1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. casa61

    casa61 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    L'anno scorso ho affittato l'appartamento per un anno (scadenza 31.5.2011) ai sensi della vigente normativa.
    Poiché il conduttore mi ha chiesto di rimanere per altri tre anni ed io non ho nulla in contrario, vorrei sapere se la trasformazione ex lege dell'attuale contratto in uno 4 + 4 deve essere formalizzata con una nuova stipula oppure è sufficiente aggiungere una clausola e pagare la tassa di registrazione o optare per la cedolare secca.
    La durata del nuovo contratto, infine, deve coincidere con quella del precedente (1.6.2010)?
    Grazie a tutti
     
  2. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Avrebbe dovuto essere già prevista contrattualmente, con il conseguente, ed unica incombenza, pagamento della registrazione con codice 112T - annualità successive.

    Il contratto-tipo "transitorio" dovrà prevedere una specifica clausola contrattuale che individui l'esigenza transitoria del locatore e dell'inquilino, i quali dovranno confermare il verificarsi della stessa, tramite lettera raccomandata da inviare prima della scadenza del termine stabilito nel contratto. Qualora il locatore non adempia a questo onere contrattuale oppure siano venute meno le cause della "transitorietà" abitativa, il contratto-tipo dovrà prevedere che la durata del contratto "transitorio" verrà sostituita da quella prevista per il contratto "libero" (nella stragrande maggioranza dei casi 8 anni: cioè almeno 4 anni iniziali, che si rinnoveranno automaticamente per un ulteriore quadriennio, a meno che il locatore non possa far valere sue specifiche "necessità").
    la Repubblica/fatti: Contratto transitorio
    :daccordo:
     
    A casa61 piace questo elemento.
  3. casa61

    casa61 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie, mi regolerò come mi hai suggerito.
    Comunque, in molti casi l'esigenza del conduttore non può essere opportunamente dimostrata.
    Prendiamo ad esempio un lavoratore trasfertista che chiede la locazione per 18 mesi (anche documentandola): se poi il lavoro si protrae per altri cinque mesi, cosa deve fare il conduttore? continuare con il contratto 4 + 4 e poi rescinderlo?...
    Mi sembra una norma troppo rigida che forse andrebbe rivista.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina