1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. fasa78

    fasa78 Membro Attivo

    Impresa
    Buongiorno, so che è un discorso abbastanza "antipatico" ...ma meglio prevenire che "curare"....

    Essendo proprietario di 2 immobili.... in caso di matrimonio in regime di separazione dei beni.... cosa potrebbe accadere in caso di divorzio ?
    Siccome leggo spesso... che il marito rimane con le "toppe al sedere" il più delle volte , volevo sapere a che "rischi" vado in contro in questo caso.
     
  2. Franz

    Franz Membro Attivo

    Impresa
    le "toppe al sedere" in pratica sono che tu, essendo proprietario di 2 immobili, sarai aggredibile su quelli se non paghi l'assegno mantenimento....inoltre gli immobili vengono considerati e conteggiati dal giudice insieme al reddito per quantificare l'assegno di mantenimento.....e se avrete figli quasi certamente uno dei due immobili, quello dove il nucleo familiare abitava, con sentenza del giudice verrà adibito a casa della moglie e dei figli, se lei non possiede case
     
  3. fasa78

    fasa78 Membro Attivo

    Impresa
    Grazie Franz per la risposta... e ora andiamo in dettaglio....

    - la futura moglie ha a disposizione 1 casa... e poi probabilmente i genitori ne daranno un'altra (ora in affitto) che daranno alla figlia (tralasciando quella dove attualmente abitano i suoi) .

    - l'assegno di mantenimento si da anche se lei lavora e prende 900 Euro al mese ?

    - non abbiamo figli... ma è così scontato che se il marito lavora e la moglie lavora.... i figli vanno alla exmoglie?
     
  4. Franz

    Franz Membro Attivo

    Impresa
    l'assegno di mantenimento non è scontato se non ci sono figli, se la moglie ha già un suo stipendio....decide e quantifica il giudice in base a redditi e proprietà dei coniugi(se non vi è un accordo tra di loro) ....raramente è la moglie che deve dare assegno di mantentimento al marito(se ha reddito solo lei)

    se i figli sono piccoli quasi sempre vengono affidati ad entrambi i genitori ma con collocamento presso la casa dove abita la madre
     
  5. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    che quello che era di proprietà di ciascun coniuge prima del matrimonio, con la separazione, ritorna nella disponibilità di ognuno.
     
  6. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Prima scrivi
    poi scrivi:
    ti sei già inguaiato e ti devi inguaiare?
     
  7. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Eh? Perché esista "un ritorno" è necessario che vi sia "un'andata".
     
  8. fasa78

    fasa78 Membro Attivo

    Impresa
    Per Luigi... non è che sono "inguiato"... ma sono solo ipotesi.... ovvio che se mi sposo e ho figli.... la vita poi non sai come va avanti.... Non vorrei che la fatica di una vita venga s******ata da qualcun'altro.....


    Per Nemis non ho capito....
     
  9. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Per me sei sempre molto ermetico. Sbaglio o i beni posseduti prima del matrimonio, ove questo sia in separazione dei beni, rimangono in capo al coniuge titolare?

    Per la verità credo che anche con la comunione dei beni , non vanno in comunione i beni posseduti prima del matrimonio o pervenuti per eredità. E' corretto?
     
  10. fasa78

    fasa78 Membro Attivo

    Impresa
    ah no dici ?.... come mai la gente non si sposa più allora ?.... E come mai tanti mariti poi finiscono con il non avere nemmeno una casa... o nulla ?...
     
  11. Franz

    Franz Membro Attivo

    Impresa
    '' la gente '' non si sposa più principalmente perchè nel 90 % dei casi dal matrimonio nasce, in caso di separazione, l'obbligo di mantenimento a vita della moglie

    quel 10 % di casi in cui questo obbligo non si genera di solito succede perchè la moglie ha adeguato reddito, oppure perchè il marito è nullatenente o fallisce
    ------------------------------
    se poi nel matrimonio nascono figli, e la coppia che si separa possiede una sola casa intestata al marito, succede quasi sempre che il marito deve lasciare in uso la casa alla moglie con i figli almeno fino a quando i figli diventano autonomi economicamente(se lo diventano)
     
    Ultima modifica: 2 Luglio 2016
  12. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    vero anche se io, che ero il destinatario, ho capito.
    Nel matrimonio con regime di separazioni dei beni, i beni di proprietà di uno dei due coniugi prima del matrimonio, i beni acquisiti singolarmente durante il matrimonio, come i beni ereditati in costanza di matrimonio, rimangono di proprietà del coniuge medesimo. Questo non vuol dire che l'altro coniuge tutte le volte che usa un bene di proprietà dell'altro coniuge debba chiedere l'autorizzazione ed ottenere il permesso. In questo senso avevo scritto
    "ritornare" nel senso che l'altro coniuge dovrà smettere di usare il bene come se fosse suo. Questo volevo dire.
     
