1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. britallico2

    britallico2 Ospite

    Ok io ne ho una, che poi e' anche un classico che piu' classico non si puo'..

    Si prende il preparato dil legumi secchi che si trova al supermercato, di solito e' identificato come "Zuppa Del Contadino" e lo vendono a pacchetti da 500 grammi.. lo si mette a mollo di acqua la sera prima..
    volendo si usa anche solo lenticchie secche, fagioli secchi, o anche (quei fortunati che le trovano..) fave secche..

    L'indomani mattina si sciacquano i legumi, li si sgocciola bene e poi nel frattempo si fa ammorbidire la solita base tricolore di sedano/carote/cipolla con qualche dadetto di pancetta affumicata o anche beacon,
    se si ha la pentola a pressione questa base la si fa nella stessa, una volta che e' tutto ammorbidito ci si aggiunge i legumi e una scatola di pelati, o se li si ha, dei pomodori tagliati a cubetti, avendoli anche qualche pomodoro secco tagliato a pezzettini e volendo anche un po' di concentrato di pomodoro..

    questo per dare un esplosione di pomodoro, poi ci si mette acqua o volendo fare ancora meglio si aggiunge del brodo (o di carne o vegetale come volete voi, oppure anche di dado) fino a coprire i vegetali e anche un po' di piu, (meglio abbondare con il liquido che metterne di meno) poi chiudete con il coperchio e quando comincia a fischiare si riduce la fiamma e si lascia per 15 minuti, poi ci si fa la mano ma come minimo sono 15 minuti oppure un ora e mezza se si usa la pentola normale.

    L'ho fatta complicata ma piu' semplice di cosi.. volendo invece dei legumi ci si mette verdure e della pasta e viene fuori il minestrone, e volendo quando si e' fatto il soffritto iniziale con la base classica del tricolore (sedano/cipolla/carota) ci si aggiunge la carne a cubetti (coscia di maiale, ma anche coscie disossate di tacchino o pollo o anche bistecca tagliata a pezzettini) e la si cucina un pochetto prima di metterci i legumi, cosi alla fine viene fuori "Zuppa Di Contadino con Carne" che altro non e' che uno stufato con legumi.

    In qualche ristorante dove sono stato ci si faceva un pentolone di sta roba e quando la ordinavano si metteva due mestoli in una ciotola, del formaggio a cubetti in cima e poi in forno delle pizze per due minuti (in casa usate il microwave) e poi la si serviva con dei croutons a fianco.. o pane secco per i lavori casalinghi! Ci manca solo la neve fuori.
    yumm! yumm!
    Horton+Township+Winter+Scenes+001.jpg
     
    A maidealista, Marco Costa e melitta piace questo elemento.
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    eccotene un'altra. prima cosa fare...la spesa:^^:
    per cucinare le FAVE CON LARDO:applauso:
    fave secche 500 gr., 2 o 3 spicchi d'aglio, 1 cipolla, una carota, basilico secco, carne di maiale grassa 500 gr,
    salsiccia fresca 300 gr, cotenna di maiale con lardo 300 gr., sale, pane carasau, cavolo cappuccio e finocchietti selvatici. niente di che come spesa:p
    preparazione semplicissima:
    mettere a bagno in acqua tiepida le fave secche per 12-24 ore. riempire un grande tegame d'acqua leggermente salata e fare cuocere la carne di maiale, la salsiccia, la cotenna a pezzi di media grandezza e le fave. a metà cottura aggiungere l'aglio, la cipolla, la carota, il basilico mescolando di tanto in tanto, al brodo di cottura vengono aggiunti il cavolo cappuccio e i finocchietti selvatici.
    servire le fave con lardo calde,mettendo alla base del piatto il pane carasau rapidamente immerso nel brodo.
    una vera leccornia;) le fave con lardo sono tradizionalmente cucinate particolarmente in Barbagia, insomma dove fa freddo e state sicuri che questo piatto riscalda eccome...
     
    A britallico2, maidealista e Marco Costa piace questo elemento.
  3. britallico2

    britallico2 Ospite

    In pratica bollisci il tutto senza soffrigere niente, il che e' anche meglio per le coronarie..
    beato te che le trovi le fave secche.. a Londra ne trovavo a quintali.. qui sono rare anche crude... eppure
    ci sono i lupini che poi non ho ancora capito cosa sono.. sono una cosa molto simile alle fave ma sono gialli e li vendono a bagno di acqua e sale!!

    comunque ho quasi il resto degli ingredienti, incluso il finocchietto selvatico che ho introdotto al mio orto e che ora nasce spontaneo ogni anno.. vorra' dire che appena posso la faccio con le lenticchie.. per il pane mi tocca usare "carta da musica" che e' l'equivalente veneto al pane carasau ma almeno non mi costa 6 euro al kg :triste:
     
    A maidealista e Marco Costa piace questo messaggio.
  4. Marco Costa

    Marco Costa Membro dello Staff

    Bastaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa ngngnn gn n mi e' venuta fame alle 9.30 del mattino ! ! ! ;)
    con fuori 30cm di neve ...e non smette ;)
     
    A britallico2 piace questo elemento.
  5. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    Marco:Ciao: menomale che trovo un appoggio contro questi violentatori culinari....:applauso::applauso::applauso:
    personalmente ,rispondendo al quesito principale, io FAREI applicare la vecchia regola militare : 200 flessioni,fregarsi le mani,saltellare sul posto......;);)
     
    A britallico2 e marifior piace questo messaggio.
  6. britallico2

    britallico2 Ospite

    Io oggi zuppa di pesce fatta come ci ha insegnato un pescatore di Stintino/Alghero, tanti anni fa.. a proposito lui usava le "gallette" che non abbiamo mai + ritrovato..
    visto che qui c'e' tutta l'italia.. c'e' qualcuno che sa cosa sono le gallette e dove le vendono? E' appunto il pane dei marinai di una volta, mi pare marinai ponzesi, erano tonde, abbastanza spesse, indistruttibili (ma il pescatore le rompeva in due sbattendosele sulla fronte!) e duravano moltissimo in quanto secche e fatte senza lievito.
     
  7. britallico2

    britallico2 Ospite

    200 flessioni? azz quel sergente lasciatelo pure a me stanotte.. che vada pure negli alloggi degli ufficiali, non sa cosa gli aspetta hahaha oe reclutacce, ricordatevi chi vi protegge eh! hahahaha

    ps: la ricetta di prima ho sbagliato i tempi, a pressione e' 15 minuti mentre normale e' tre volte tanto, fa 45 minuti non un ora e mezza.. vi viene fuori pappetta senno'.
     
  8. bolognaprogramme

    bolognaprogramme Membro Assiduo

    Professionista

    Penso che tu intenda qualcosa di simile alle "friselle" meridionali...
    Se sono simili a quelle, le sto trovando anche al supermercato un pò fornito
     
    A britallico2 piace questo elemento.
  9. britallico2

    britallico2 Ospite

    wow mi sa che e' la stessa cosa o ci vanno molto vicino, il “Pane dei Crociati" cucinate in forno due volte, dicono senza sale perche' poi si mettevano in acqua di mare ecc ecc l'unica differenza e' che queste hanno il buco mentre le gallette non lo hanno ma mi sa che sono la stessa cosa.. questo e' l'unico ingrediente che mi manca per farmi la zuppa di pesce come dico io, grazie mille!

    ps quando ho tempo su questo thread ci devo mettere una ricetta semplicissima tanto quanto eccezionale, utile a quelli che non cucinano e anche agli altri, semplice pasta con basilico, la migliore versione che conosco e quella che ci va subito dietro.. se nel frattempo qualcuno vuole battermi sul tempo, sentiamo la vostra ricetta degli spaghetti al basilico! ;)
     
  10. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    brita : il basilico puoi sostituirlo co:risata::risata::risata:n la MariaGiovanna o Marì juanita: sono molto piu' saporiti
     
  11. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    a proposito di "gallette" ..io le ricordo bene ! un "pane a tranci quadrati" molto duro che si scioglieva solo se attaccato dalla saliva e che ti spezzava i denti : oppure ,come le friselle, dovevi immergerli preventivamente in un liquido che le ammorbidiva (acqua in Africa,cognac in Russia) : erano inserite nella razione della truppa combattente : sono state abolite col...fascismo : ecco perche' NON si trovano
     
  12. bolognaprogramme

    bolognaprogramme Membro Assiduo

    Professionista
    IO le faccio ammorbidire un pò con l'acqua e poi le "inondo" di pomodorini tagliati a piccolissimi pezzi conditi con olio, aglio, sal e "tapenade" (una salsa di olive, capperi e acciughe saporitissima)...

    Semplicissimo, ma troppo buono !!!
     
  13. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    bologan : descrivi la "tapenade"...mi sa' di goloserìa...
     
  14. britallico2

    britallico2 Ospite

    hanton, io le mangiavo negli anni 70, a quanto ho capito hanno la stessa funzione delle friselle e sono uguali, meno il buco, tutta roba atavica ma a me mancano.. la tapenade e' tipica di non so che regione, sono olive/capperi/aglio/acciughe/olio d'oliva e mi pare ci siamo, in pratica bolognaprogramme si fa le bruschette con le friselle e fa bene perche' se usi pane anche se raffermo quando ci aggiungi i pomodori si squaglia tutto..

    appena ho tempo ho quella ricetta della mary jua.. :disappunto: ma che dici hanton no della basta al basilico che poi sfocia anche in una variazione che arriva dalla sardegna e che si avvicina molto a quello che fa bolognaprogramme con le friselle, ma e' pasta! Primo piatto
     
  15. britallico2

    britallico2 Ospite

    trovata la tapenade

    La tapenade è una salsa tipica della Provenza a base di olive nere, acciughe e capperi .

    Nonostante i singoli ingredienti che la compongono siano molto saporiti, la tapenade è una salsa dal gusto molto delicato, che viene usata per ricoprire crostini o bruschette, accompagnare piatti a base di pesce, pasta e uova.


    Ricetta Tapenade - Le Ricette di GialloZafferano.it
     
  16. bolognaprogramme

    bolognaprogramme Membro Assiduo

    Professionista



    Buonissima !!!
     
  17. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    brita : ohi..la tapenade somiglia molto alla Cesar salade Statunitense citta' di LosAngeles (California)...solo che alla tapenade si aggiunge olio d'oliva tuorlo d'uovo e aceto nonche' limone
     
  18. britallico2

    britallico2 Ospite

    intendi il tuorno d'uovo con l'aceto si aggiunge alla Cesar salade spero :)
     
  19. britallico2

    britallico2 Ospite

    Ok ecco la ricetta degli spaghetti al basilico.

    Si scalda padella, si scalda un po' di olio d'oliva, ci si mette un paio di spicchi di aglio, li si rosola un po' senza fare bruciare o fumare l'olio, si apre una scatola di pelati (quelli interi) si butta l'acqua e si mette la "carne" che e' quello che resta del pomodoro, si cucina un pochetto, si aggiunge sale e pepe, si agiunge basilico che e' stato lavato (lo si lava in ammollo e si cambia acqua tre volte, se al cliente ci va un mini sassolino in bocca non solo ti licenziano ma prima ti crucifiggono, benvenuti in germania)
    e asciugato bene poi lo si taglia con le mani un paio di volte e lo si unisce al sughetto, nel frattempo la pasta fatta a mano si e' fatta i suoi due o tre minuti in acqua, la si aggiunge alla salsetta, si alza un poco fiamma e si fa saltare un po' mescolando, poi si spegne, si aggiunge un filetto di olio d'oliva sopra, una ulteriore saltata e poi si impiatta.

    Fi-ni-to Fer-tig! Gehen!

    Ovviamente manca la pasta, che a seconda del ristorante o la si fa fresca tutti i giorni o la si fa e la si secca ma ci vuole una stanza apposta, noi la facevamo e la seccavamo, e naturalmente era una pasta senza le uova.. stranamente in italia tutta la pasta fatta in casa *deve* avere le uova.. booohhh chissa' come mai.

    Invece la versione della ragazza di sassari e' la seguente.

    Si taglia a pezzettini aglio, pomodoro fresco e il basilico, si mette tutto assieme in una pirofila o un contenitore e si aggiunge olio d'oliva, pepe e sale.
    Si lascia in frigo un giorno.
    A parte si cucina la pasta, la si sgocciola, si aggiunge un po' di olio d'oliva perche' onn si attacchi e la si lascia li a raffreddare.
    Quando fredda, la si mescola con la "salsa" del frigo e poi si serve.
    Aggiungo che magari se la salsa del frigo e' fredda, mescolare con la pasta quando essa e' ancora un po' tiepida cosi' alla fine mangiate una pasta a temperatura ambiente.

    E' MOLTO piu' buona di quanto non sembri, specialmente d'estate. Fine delle due ricette.

    La variazione logica di quest'ultima pasta e' di aggiungere alla salsa qualche oliva e dei capperi e magari dei peperoncini (dolci o piccanti) sott'aceto.

    a proposito, ecco la ricetta della pasta fatta in casa esattamente come la si faceva in quel ristorante che (penso si possa dire) si chiamava Il Bacco
     
  20. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    tropp longa !
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina