1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. enricamannari

    enricamannari Nuovo Iscritto

    Buonasera,
    Ho un quesito da porvi.
    Vivo in campagna e la mia proprietà è su più livelli.
    Una parte del muro di contenimento del mio giardino, fatto da pietroni irregolari cementati, confina con un'altra proprietà. Su questo è addossata una "baracca" che, quando io e i miei vicini abbiamo
    acquistato le nostre case, è stata divisa in due unità da una parete, e la parte dei miei vicini condonata come magazzino.
    La baracca ha un tetto di lamiera che copre sia la mia parte che quella dei miei vicini, sostenuto da delle travi in acciaio cementate nel muro di contenimento.
    Il muro di contenimento non ha spioventi.
    Il tetto è leggermente più basso rispetto all'altezza del muro. Il terreno del mio giardino è circa 30-40 cm più basso rispetto all'altezza del muro.
    Dalle mappe catastali non è chiaro se la proprietà del muro è esclusivamente mia, condivisa o dei miei vicini e per questo motivo le chiedo un parere.
    Inoltre vorrei sapere se i miei vicini possono o meno intervenire sul muro di contenimento e se possono alzare quella porzione di muro, visto che questo sulle mie mappe catastali a volte è segnato con
    una linea continua ed altre con una linea tratteggiata (per questo motivo non è chiaro chi sia il proprietario del muro).
    Vi ringrazio molto per la vostra gentilezza,
    Cordialmente
    Enrica Mannari
     
  2. lordh

    lordh Nuovo Iscritto

    Allora il muro di contenimento, o meglio la sua cura, spetta al proprietario del fondo che contiene. Quindi il proprietario del fondo sovrastante il suo deve manutenere il muro per garantire sia il fondo sovrastante (non smottare giù) sia il fondo sottostante (non essere invaso dal terreno sovrastante). Tale regola generale trova solo una deroga nel caso in cui il dislivello sia stato voluto (e quindi artificialmente ottenuto) dall'uomo. Nel caso infatti in cui qualcuno per sua volontà voglia sbancare e costruire poi su tale terreno artificialmente abbassato spetta a lui e solo a lui la cura del muro di contenimento.

    Aggiunto dopo 5 minuti ....

    P.s. se si discute della proprietà del terreno (su cui tale muro incide) è altra cosa e solo le mappe catastali o gli atti di proprietà possono fare luce su tale punto. In sostanza, comunque, se il muro contiene un terreno e questo non è di sua proprietà (ma a confine) tutto il muro sotto il fondo più alto è del fondo alto e la sua cura spetta a lui, quello che lo sovrasta sarebbe un normale muro di confine e rispecchia la disciplina normale ovvero è a metà fra i due proprietari.

    Se non ho capito qualcosa chiedi pure, e se ho sbagliato correggetemii pure!!;)
     
  3. enricamannari

    enricamannari Nuovo Iscritto

    Grazie per la risposta.
    Il dislivello non è naturale, ma creato dal precedente proprietario del terreno.
    Quando io e i miei vicini abbiamo comprato le nostre case, che appartenevano alla stessa persona, il dislivello ed il muro di contenimento erano già presenti.
    Dalle mappe catastali non è chiara la proprietà del muro e del terreno sul quale è costruito.
    Se fosse di mia proprietà non potrei più intervenire per la manutenzione del muro in quanto i miei vicini hanno iniziato i lavori di ristrutturazione della baracca e di conseguenza il muro diventerà una parete del magazzino...
     
  4. lordh

    lordh Nuovo Iscritto

    Se, allora, il problema è la proprietà del suolo su cui sorge il muro l'unica soluzione è il titolo per comprovare la proprietà (possibile che l'atto di compravendita non menzioni nel chiarire le porzioni di terreno assegnate un muro che potrebbe essere perfetto strumento di divisione?) oppure la proprietà continuata nel tempo (usucapione) ma credo che nel tuo caso gli anni necessari non siano passati. In sostanza il muro appartiene al proprietario del terreno, il proprietario si dovrebbe evincere dal titolo di compravendita (tuo o del tuo vicino) in alternativa l'unica è il possesso prolungato (ma come sopra credo che non ci siano le tempistiche).
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina