1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. paiarico

    paiarico Nuovo Iscritto

    Ciao a tutti,
    avrei bisogno di un consiglio da parte vostra. Tre mesi fa a fronte di una proposta irrevocabile di acquisto firmata da entrambe le parti ma soggetta al verificarsi della condizione che l'immobile fosse libero da abusi, il venditore, dopo aver accettato la proposta, si è ritirato per motivi personali :-o.
    Ora si è deciso in accordo fra le parti e persino con l'agenzia :shock: che la proposta fosse annullata e nulla dovuto all'agenzia;).
    L'agenzia successivamente, o il venditore non saprei, io sarei il compratore, hanno interrotto o ritirato l'incarico e il venditore ha cominciato a vendere l'immobile da solo. Due settimane fa il venditore mi contatta e mi propone di riprendere la trattativa interrotta facendo fuori l'agenzia:shock:.
    La mia perplessità è la seguente, cosa rischio io nei confronti dell'agenzia se dovessi concludere la trattativa? può l'agenzia avanzare delle pretese in termini di provvigione visto che il primo incontro tra me e il venditore lo ha procurato lei? a me non cambia niente visto che il compenso che avrei dovuto dare all'agenzia ora dovrei darlo al venditore...:basito: Ma a parte il discorso che il tutto è eticamente scorretto io a cosa potrei andare incontro?
    grazie a tutti quelli che vorranno illuminarmi...
     
  2. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto

    Questo e' un caso dove l'agenzia e' stata troppo corretta annullando la proposta e non pretendendo nulla anche se il venditore si e' ritirato.
    vergogna per quel venditore.
    sinceramente non capisco perche' dici che il compenso che avresti dovuto dare all'agenzia ora lo dovresti dare al venditore.
    ma quando mai??
    Cambia venditore.
    e cmq se compri con quel venditore l'agenzia avrebbe diritto alla provvigione.
     
  3. wailer18

    wailer18 Membro Ordinario

    Professionista
    al dover pagare la mediazione all'agenzia
     
  4. paiarico

    paiarico Nuovo Iscritto

    ah capisco... ma a quanto ammonterebbe la provvigione visto che l'agenzia prende il 4% dal compratore e il 2 % dal venditore? chi lo stabilisce visto che non c'è più una trattativa con l'agenzia? e come fa l'agenzia a sapere se io concludo o meno col venditore?
    Inoltre l'agenzia è anch'essa inadempiente in quanto non ha fatto i dovuti controlli sull'immobile il quale è risultato con molti problemi tra cui 2 ipoteche .... come fa a meritarsi il 4%? l'agenzia ha avuto solo un comportamento corretto non avendo chiesto niente ne al venditore ne al compratore dopo l'annullamento della proposta. Anch'io non ho chiesto al venditore il doppio della caparra. Ma a parte questo merito il suo lavoro non è stato affatto soddisfacente anzi ha cercato in tutti i modi di ingannarmi per spingermi all'acquisto... che ne pensate?
    grazie per le risposte ricevute
     
  5. paiarico

    paiarico Nuovo Iscritto

    no questo è un accordo col venditore che ha mandato all'aria la proposta, dopo averla accettata, perchè voleva più soldi:rabbia:
     
  6. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto

    quelli dell'agenzia sono dei volpini, credimi, controllano e se scoprono che qualcuno ha comprato o venduto grazie a loro che vi hanno presentato hanno un anno di tempo dal rogito per pretendere la provvigione. (Ed i rogiti sono atti pubblici).
    e la ottengono, in giudizio, naturalmente.
    la agenzia non deve fare i controlli, non e' sua responsabilita', i controlli li deve fare l'acquirente o deve mettere una clausola sospensiva ed incaricare un suo geometra di fiducia.
    se i controlli sono positivi si va avanti altrimenti si recede tutto ed amici come prima.
    se le ipoteche sono sanabili alla data del rogito, il contratto e' validissimo.
    lo certifica il notaio.
    se invece al rogito le ipoteche sono superiori al saldo, il venditore sarebbe inadempiente.
    ma solo alla data del rogito.
    capisci l'importanza dei controlli???
    e cmq un immobile potrebbe essere pulito al preliminare e nel tempo fra preliminre e rogito il venditore potrebbe avere 10 ipoteche.
    quindi, controlli, preliminare trascritto dal notaio e rogito a breve tempo e sei molto piu' tranquillo.
    prima di comprare, queste cose bisogna saperle.
    ma questo e' solo l'abc della compravendita.
     
    A e Jrogin piace questo messaggio.
  7. paiarico

    paiarico Nuovo Iscritto

    ok grazie mille a tutti ho capito ... grazie per i consigli ccc1956 adesso affronto la situazione e poi posto il risultato...
    grazie ancora ;)
     
  8. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Confermo quanto detto in merito al diritto alla provvigone all'agenzia che aveva presentato la proposta anche in caso di successivo acquisto.

    In merito all'entità della provvigione, ritengo che debba essere quella indicata nella proposta di acquisto originaria, se indicata, e se non indicata quella risultante dagli usi depositati presso la CCIAA della provincia ove è ubicato l'immobile. In assenza anche di questi ed in mancanza di patti tra le parti deciderà il giudice.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina