1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. angelogen

    angelogen Membro Attivo

    Salve a tutti, ho un Contratto (con CS) scaduto il 31 maggio 2015. Non ho comunicato il rinnovo/proroga all'ADE e non so cosa devo pagare di sanzione/registrazione qualcuno può aiutarmi anche con i codici tributo?
    canone annuo 3960 opzione cedolare secca
    Penso si possa fare il ravvedimento operoso perché ancora non mi fanno alcun accertamento
    Grazie a chi mi vorrà aiutare
    Angelo
     
  2. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Intanto per gli importi potresti provare il foglio elettronico di questo sito
    Ravvedimento operoso – 2016-2 | RIPA & PARTNERS – Studio Ripa e Commercialisti Associati

    Il codice tributo per le proroghe (sicuro che sia una proroga e non una semplice annualità?) è: 1504
    sanzione da ravvedimento per tardiva versamento adempim successivi: 1509
    Interessi per .....""""" : 1510

    Non ricordo però cosa succeda in CS con un anno di ritardo: teoricamente non è dovuta imposta e sanzioni. (Il che è come non averti risposto)
    Mi sembra ci sia una circolare, nel titolo "remissione in bonis", che forse fa al caso tuo. Vedo se la rintraccio. Qualcuno però forse ti risponderà con maggior utilità
     
    A proprietario1 piace questo elemento.
  3. angelogen

    angelogen Membro Attivo

    intanto ti ringrazio per la cortese risposta,
    si è una proroga perché il contratto è scaduto il 31 maggio 2015 (i primi 4 anni) quindi dovrei prorogare fino al 30 maggio 2019 (4+4) allo stesso importo e stesse condizioni.
    Non so che fare, quanto pagare e neppure i codici tributo
     
  4. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    In mancanza di meglio potresti cavartela andando di persona alla AdE: in fondo con cedolare secca nulla era dovuto, solo la comunicazione: se sei in regola con la dichiarazione dei redditi potrebbe essere pure sufficiente solo la presentazione del solo modulo RLI per l'aggiornamento. (comunque necessario anche se ci sono importi da versare)
     
  5. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
  6. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Questo si applica sicuramente se il contratto esistente non era in CS.

    Non è invece esplicito nella guida e negli esempi, cosa succeda se il contratto era già in CS. teoricamente non sarebbe stata elusa alcuna imposta di registro.
     
  7. angelogen

    angelogen Membro Attivo

    Infatti credo anche io che sia cosi...praticamente ho telefonato all'Ade e l'ho fatto on line con l'operatore (RLI web). Mi ha fatto fare la proroga, quando si è arrivati allo specchietto dei pagamenti mi ha detto di mettere imposta di registro zero (proprio perché già CS) mentre alla sanzione mi ha fatto mettere canone annuo x 2% x 3,75% (4000*2%*3,75%= 3,00 euro) ed infine interessi ZERO. Poi ho dovuto mettere il mio iban (a quanto pare lo prendono direttamente da li)....speriamo che vada a buon fine.
    Questo perché era gia in CS con il presupposto però che il locatore abbia comunicato al conduttore la conferma del regime della CS alla scadenza del contratto.
     
    A basty piace questo elemento.
  8. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    E' ovviamente corretto: lo dicono loro... ed ha un senso.

    A naso direi che ti hanno favorita forse sulla percentuale delle sanzioni; se non erro il coef. 3,75% si applica per ritardi più brevi di un anno, ad es max 90gg.. Ma vado a memoria.
    In ogni caso non credo ti vengano a cercare ulteriormente.
     
  9. angelogen

    angelogen Membro Attivo

    io credo mi abbiano applicato questa cosa qui (D. Lgs. 158/2015):

    "Tardivo pagamento delle imposte per adempimenti successivi (annualità successive alla prima, risoluzioni, proroghe, cessioni):
    - entro 14 giorni di ritardo: 0,1% (ovvero 1/15 di 1/10 del 15%) per ogni giorno di ritardo - ravvedimento sprint (+ interessi di mora + imposta dovuta)
    - entro 30 giorni di ritardo: 1,5%, ovvero 1/10 del 15% (+ interessi di mora + imposta dovuta)
    - entro 90 giorni di ritardo: 1,67%, ovvero 1/9 del 15% (+ interessi di mora + imposta dovuta)
    - entro 1 anno di ritardo: 3,75%, ovvero 1/8 del 30% (+ interessi di mora + imposta dovuta)
    - entro 2 anni di ritardo: 4,29%, ovvero 1/7 del 30% (+ interessi di mora + imposta dovuta)
    - oltre 2 anni di ritardo: 5%, ovvero 1/6 del 30% (+ interessi di mora + imposta dovuta)
    - se la regolarizzazione avviene dopo la constatazione della violazione (processo verbale di constatazione, senza notifica formale): 6%, ovvero 1/5 del 30% (+ interessi di mora + imposta dovuta)"


    Spero che sia davvero cosi, staremo a vedere...purtroppo la mia è stata una dimenticanza anche se la legge non ammette ignoranza
     
  10. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Certamente si: grazie per aver ripostato i coefficienti. temevo che il 3,75% si riferisse a ritardi più brevi dell'anno.
     
  11. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Corretto, all' AdE mi hanno detto che la sanzione non è dovuta per l' imposta di registro ma per poter ancora "fruire" dell' agevolazione fiscale della C.S......
     
  12. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Come si può constatare da quanto emerge, ufficio che vai, usanza che trovi.
    Mi sembra che il tuo ufficio sia più fiscale del Fisco. Ti consiglio di provarne un altro :^^:
     
  13. proprietario1

    proprietario1 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Grazie per le preziose informazioni, anche io ho lo stesso problema con contratto del 31.01.2012 scaduto il 31.01.2016. ora riprovo a chiamare ADE, ieri ci avevo già tentato ma dopo diversi tentativi ed attese finiva sempre con msg che dice di richiamare, siete stati più veloci ed efficenti voi !
     
  14. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ti consiglio di applicare, se puoi usare RLIweb da fiscoonline, il suggerimento avuto da @angelogen: se trovi un impiegato più realista del Re come @maidealista , ti ritrovi anche 258 € di sanzioni....
     
  15. proprietario1

    proprietario1 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    sono al tel con ade e mi stanno dando una versione diversa: è ravvedibile SOLO con la "remissione in bonis" pagando 258,00euro !!
     
  16. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Cioè appunto la risposta postata da angelogen...

    Ultimamente mi sembra che in Ade abbiano avuto l'ordine di essere particolarmente restrittivi: l'ultima circolare ne è un esempio.
     
  17. angelogen

    angelogen Membro Attivo

    però è un mistero....io l'ho fatto in diretta con lui, è vero che può essere che domani mi arriverà la notifica/ricevuta di scarto (nel caso ve lo farò sapere) ma dovrebbero mettersi d'accordo o comunque formare questi operatori. In realtà, pensandoci bene, la mia dimenticanza, non ha comportato nessun danno all'erario e comunque lungi da me evadere perché avrei messo gli stessi acconti della CS sulla dichiarazione.
     
  18. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Lo scarto credo si generi per errori sformali di congruenza all'interno del modulo trasmesso: non credo si generi a fronte di una verifica fuori linea della posizione trattata.
    Per cui è estremamente improbabile arrivi successivamente una contestazione (ragiono solo in termine di possibili algoritmi in gioco)

    Che manchi uniformità di vedute è notorio: fino a che non viene espressa una posizione ufficiale della direzione normativa, ogni capo team ragiona per conto suo.

    Solo due mesi fa ho registrato una scrittura che riportava il canone precedentemente ridotto, all'importo nominale iniziale: non mi è stata chiesta in ufficio alcuna imposta. 10 gg fa circa una circolare invece sancisce che la registrazione in aumento deve essere assoggettata: la esclusione riguarderebbe solo le diminuzioni.
    Quindi non fare mai una diminuzione senza termine automatico.
     
  19. proprietario1

    proprietario1 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    inoltre il call center ADE mi ha aggiunto un nuovo dubbio : l'appartamento ed il contratto sono cointestati al 50% a me + mio marito, secondo i colleghi ADE di Milano dovrei pagare euro 258,00 a testa!!!( mi pare una follia x una dimenticanza che non ha comportato alcuna elusione o ritardato pagamento di imposta ), mentre per l'operatore che mi ha risposto è solo euro 258,00 a contratto, ma non è sicura ed ha concluso dicendo di andare di persona all'uff. dove ho registrato contratto ( monza ) perchè sono loro che poi eventualmente addebiteranno sanzioni.........sempre l'operatore dice che gli uffici ADE della Lombardia sono molto più "fiscali" e restrittivi rispetto ad altre regioni ....vergognoso come il fisco COMPLICA la vita al contribuente
     
  20. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Quella della doppia sanzione mi pare una solenne bufala....
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina