• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

giovanni2010

Nuovo Iscritto
Sono nuovo del forum e chiedo cortesemente un aiuto.
Ecco il mio problema:

la palazzina in cui risiedo e' costituita da 6 appartamenti ( di cui 3 con ingresso unico e altri 2 con ingresso ciascuno separato).
Il tutto e' costruito sopra un magazzino di grandi dimensioni attualmente in vendita e non abitato.
L'mpianto fognario di ciascun appartamento, dalla data di costruzione dell'immobile ( + di 30 anni) si trova all'interno del magazzino dove si
trovano i diversi tombini.

Ogni anno avendo una servitu di passaggio (da un cancello che porta al magazzino), provvedevamo alla pulizia dell'impianto fognario.
Essendo stato il magazzino venduto, ed essendo stato chiuso il cancello, abbiamo provveduto a mandare una raccomandata al proprietario avvisandolo che :
"Facendo riferimento alla servitu’ di passaggio per legge spettante sulla Sua proprieta’ per un regolare accesso all’impianto fognario, con la presente chiediamo la presenza di un Suo incaricato o in alternativa l’apertura del cancello carrabile di via..................., per il giorno 00/00/2010, per dare accesso alla ditta di idrospurgo da noi incaricata..."

Il titolare ( che e' anche proprietario di uno degli appartamenti -disabitato-) non si fa vivo e non e' intenzionato ad aprirci il cancello.

premetto che nella palazzina ( visti il numero esiguo del proprietari) non e' mai stato costitutito un condominio ( anche perche' le parti in comune sono solo l impianto fognario ed il tetto)

Chiedo gentilmente quale procedura da seguire per evitare che la mancata pulizia delle fogne possa poi recare problemi fisici e materiali ai vari proprietari degli appartamenti.

Inoltre chiedo cosa fare per contestare la mancata pulizia del cortile del magazzino che da anni essendo tralasciato si e' riempito di erbacce alte anche 1 metro che degradano l'area la cui incuria e favorisce la presenza di ratti ecc.

Grazie a chi mi aiuta.
 

Antonio Azzaretto

Membro dello Staff
Premetto che il condomìnio esiste di fatto, prima di essere costituito di diritto.

Voi avete dei problemi in solido da gestire, e sicuramente in questi anni avrete anche creato un' organizzazione a suo modo efficace per gestire i vostri beni comuni.

La cosa più semplice da fare, è prendere contatto con il proprietario del magazzino, ed avvisarlo che se non si trova un' accordo condiviso per poter accedere e pulire le fogne, prima o poi esse (le fogne) esonderanno.

D' altra parte, a mio giudizio, è opportuno che costituiate formalmente il condomìnio, in modo che possiate nominare un amministratore che abbia l' autorità per ricorrere a norma di legge, in nome e per vostro conto.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve ho in comproprietà una strada privata i miei dirimpettai hanno l'accesso pedonale di servizio possono entrarci anche in macchina tengo a precisare che hanno il passo carrabile è l'ingresso principale con numero civico su altra strada
Il peggior difetto di chi si crede furbo è quello di pensare che gli altri siano stupidi
Alto