conformità impianti se realizzati dopo il 1990. Basta che lo certifichi un tecnico del venditore alla data del rogito.
    te l'ho gia' spiegato, leggi bene.
    la non consegna dell'assegno di caparra confirmatoria NON invalida il contratto.
    il contratto e' validissimo.
    se vuoi, puoi usare la carte dell'unico proprietario che ha firmato anche al posto degli altri due.
    questo e' grave.:rabbia:
    cmq ty hau le tue belle colpe ............non si puo' andare in giro a firmare proposte/preliminare e poi decidere dopo due gg che quella casa non piace piu'.
    ...cerca di essere molto chiaro con loro in tal senso....l'affare si concretizza solo se c'è la volonta' di tutti i proprietari ....anche se l'incarico all'agenzia fosse stato dato solo da un proprietario.....
    quindi la proposta deve essere firmata per accettazione da tutti e 3 i proprietari.
     
    A elenadellimmobile piace questo elemento.
  9. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto

    La domanda posta e': la proposta irrevocabile di acquisto che diventa preliminare, di un immobile deve essere accettata per iscritto da TUTTI I COMPROPRIETARI dello stesso, affinchè si perfezionino il contratto di mediazione ed il contratto di compravandita?
    La mia risposta è che sarebbe meglio ma non è obbligatorio dato che la proposta/preliminare si perfeziona anche solo con l'accettazione di alcuni comproprietari; l'atto si perfeziona solo con la totalità dei comproprietari.
    Se viene promessa in vendita la piena proprietà (e non le quote) gli altri che promettono di vendere si obbligano a poter vendere anche le quote non di loro proprietà e se ciò non si avvera la vendita non si perfeziona e i promittenti la vendita pagano i danni.
    quindi se al rogito si presentano i tre proprietari e sono decisi a vendere e tu ti ritiri sei tu che sei inadempiente.
    proprio un bel guaio.
     
  10. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ti puoi liberare dalla proposta nei seguenti casi, oltre a quelli indicati da ccc1956:
    - il modulo di proposta che hai sottoscritto rimanda alla stesura di un successivo preliminare prima di giungere al rogito (la Cassazione ha affermato che il preliminare di preliminare è nullo);
    - se quanto indicato nella proposta non è stato rispettato (ad es. se gli impianti non sono a norma e nella proposta è presente una specifica voce che andrebbe spuntata per segnalare tale situazione e ciò non è stato indicato).

    Il mancato versamento della caparra, purtroppo, non è motivo per poter invalidare la proposta di acquisto, in quanto, a meno che non sia esplicitamente indicato, non è un elemento essenziale del contratto (è perfettamente accettabile una proposta di acquisto senza caparra).

    Purtroppo sei incappato in un peccato di ingenuità ed inesperienza, non avendo inserito delle clausole sospensive nella proposta. Vedi se con quello ti è stato indicato puoi fare qualcosa e in bocca al lupo.
     
  11. gcaval

    gcaval Nuovo Iscritto

    no, nello specifico:

    il contratto prescinde dalla consegna dell'assegno. E' una tutela dell'AI e del proprietario averlo subito in mano. Ma il fatto che sarà consegnato a posteriori, non implica assolutamente la nullità del contratto

    il contratto è assolutamente valido. In nessun contratto standard è fatta esplicita richiesta dello stato degli impianti. Se le parti pattuiscono qualcosa a riguardo (rifacimento, adeguamento, ecc.) va messo per iscritto ,altrimenti compri "visto e piaciuto, nello stato di fatto in cui si trova"

    avranno tempo fino al rogito per sistemare la cosa, in base alle disposizioni regionali


    questo è un punto un po' più delicato, non perché sia uno anziché tre, ma proprio perché mancano le generalità complete del proprietario. Nel primo caso, infatti, la cosa la risolverebbero con una procura.
    Questo è l'unico punto su cui puoi fare qualcosa. Devi però rivolgerti ad un avvocato, perché, proprio a causa della malafede dell'AI, non ti lasceranno ritirarti con una stretta di mano.

    PS: in tutta questa storia c'è sicuramente la malafede dell'AI, ma anche tu non hai motivazioni tali da avere la ragione al 100%, anzi. Quando si firma un contratto, bisogna sapere cosa si firma, quali sono gli impegn i e le responsabilità. In questo, sei stato quanto meno molto superficiale.
     