  13. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    I beni di cui, prima del matrimonio, il coniuge era proprietario o rispetto ai quali era titolare di un diritto reale di godimento, se vige il regime patrimoniale legale della famiglia (la comunione dei beni), non costituiscono oggetto della comunione e sono beni personali del coniuge.
    A maggior ragione, quei beni rimangono in capo al coniuge titolare se i coniugi stessi hanno convenuto che ciascuno di essi conservi la titolarità esclusiva dei beni acquistati durante il matrimonio (e pertanto vige la separazione dei beni).
    Se un bene è personale di uno dei coniugi, l'altro coniuge non può vantare nessun diritto su di esso, se non con il consenso del primo.
    "quello che era di proprietà di ciascun coniuge prima del matrimonio, con la separazione, ritorna nella disponibilità di ognuno" è una frase senza senso. Quei beni per poter "ritornare" dovrebbero prima essere "andati" da qualche parte. E quei beni non "vanno" da nessuna parte anche se vigesse la comunione legale, se non con un volontario negozio giuridico.
     
    A basty piace questo elemento.
  14. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Certamente è corretto. Ex art. 179 c.c., sono beni personali del coniuge. Salvo per i beni acquisiti successivamente al matrimonio per effetto di successione testamentaria, se nel testamento è specificato che essi sono attribuiti alla comunione.
     
    A basty piace questo elemento.
  15. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    @Nemesis : .... riconosco che spesso sei anche meglio di un libro stampato ....
    ... certo, come era chiaro che il destinatario del mio intervento non eri tu o Nemesis, ma @fasa78 , che aveva dubbi in proposito.

    p.s.: Considerazione antropologica: .... questa discussione mi ha fatto tangibilmente percepire di appartenere .... al secolo scorso! Direi quasi, ad un'altra era !;)
     
  16. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non so se ritenerlo un apprezzamento, data la qualità di certi libri stampati. :)
    In ogni caso, ti ringrazio.
     
    A basty piace questo elemento.
  17. fasa78

    fasa78 Membro Attivo

    Impresa
    grazie per i vostri interventi.

    Facciamo un esempio più pratico così si capisce meglio :

    ipotizziamo

    alternativa A

    Io : casa mia e una piccola casa secondaria , uno stipendio di 1000 euro.

    Lei : non ha casa ma stipendio di 800 euro.

    Nasce un figlio .... ma il destino vuole che che dopo di mezzo si crea un divorzio :

    cosa avviene :

    io devo dare la casa e/o magari il mantenimento di 300-500 euro ??


    alternativa B

    Io : casa mia e una piccola casa secondaria , uno stipendio di 1000 euro.

    LEI : eredita una casa e perde magari il lavoro....
     
  18. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    stai facendo solo dell'accademismo: io non ho scritto che sui beni personali di uno dei due coniugi l'altro coniuge può vantare dei diritti.
    Hai il vezzo di certi docenti universitari di vecchio stampo.
    All'atto pratico: in una coppia sposata con regime di separazione dei beni, il marito riceve in eredità una casa al mare; mò adesso la moglie, per andare al mare ed usare quella casa, secondo te, deve chiedere il permesso al marito? "Caro posso andare nella tua casa al mare per riposarmi un poco?"
     
  19. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Anche se vigesse la comunione legale, la mogliettina non potrebbe vantare nessun diritto su quella casa. Rileggi quanto avevi scritto: non ha senso.
     
  20. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    ho sostenuto il contrario? Tu continui a girare attorno al totem della proprietà io attorno a quello del possesso.
    Quando un tizio possiede un bene non suo, cioé lo usa (come spesso succede tra marito e moglie), se cessano i motivi che giustificavano il possesso (divorzio), lo deve restituire al proprietario. In questo caso il bene ritorna al proprietario.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina