• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

mariooo

Membro Junior
Proprietario Casa
Il 1 ° maggio 2011 ho registrato un contratto d'affitto (4+4) a regime fiscale ordinario.
Nell'aprile 2013 ho chiesto di optare per la cedolare secca tramite raccomandata e il modello 69 che mi è stata accordata a partire dal 1 maggio 2013.

Alla scadenza dei primi 4 anni ossia al 30 aprile del 2015 non ho provveduto a richiedere la proroga del contratto e della tassazione cedolare secca per i quattro anni successivi alla prima scadenza come stabilito dal contratto (4+4). Pertanto prevedo di essere sanzionato.

So che non è detta l'ultima parola, perché sono in attesa di sapere se, con il nuovo DL 193/2016, ci sarà qualche novità proprio sulla mancata proroga della cedolare secca. Da qualche giorno su diversi siti è uscita la notizia che il governo prevede di non riportare a regime ordinario chi aveva già optato alla cedolare secca alla prima scadenza dei 4 anni senza aver provveduto a richiedere la proroga. Varrà per i contratti precedenti al 2017 ?



Grazie infinite
 

giuseppe fattori

Membro Attivo
Professionista
mi interessa molto essere tenuto al corrente su questa questione, le multe per ritardato rinnovo di contratti in cedolare secca è semplicemente assurda ( € 258,00 per aderente alla cedolare) e non ne ho mai capito il motivo se non quello di far rientrare con le sanzioni ciò che si perde con le agevolazioni.
 

mariooo

Membro Junior
Proprietario Casa
Condivido pienamente quanto affermi... è un sistema vessatorio pronto a colpire anche la più banale "mancanza".
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
Varrà per i contratti precedenti al 2017 ?
Secondo me sì, varrà anche per i contratti stipulati prima del 2017.

Leggo sul Sole di oggi: "la mancata comunicazione della proroga con il mod RLI non determina la revoca dell'opzione esercitata in sede di registrazione del contratto, a condizione che il contribuente abbia tenuto un comportamento concludente. Ciò si verifica in presenza di due condizioni: a) l'avvenuto pagamento della cedolare alle scadenze di legge; b) la compilazione dell'apposito quadro del mod Unico o del mod 730".

Si ritiene che quanto sopra valga anche quando l'opzione per la cedolare secca sia stata esercitata in un'annualità intermedia anziché nel momento di registrazione del contratto.

Inoltre pare non sia più necessario inviare la raccomandata all'inquilino per conservare il diritto alla proroga dell'opzione

La sanzione è di 100 euro "in caso di omessa comunicazione del rinnovo, della proroga o della risoluzione di un contratto di locazione soggetto a cedolare entro il termine di legge di 30 gg".
La sanzione è ridotta a 50 euro "per ritardi non superiori a 30 gg".
 
Ultima modifica:

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
Pertanto prevedo di essere sanzionato.

So che non è detta l'ultima parola,
A mio parere la nuova norma riguarda anche i contratti in corso (stipulati prima del 2017) per irregolarità che si potranno verificare in futuro.
Però mi pare non sia retroattiva, cioè non sana una situazione irregolare come la tua che risale al 2015.
 

mariooo

Membro Junior
Proprietario Casa
Grazie per la risposta, io comunque spero di concludere la questione pagando la sanzione prevista e senza avere implicazioni di dover subire un cambio del regime fiscale da "cedolare secca" a "regime ordinario" per la mancata proroga (almeno questo). E' la mia speranza... perchè finora ho sempre dichiarato nella dichiarazione dei redditi l'affitto percepito in cedolare secca. Se ci sono altre soluzioni come posso ovviare a questa situazione? Grazie
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
Se ci sono altre soluzioni come posso ovviare a questa situazione?
Non sono particolarmente informata sull'argomento, ma so che si può fare la remissione in bonis pagando la sanzione di 258 euro.
Ti puoi informare all'Agenzia delle Entrate; intanto inizia a leggere questa guida che tratta dell'argomento a pagg. 16 e 17:
http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/Nsilib/Nsi/Agenzia/Agenzia+comunica/Prodotti+editoriali/Guide+Fiscali/Agenzia+informa/pdf+guide+agenzia+informa/Guida_Fisco_e_casa_Le_locazioni.pdf
 

gattaccia

Membro Attivo
Proprietario Casa
ma ora con la legge di stabilità il rinnovo della cedolare secca in caso di proroga è automatico?
non bisogna più mandare la raccomandata all'inquilino?
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
ma ora con la legge di stabilità il rinnovo della cedolare secca in caso di proroga è automatico?
non bisogna più mandare la raccomandata all'inquilino?
Io ho capito che la proroga del contratto di locazione debba sempre e comunque (sia in caso di tassazione ordinaria che di cedolare secca) essere comunicata all'Agenzia delle Entrate col mod. RLI.

Se si tratta di un contratto per il quale era stata esercitata l'opzione per la cedolare secca, sul mod RLI occorre sempre compilare il quadro D per confermare l'adesione alla cedolare.
Se il contribuente se ne dimentica, vale il "comportamento concludente" di cui al post n. #4, però si paga la sanzione (100 euro o 50 euro).

La questione della raccomandata all'inquilino non è ancora stata chiarita.
 

mariooo

Membro Junior
Proprietario Casa
Non sono particolarmente informata sull'argomento, ma so che si può fare la remissione in bonis pagando la sanzione di 258 euro.
Ti puoi informare all'Agenzia delle Entrate; intanto inizia a leggere questa guida che tratta dell'argomento a pagg. 16 e 17:
http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/Nsilib/Nsi/Agenzia/Agenzia+comunica/Prodotti+editoriali/Guide+Fiscali/Agenzia+informa/pdf+guide+agenzia+informa/Guida_Fisco_e_casa_Le_locazioni.pdf
Grazie , sei stata molto gentile.
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
sono in attesa di sapere se, con il nuovo DL 193/2016, ci sarà qualche novità proprio sulla mancata proroga della cedolare secca.
Il disegno di legge di conversione di quel decreto-legge è stato approvato in via definitiva dal Senato, e pertanto la legge è in attesa di promulgazione e di pubblicazione. Tra le modificazioni apportate al D.L. compare:
L'articolo 3, comma 3, del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23, è sostituito dal seguente:
"3. Nei casi di omessa richiesta di registrazione del contratto di locazione si applica l'articolo 69 del testo unico delle disposizioni concernenti l'imposta di registro, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 26 aprile 1986, n. 131. La mancata presentazione della comunicazione relativa alla proroga del contratto non comporta la revoca dell'opzione esercitata in sede di registrazione del contratto di locazione qualora il contribuente abbia mantenuto un comportamento coerente con la volontà di optare per il regime della cedolare secca, effettuando i relativi versamenti e dichiarando i redditi da cedolare secca nel relativo quadro della dichiarazione dei redditi. In caso di mancata presentazione della comunicazione relativa alla proroga, anche tacita, o alla risoluzione del contratto di locazione per il quale è stata esercitata l'opzione per l'applicazione della cedolare secca, entro trenta giorni dal verificarsi dell'evento, si applica la sanzione nella misura fissa pari a euro 100, ridotta a euro 50 se la comunicazione è presentata con ritardo non superiore a trenta giorni."
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
il rinnovo della cedolare secca in caso di proroga è automatico?
non bisogna più mandare la raccomandata all'inquilino?
Non so se hai già risolto il dubbio circa l'invio della raccomandata all'inquilino quando si proroga un contratto in cedolare secca.
Ho letto sul Sole di ieri (16 gennaio): La nuova norma non menziona l'obbligo di inviare la raccomandata all'inquilino. Quindi la permanenza nella cedolare secca è salva senza necessità di spedire alcuna lettera al conduttore.
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
Varrà per i contratti precedenti al 2017 ?
Questo è un aspetto ancora poco chiaro.
Leggo sul Sole del 16/01/2017: la norma "è nuova e non menziona effetti retroattivi". Però "invocando i princìpi dello Statuto del contribuente, ci sono validi argomenti per sostenerne l'applicabilità anche alle dimenticanze avvenute prima del 03/12/2016. Chi avesse contestazioni in corso potrebbe senz'altro tentare di far valere le proprie ragioni."
 

gattaccia

Membro Attivo
Proprietario Casa
Non so se hai già risolto il dubbio circa l'invio della raccomandata all'inquilino quando si proroga un contratto in cedolare secca.
Ho letto sul Sole di ieri (16 gennaio): La nuova norma non menziona l'obbligo di inviare la raccomandata all'inquilino. Quindi la permanenza nella cedolare secca è salva senza necessità di spedire alcuna lettera al conduttore.
grazie @uva, devo presentare una proroga entro il mese, e stavo per preparare la raccomandata, che manderei in ogni caso per inserire anche la messa in mora (il conduttore ha affitti e spese arretrati), che ne dici?
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
la raccomandata, che manderei in ogni caso per inserire anche la messa in mora (il conduttore ha affitti e spese arretrati),
Allora spediscigli la raccomandata!
Oltre a comunicargli la proroga del contratto in cedolare secca, gli notifichi la messa in mora per gli importi insoluti. Speriamo che possa/voglia pagarti il dovuto.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

A quando ****o attivano l'account
che le domande non devono essere pubblicate in questo box ma in discussioni che possono essere viste dagli utenti attivi. Grazie.
Alto