    A ccc1956, elenadellimmobile e bolognaprogramme piace questo elemento.
  12. gcaval

    gcaval Nuovo Iscritto

    PS: mi dispace aver praticamente ripetuto quanto scritto in precedenza da altri, scrivevo in contemporanea. Diciamo che siamo tutti d'accordo, però... :)
     
  13. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto

    scusa dove lo hai letto?????????????:domanda::domanda:
     
  14. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto


    OTTIMO :sorrisone::sorrisone:
     
  15. trottolo

    trottolo Nuovo Iscritto

    vorrei iniziare da qua perche` mi sono reso conto di aver fatto una cosa assurda....mi moglie non ci dorme la notte....piu` per inesperienza che altro...so che mi rendo ridicolo ma credetemi sono stato preso per i fondelli dall`AI che ha agito in totale cattiva fede...la prox volta staro' piu` attento e soprattutto ho capito che il compito di taluni AI e` quello non di mediare ma di lucrare anche sul non lavoro!!!!

    il fatto e' che l`assegno c`e` scritto che l`ho consegnato ma in realta` no...nella proposta e` controfirmato dall`agenzia che ho consegnato come caparra confirmatoria un assegno che non ho mai dato! quindi potrei addirittura non dare tale cifra al venditore?(non lo farei mai perche` non sono un delinquente e non dormire la notte due volte!!) tale fatto e` diverso dal dire paghero`...c`e` scritto ha pagato ma non l`ho fatto in realta`....questa condizione non annulla il tutto perche` mendace?

    Proprio quest`ultima e` la mia condizione....presenza della voce nel modulo precompilato ma non e` stata sbarrato nulla....cioe` come se non mi avessero dato tale informazione....non dovrebbero darla?potrei pretendere uno sconto o la messa a norma dell`impianto? (cavi elettrici degli anni 70 per intenderci quelli rigidi contro ogni normativa antiincendio)

    grazie ancora per il supporto datomi!
     
  16. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Suprema Corte di Cassazione, sentenza 2 aprile 2009 n. 8038
     
  17. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto

    questo l'ho so anch'io.............intendevo dire dove l'hai letto nel messaggio nel nostro utente. :occhi_al_cielo:
    tu dici:
    Ti puoi liberare dalla proposta nei seguenti casi, oltre a quelli indicati da ccc1956:
    - il modulo di proposta che hai sottoscritto rimanda alla stesura di un successivo preliminare prima di giungere al rogito (la Cassazione ha affermato che il preliminare di preliminare è nullo);

    io sinceramente non ho letto niente di questa cosa.
    lui non ha mai scritto che ha firmato una proposta che rimanda al preliminare o che deve ancora fare un preliminare.
     
  18. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    È ovvio che non possa sapere cosa c'è scritto nel modulo che ha sottoscritto trottolo. Il mio è ovviamente un consiglio per verificare il contenuto della proposta che, qualora rimandasse ad un preliminare, sarebbe da considerarsi nulla. :daccordo:
     
  19. uragano

    uragano Membro Attivo

    Professionista
    partiamo un punto alla volta.ammesso che tu volessi acquistare e' firmato il contratto e ti ritiri perdi la caparra versata.hai versato la caparra no? ti ritiri cosa perdi nulla.pertanto sara' AI a dover dimostrare al venditore che
    possiede l'assegno.se tu non glielo consegni sono problemi suoi.il venditore potrebbe denunciarlo per falso.la stessa cosa e' valida per te.puoi sempre dimostrare la tua buone fede.io aspetterei che si muova AI dormirei sonni tranquilli. d'altronde non ti possono obbligare ad acquistare.
     
  20. bolognaprogramme

    bolognaprogramme Membro Assiduo

    Professionista
    Che Trottolo sia in buona fede è un'affermazione eccessiva.

    Ha comunque sottoscritto una proposta d'acquisto e solo dopo due giorni ha deciso di non acquistare per via dei gatti..
    Adesso sta cercando delle scuse per ritirarsi, il che non mi sembra dimostrazione di buonafede.

    In ogni caso, per legge non è assolutamente obbligatorio che gli impianti siano a norma, quindi cassiamo questa scusa.

    La proposta è valida anche senza il versamento dell'assegno e se il mediatore ha scritto che era stato versato contestualmente alla proposta (bugia) anche tu hai firmato di averlo versato (bugia).

    Se anche nella proposta fosse preventivato il preliminare, non è che la proposta si annulli automaticamente: bisogna andare da un legale e istruire una pratica.

    Diciamo che Trottolo e il mediatore possono stringersi la mano, quanto alla malafede.
     
    A ccc1956, arianna26 e Jrogin piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina