• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Broma

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Buonasera,
Con votazione diretta, senza aspettare decadenza o rimessa dell"amministratote, essendo punto all'odg la riconferma o nomina di un nuovo amministratore, é stato eletto un proprietario : come é stato riportato fedelmente sul verbale, firmato e controfirmato da parecchi presenti, compreso uno sbalordito segretario ex-amministratore.

Nonostante le resistenze dell'ex, esso ha consegnato il verbale al successore, riservandosi di verificare che le deleghe necessarie alla nomina del nuovo fossero regolari

Nel frattempo il nuovo ha effettuato notifiche ai fornitori, avuto il consenso DELL'Agenzia delle Entrate per accedere al cassetto fiscale e iniziato le pratiche per sostituire il titolare dei conti-condominiali

Nel frattempo, sembra che l'ex sia stato a ribollire e a cercare qualche condomino non-soddisfatto di questo verbale ed elezione : l'ex non abita e non ha mm di proprietà nel condominio.

Adesso che il nuovo amministratore aveva finalmente gestione dei conti-bancari, é arrivata PEC di segnalazione alla banca, dall' EX molto conosciuto nella stessa perché titolare di molti conti-condominiali, perché il "nuovo amministratore non ha i titoli per attribuirsi alcunché in quanto alcune deleghe sono ancora in via di valutazione"

Io mai ho sentito una cosa del genere, ma i solerti impiegati hanno bloccato operatività dei conti, avvisando nel frattempo il proprio studio legale bancario.

Quindi noi condomini possiamo versare il dovuto, l'ex non ha nemmeno accesso ai conti, mentre il nuovo può solo rilevare l'arrivo dei versamenti - naturalmente non può fare pagamenti, esborsi, etc

Ci stiamo preoccupando perché la situazione é così da lunedì pomeriggio : quanto può durare il blocco, ben sapendo che tra poco ci sono esborsi e pagamenti con scadenze ben fissate dalla legge?

Ma si può bloccare così una persona ben accolta dai condomini, mentre l'ex pare solo sghignazzare senza sosta?

Ci sono dei precedenti che possano se non giustificare, aiutare a capire o svelare il prossimo futuro?
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Ma il nuovo amministratore si è presentato in Banca con copia del verbale di nomina?
Unica azione immediata che posso suggerire è quella di recarsi (nuovo amministratore + almeno un paio di proprietari) in banca e spiegare la situazione chiedendo il ripristino l'operatività (al limite dispositiva solo con addebito in conto, no assegni/prelievi contanti) e minacciando denuncia e il ricorso agli organi preposti (la Banca non può ignorare un verbale di nomina) oltre che a chiusura/trasferimento del c/c.
Se rifiutano ....mettete in pratica andando in altra Banca.
 

Broma

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Ma il nuovo amministratore si è presentato in Banca con copia del verbale di nomina?
Unica azione immediata che posso suggerire è quella di recarsi (nuovo amministratore + almeno un paio di proprietari) in banca e spiegare la situazione chiedendo il ripristino l'operatività (al limite dispositiva solo con addebito in conto, no assegni/prelievi contanti) e minacciando denuncia e il ricorso agli organi preposti (la Banca non può ignorare un verbale di nomina) oltre che a chiusura/trasferimento del c/c.
Se rifiutano ....mettete in pratica andando in altra Banca.
Si, Il verbale di nomina é sempre stato portato in originale, per eventuale visione

SI, é stata presente anche testimone, era presidente in assemblea, durante l'ultima fase delle 30/40 firme per attivazione finale

Iil blocco, mio parere, avvenuto per scaricare responsabilità controlli ad ufficio legale

Non é problema aprire altrove, ma spostate tutto il depositato e ricominciare daccapo in questo periodo

Grato per eventuali suggerimenti alternativi da inoltrare
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Purtroppo c'è poco da suggerire...la banca sta travalicando i suoi doveri per pararsi da eventuali (inutili) azioni.
Qualsiasi mossa per tornare subito in possesso della operatività piena richiede tempo e/o risorse finanziarie per farsi assistere da un legale.

Solitamente i fornitori "erogatori" vengono messi a fascicolo (=le fatture/bollette vengono automaticamente addebitate in conto) e questo dovrebbe confermarvelo la banca.
Per le spese "occasionali" la via più veloce è l'apertura di un ulteriore c/c.

Quanto allo "spostare" ...se vi hanno bloccato il conto comunque non potrete spostare fino alla conclusione/sblocco.
 

Broma

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
insomma, non è definibile il periodo di BLOCCO : è certo che terminerà, non si sa quando....

che bel divertimento, per il provocatore


...e chissà QUANTI giorni lavorativi, saranno necessari, in questo periodo, aprire un nuovo conto-condominiale : il neo-amministratore, sarà "costretto" ad utilizzare il proprio
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
QUANTI giorni lavorativi, saranno necessari, in questo periodo, aprire un nuovo conto-condominiale
Bastano anche soli 10 minuti...ma se la volete "locale" non vi resta che fare un giro....e potete farlo anche con la attuale banca...si che quando la situazione sarà sbrogliata non vi saranno patemi nel trasferire il saldo.

L'apertura di un "nuovo conto" resta comunque consigliabile si da non "mischiare" le operazioni con quanto disposto dal precedente amministratore...ed il saldo trasferito solo dopo opportuna revisione contabile.

PS.

Se non avete già provveduto fate togliere la "capacità operativa" del precedente amministratore...se il c/c è congelato per voi lo deve essere anche per lui.
Eventuali compensi non ancora liquidati meglio passino per il vostro vaglio.
 

Broma

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Bi...ma se la volete "locale" non vi resta che fare un giro....
questa parte mi è oscura : lo scorso anno avevamo ventilato la possibilità di apertura CC in altra banca, e "gli esperti" hanno riferito che in Italia, solo 6 banche possono aprire conti-condominiali , in quanto debbono prevederlo nello statuto : io stesso ho effettuato alcuni controlli su Banche "di famiglia", alcune NON possono gestire tali conti
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
chi lavora già in banca e sono anche condomini - posso capire di "mai fidarsi degli altri" ...ma, oltre a fare personali controlli, come ho fatto + sentire loro opinione...
Non mi risultano impedimenti....i Condomini vengono "trattati" al pari di qualsiasi "ditta".
Questione si complica solo se volete una linea di credito (fido).
 

Broma

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Non mi risultano impedimenti....i Condomini vengono "trattati" al pari di qualsiasi "ditta".
Questione si complica solo se volete una linea di credito (fido).
Riporto mia esperienza diretta e personale (le altre sono simili) : FIN3C0 ha risposto "lo statuto non permette, solo alcuni istituti di credito hanno questa possibilità " scolpita" nello STATUTO

... forse é un mercato, che a loro non interessa
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Premesso che qualsiasi banca può rifiutare l'apertura di c/c ad un cliente che non "gradiscono"...di scelte sulla tua piazza ce ne sono svariate.
 

chiacchia

Membro Senior
Proprietario Casa
Ma per quanto mi ricordi le delibere del condominio sono esecutive anche per chi ne è contrario, infatti se ne parla nel art. 1137
I. Le deliberazioni prese dall'assemblea a norma degli articoli precedenti sono obbligatorie per tutti i condomini.

II. Contro le deliberazioni contrarie alla legge o al regolamento di condominio ogni condomino assente, dissenziente o astenuto puo' adire l'autorita' giudiziaria chiedendone l'annullamento nel termine perentorio di trenta giorni, che decorre dalla data della deliberazione per i dissenzienti o astenuti e dalla data di comunicazione della deliberazione per gli assenti.

III. L'azione di annullamento non sospende l'esecuzione della deliberazione, salvo che la sospensione sia ordinata dall'autorita' giudiziaria.

Ora mi domando come si è permessa la banca di bloccare il conto? un avvocato può fare due letterine una all'amministratore e l'altra alla banca chiedendo di sbloccare immediatamente il c.c. del condominio per poter ottemperare alle scadenze ecc. ritenendoli responsabili delle conseguenze del loro comportamento.
Nel caso che volessero opporsi alla delibera, che è obbligatoria per tutti, possono rivolgersi al tribunale entro 30 gg. come previsto dal Codice Civile.
Forse se ne fregheranno ma comunque mettete le cose in chiaro per iscritto e non soltanto a voce.
 

Nautilus

Membro Attivo
Proprietario Casa
I condomini devono avere obbligatoriamente un conto corrente e, per legge, le somme devono transitare su di esso. Mi sembra strano che ci siano banche che rifiutano di aprirlo. Trasferite il conto ad un altra banca, si occuperà questa di svolgere tutte le pratiche necessarie, comprese le domiciliazioni. La vecchia banca è tenuta ad eseguire il trasferimento entro 12 giorni.
 

Broma

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
I condomini devono avere obbligatoriamente un conto corrente e, per legge, le somme devono transitare su di esso. Mi sembra strano che ci siano banche che rifiutano di aprirlo. Trasferite il conto ad un altra banca, si occuperà questa di svolgere tutte le pratiche necessarie, comprese le domiciliazioni. La vecchia banca è tenuta ad eseguire il trasferimento entro 12 giorni.
non credo che questa norma si applichi anche ai conti-condominiale
 

chiacchia

Membro Senior
Proprietario Casa
Se ti riferisci alla Banca ...lei nulla centra con le norme sul Condominio.
Appunto come può opporsi al trasferimento di nominativo dell'amministratore? tra l'altro l'amministratore è solo una persona che fa le veci del condominio ed essendo che il condominio non è cambiato perché si oppongono? secondo ci sarebbe da divertirsi.
Acc. dimenticavo che qui in Italia le leggi si ci sono ma non vengono applicate
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Appunto come può opporsi al trasferimento di nominativo dell'amministratore?
La Banca non si oppone ma prende le sue precauzioni...fin troppo facile presentarsi in filiale con un documento che spiega si sia il nuovo amministratore...mentre il "precedente" afferma il contrario.

Nel dubbio loro "congelano" il conto.

Prassi corretta sarebbe che il nuovo mandatario si presenti con il verbale di nomina accompagnato dal suo predecessore per la sostituzione del nominativo.

Se poi si è revocato/non rinnovato il precedente per sospetti sul suo operato...a maggior ragione si apre un nuovo c/c onde non "intorbidire" le operazioni.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Affitto immobile a stranieri ed occupato da più persone
Ho affittato un appartamento ad un ragazzo extracomunitario con regolare contratto registrato, ma ho saputo che adesso in quell'appartamento ci vivono anche altri due ragazzi non parenti tra di loro anch'essi extracomunitari, volevo sapere se hanno diritto a viverci e se ho delle responsabilità e sopratutto corro il rischio di essere denunciato dai miei vicini?
Alto