1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. eonta

    eonta Nuovo Iscritto

    Salve a tutti del forum, provo a esporre il mio problema:
    Sono propietario di un piccolo rustico con annesso oliveto a cui vi si accede da una strada comunale e da un breve passaggio asfaltato (da me costruito e interanente pagato) che si biforca in due arrivando da un lato alla mia abitazione e dall'altro ad una sbarra che segna l'accesso ad un'altra parte di terreni agricoli di altri propietari:uno di questi (chiamiamolo X) ha le chiavi della suddetta sbarra che segna l'inizio del suo confine.
    L'oliveto essendo molto grande è diviso in lotti (4-5) aventi vari propietari(che però sono impossibilitati ad accedervi con alcuni mezzi perchè "X" gli nega il passaggio dal suo terreno)
    Per quanto mi riguarda "X" ha acquisito il diritto di passaggio sul mio pezzetto di strada visto che è propietario del terreno da molti piu anni che di me.
    Dopo questa lunga introduzione cerco di arrivare al vero problema:
    mesi fa,la mia zona è stata investita da una grossa perturbazione che ha provocato innumerevoli danni a causa di frane e smottamenti.
    Come avevo anticipato il pezzo di strada comunale prima del mio passaggio asfaltato è costeggiata da un piccolo fossetto in cemento (anch'esso comunale) per lo scolo dell'acqua piovana:sul fossetto che costeggia il mio punto di accesso ho fatto costruire una griglia in ferro per consentire il passaggio dei veicoli.
    L'eccezzionale violenza di questa perturbazione ha intasato la griglia e l'acqua fuoriscita attraversando la strada è finita per sfociare nel lato opposto ed erodendo il terreno ha fatto cadere un albero che si è infranto su una recinzione di una abitazione provocando diversi danni.
    Ammetto che la cosa è un po contorta...quindi cerco di arrivare al dunque.
    La propietaria della recinzione (in cui sono in buonissimi rapporti) mi chiede i soldi per il danno subito.Premetto che in effetti la manutenzione del fossetto e soprattuto la pulitura della griglia non l'ho quasi mai fatta quindi ammetto le mie colpe(anche se vista l'eccezionalità dell'evento ho i miei dubbi che non si sarebbe intasata ugualmente).
    Mi domando però:
    1)Gli altri propietari dei terreni che passano dalla mia strada (soprattuto "X") sono responsabili della manutenzione del fosso e quindi sono dovuti alla manutenzione del suddetto?So già che nessuno di questi vorrà tirar fuori un soldo, quindi mi domandavo se dovessi minacciarli per vie legali quanto in realtà sono nella condizione di poterlo fare.
    2)L'albero che ha provocato il danno si trova in una specie di bosco di cui è propietaria "Y" che una volta avvenuto il danno mi ha chiamato in gran furia sollevandosi da ogni responsabilità per l'accaduto.
    In effetti il suo bosco non brilla affatto in pulizia, però anche in questo caso non ho la minima idea se (escludendo il buon senso) ci sono norme a cui posso appogiarmi per coinvolgere questa persona nel contribuire al saldo delle spese (o almeno una parte)per il rifacimento della recinzione danneggiata.

    So di non esser stato molto chiaro nell'esposizione, ma la dinamica dei fatti e il num di persone coinvolte in se non aiuta.
    Anche se aimè so già che alla fine dovrò pagar tutto io vi chiedo comunque se in realtà posso difendermi in qualche modo..

    Grazie anticipatamente a tutti
     
  2. eonta

    eonta Nuovo Iscritto

    Qualche consiglio?
     
  3. raffaelemaria

    raffaelemaria Membro Assiduo

    Professionista
    Se la griglia è stata effettivamente la causa dei danni e X può accedere al proprio podere solo con la presenza della griglia penso proprio che debba partecipare al danno causato dalla griglia.
     
  4. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Scusa, ma non hai detto che la strada ed il fossetto di scolo sono entrambi comunali? Se è così, tocca al Comune sia la pulizia che il risarcimento dei danni.
     
  5. eonta

    eonta Nuovo Iscritto

    Grazie per le risposte!
    Quindi "X"sarebbe obbligato per legge alla manutenzione del passaggio?Sarebbe già qualcosa...ma esiste qualche articolo legge o sentenza riguardo a questo argomento che potete suggerirmi?
    La presenza della griglia ha in effetti ostruito il passaggio della mole di detriti,foglie e fango che venivano giù dal fossetto.
    C'è da dire che spesso il problema di un intasamento nel punto dove ho la griglia capita spesso forse perchè la profondità del fossetto essendo scarsa non permette all'acqua di defluire normalmente soprattutto se vi si mescolano altri detriti(ed è abbastanza normale visto che siamo in una zona collinare dove la vegetazione è assai presente);ma anche qui non so se le sue dimensioni sono fissate in relazioni ad un livello di portata stabilito per legge e che magari non tiene conto di eventi eccezzionali come quello accaduto(Magari se ho tempo provo a misurarlo..)
    Non sono molto pratico in materia di diritto e non so a chi dovrebbe spettare la pulizia di questo passaggio e lo dico soprattutto da un punto di vista legale:
    così a senso credo che spetti al propietario della griglia che in effetti sarei io;se però come dice Luigi spetterebbe al comune sarebbe una gran cosa ma vorrei esser sicuro di questo,quindi aspetto una vostra conferma(fate pure altre domande se non sono chiari certi punti..)
    Riguardo al punto 2) invece per quanto riguarda la propietaria del bosco, non ho alcun tipo rivalsa nei suoi confronti?

    Grazie ancora a tutti
     
  6. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    effettivamente darti dei consigli e difficile, per prima cosa valuta il danno se si tratta di poco voglio vedere chi metterà un avvocato per chiedereti un risarcimento di cosa poi di danni che si suppone essere satai causati dalla "tua" griglia? vai a dimostrare anche questa tesi, quanto poi l'albero, se ho ben capito non è tuo, chi mi dice che l'albero è caduto per colpa di una griglia e non perchè non è sato potato e pertanto appesantendosi non ha retto al temporale? e poi l'albero era messo alla distanza di sicurezza per non arrecare danni? e chi sa quante se ne troveranno, pertanto se il danno è notevole metti un avvocato per difenderti sempre che ti attacchino altrimenti lascia correre fai orecchio da mercante e vedi la consistenza di chi ti atacca questo non per scrollarti di dosso le tue responsabilità ma considera che i danni subiti da nubifragi a persone che hanno perso la vita, vedi l'isola Delba e il disastro di Sarno non credo che eventi del genere si possono dare le colpe a delle grate ecc..:fiore:
     
  7. eonta

    eonta Nuovo Iscritto

    Grazie chiacchia.
    Putroppo è una situazione che presenta molte intepretazioni sulla effettiva dinamica dell'evento.
    Per la sistemazione della recinzione(elettrificata) rimozione dell'albero,ecc, mi chiedono 470€.
    Il fatto è che come avevo precedentemente accennato sono in buonissimi rapporti con i vicini e non intenderei creare delle frizioni che il 99% delle volte provocano beghe infinite.
    Sicuramente sul fatto che il danno è stato provocato da un evento eccezionale è stato tenuto di poco conto,mentre hanno calcato e ed evidenziato il fatto (reale) che la pulizia di questo fossetto nel punto dove c'era la mia griglia è stata fatta spesso da loro, e visto sotto quest'ottica purtroppo ho poco da obbiettare con i vicini; nei loro confronti quindi ho solo due strade o pago o vado x vie legali.
    La mia idea è che se devo metter di mezzo qualche avvocato vorrei farlo nei confronti della propietaria del terreno in cui è presente l'albero o nei confornti del contadino confinante con il mio oliveto,però al momento vorrei averere motivazioni più forti perchè so già con quale tipo di persone dovrò trovarmi a fare i conti..della serie o minacci o non ti ascoltano..
    Una soluzione veloce ed equilibrata a istinto sarebbe quella di pagare una parte della somma (300€) e lasciare la parte restante del risarcimento divisa tra gli altri 2 propietari coinvolti.
    Credo però che i vicini intendessero chiedermi l'intero importo a me declinando l'onere di ricercare possibili risarcimenti agli altri due(forse perchè sanno bene che con grande fatica otterrebero qualche soldo); quindi mi troverei a metter di mezzo avvocati per 170€? Non so...
    Sapete di sentenze,episodi simili o leggi riguardo a questo genere di danno?Oppure mi consigliate di pagare senza pensarci troppo?

    Grazie a tutti
     
  8. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Io una visitina al Comune la farei. Tanto perchiarire di chi è la proprietà del canale di raccolta e scolo delle acque piovane....
     
  9. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    L'idea del comune non è male, poi se ha dei rapporti che ci tieni non c'è prezzo che valga però potresti fare un'altra cosa, con l'accordo dei vicini chiaramente gli dici senti io ti pago il danno perchè tengo più alla tua amicizzia che ai soldi, però diciamo agli altri che io non voglio pagare e che tu mi hai citato e che citi anche gli altri, la proprietà dell'albero ecc. o una cosa simile, questo perchè se succede ancora qualcosa che fai stai sempre a pagare te? cosi vedi anche l'amicizzia dell'altra parte come la pensa e se è sincera, oh ti ripeto è un suggerimento non voglio mettere zizzania poi vedi te, comunque non mi riterrei colpevole della caduta dell'albero perchè se al posto di causare danni con lo smottamento si sarebbe scoperto un tesoro l'avrebbero dato a te?:fiore:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina