1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. zandonek

    zandonek Nuovo Iscritto

    ciao
    vorrei sapere se un proprietario extracomunitario ha diritto ad avere il permesso di soggiorno a tempo indeterminato in virtù del fatto che è titolare di una casa in Italia
    grazie
     
  2. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    il fatto di avere proprieta' in Italia favorisce residenza e cittadinanza ma e' necessario richiederla agli uffici competenti (immigrazione) che segnaleranno il caso e,se tutto e' a posto,procederanno come per legge
     
  3. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Le condizioni per l'iscrizione nell'anagrafe della popolazione residente degli stranieri aventi cittadinanza di Stati terzi (ossia degli Stati non aderenti all'Unione europea), sono stabilite dall'art. 6, comma 7 del T.U. di cui al D.Lgs. n. 286/1998 e succ. modif., con cui si prevede che gli stranieri c.d. extra-UE che siano regolarmente soggiornanti sono soggetti, per quanto riguarda l'iscrizione anagrafica, alle medesime disposizioni vigenti per i cittadini.
    La condizione di "regolarmente soggiornante" è definita dall'art. 5, primo comma dello stesso D.Lgs. n. 286/1998, considerando tale posizione quella di chi abbia ottenuto il permesso di soggiorno.
    Il solo fatto di essere proprietari di immobili in Italia non favorisce l'ottenimento del permesso di soggiorno, e quindi della residenza (a cui consegue l'iscrizione anagrafica).

    Per quanto riguarda la cittadinanza, le condizioni per l'acquisto o per la concessione della cittadinanza italiana sono regolate dalla legge n. 91/1992.
    Anche qui, il solo fatto di essere proprietari di immobili in Italia non è un motivo valido per l'acquisto o la concessione della cittadinanza italiana.
     
  4. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Assolutamente no. sarebbe troppo facile. e soprattutto la titolarità dei una casa non ha nulla a che fare con la cittadinanza.
     
    A geomarchini piace questo elemento.
  5. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    BRAVA arianna26 : personalmente ho acquistato casa negli USA ma NON ho ottenuto la cittadinanza...solamente un "permesso di soggiorno" che,come alien,rinnovo ogni 60 gg
    Qui in Italia ho affittato un negozio ad un extracomunitario in Italia da ben 25 anni e proprietario di 2 apts : ha la coarta di identiota' ma la sua cittadinanza resta quella di origine e mi dice,come alòtri, che ogni tot anni DEVE presentarsi per il rinnovo del permesso di sogg e che la domanda di cittadinanza deve essersi persa in qualche cassetto : forse le leggi esisteranno ma evidentemente hanno tempi piuttosto...differiti
     
  6. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La legge ti era stata già indicata. I tempi c'entrano ben poco se non sono soddisfatti i precisi requisiti.
     
  7. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    per nemesis : sì ..s'...hao ragione pure tu : grazie per le "leggi" ....sì...va benissimo...sappiamo che CI SONO..
     
  8. zandonek

    zandonek Nuovo Iscritto

    grazie a tutti!
     
  9. pier06

    pier06 Nuovo Iscritto

    Un'altra cosa poi non è stata detta.
    La cittadinanza non è un processo automantico ma deve essere fatta domanda.
    Una volta che un persona risiede stabilmente in Italia (mi sembra 10 anni) ed è dunque già in possesso di un permesso di soggiorno indeterminato può richiedere la cittadinanza e aspettare che tutto l'iter vada a compimento (un mio conoscenza ha aspettato tipo 2-3 anni).
    Discorso diveso invece se il cittadino excomunitario può dimostrare di avere nell'albero genealogico fino al terzo grado un parente italiano; in questo caso tempi e procedure sono legati ai concordati tra i vari stati.

    Concordo anche io con Arianna: tra proprietà di un immobili e nazionalità sul passaporto non c'è alcun legame.
     
  10. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Discorso che ha molto poco senso. Che cosa vuol dire "albero genealogico fino al terzo grado un parente italiano"? Le procedure sono determinate, ovviamente, solo dalla legge italiana. E di "concordati" ce n'è uno solo: quello con la Santa Sede.
     
  11. pier06

    pier06 Nuovo Iscritto

    @nemesis ti sbagli; ci sono sicuramente accordi (ok, concordati è la parola sbagliata) con il Brasile per cui se dimostri, per esempio, che tuo nonno era italiano puoi ottenere la cittadinanza anche se in Italia non ci hai mai messo piede.
     
  12. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Il diritto al riconoscimento jure sanguinis della cittadinanza italiana (dalla nascita) deriva esclusivamente dalle norme italiane: legge n. 91/1992 e quindi Circolare Ministero dell’interno K 28.1 dell’08/04/1999. Non dipende certamente dalla stipulazione di accordi bilaterali o multilaterali con altri Stati.
     
  13. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    il che è anche ovvio. cosa gliene importa al Brasile se l'Italia vuole riconoscere la cittadinanza a tutti quelli che avevano un avo, magari falso come alcuni calciatori in passato, italiano?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina