1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. uvz

    uvz Membro Attivo

    buongiorno a tutti, nella zona in cui abito l'acqua è molto dura e da tempo ho diversi problemi con l'impianto idraulico. Per la produzione di acqua calda ho lo scaldabagno istantaneo. Le tubazioni sono parzialmente ostruite ma il mio idraulico sostiene che bisogna sostituirle (hanno circa 35 anni)
    Conoscete forse un sistema x poterle pulire senza dover rompere tutto?

    Inoltre vorrei installare un addolcitore, vorrei evitare quelli che usano il sale ed ho sentito parlare di Kalko Tronic. Il mio idraulico a questa mia richiesta mi ha risposto che è come voler far funzionare la lavatrice senza scarico.
    Qualcuno ha questo sistema x togliere il calcare o potete consigliarmi qualche altra soluzione ?

    grazie a tutti
     
    A lanati piace questo elemento.
  2. slenisap

    slenisap Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Mi risulta che l'unico sistema valido per addolcire l'acqua sia con le resine (e di conseguenza il sale per rigenerarle).
    Siestemi elettronici o di osmosi inversa lasciano in sospensione le particelle.
    I veri filtri peggiorano la qualità dell'acqua.
    Ecco un servizio delle Iene in proposito Depuratori a osmosi inversa: la bufala dell'acqua depurata
     
    A lanati piace questo elemento.
  3. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    ????
    L'osmosi inversa rappresenta il gradino più alto della filtrazione di un fluido in quanto è in grado di intervenire anche sulla struttura molecolare dei sali prenti nel liquido da filtrare. Cosa che non avviene nella microfiltrazione. Voi non immaginate quante applicazioni ha la filtrazione nel settore "food and beverage": latte, vino, acqua, tanto per citare gli alimenti principali, tutto viene microfiltrato, prima di essere messo in commercio. Ma questi prodotti non vengono sottoposti ad osmosi inversa per non far perdere le proprietà organolettiche. L'acqua microfiltrata viene usata in elettronica per lavare i circuiti stampati.
    Gli impianti ad osmosi inversa vengono usati per potabilizzare l'acqua del mare e sono una cosa seria e richiedono una intensa manutenzione. Poi ci sono i bussolotti che, con un paio di centinaia di euro, si possono installare sotto il lavello, dai quali si pretende le stesse prestazioni, senza fare manutenzione, degli impianti seri.
    Per combattere la durezza dell'acqua ci sono anche quei dispositivi che trasformano la calcite presente nell'acqua, che è incrostante, in aragonite, che non si deposita se non a temperature superirori a 120°. Calcite ed Aragonite hanno la stessa formula chimica ma diversta struttura molecolare. Il passaggio da calcite ad aragonite si ottiene facendo passare il tubo dell'acqua (non di piombo) in un campo magnetico, al quale è associato anche un campo elettrico, in modo da modificare la truttura molecolare che è sensibile al campo elettromagnetico indotto.
    Anche questo sistema dopo un certo numero di anni ha bisogno di essere manutentato o sostituito.
     
    A lanati piace questo elemento.
  4. Nautilus

    Nautilus Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Nel mio condominio abbiamo sperimentato l'addolcitore magnetico, ma non funziona. Abbiamo sei addolcitori a scambio ionico, uno per ogni scala, che sono efficienti e richiedono poca manutenzione. L'unico problema è che aumenta la quantità di sodio nell'acqua in quanto l'addolcimento viene ottenuto sostituendo lo ione calcio con lo ione sodio.
     
  5. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Meglio lo zucchero preferibilmente di Canna...meglio ancora il Fruttosio...da evitare i dolcificanti sintetici.

    Come complicarsi la vita.
     
  6. Nautilus

    Nautilus Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Se vivi in una zona con acqua molto calcarea o metti l'addolcitore o rinunci agli elettrodomestici ...
     
  7. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Chissà...magari faccio il conto della serva...premesso che vivo in una zona con acqua a durezza medio alta e negli ultimi 40 anni non abbiamo mai buttato un elettrodomestico per problemi di calcare ...mi chiedo il senso di preoccuparsi di un elettrodomestico già "tarato" per durare mediamente max 10 anni se non meno.

    In buona parte dipende da chi e come utilizza la tecnologia.

    Se proprio si opta per simili installazioni ci si preoccupi delle sole parti a "servizio" di elettrodomestici lasciando "intatta" l' acqua per altri usi.
     
  8. Io ho da 1 anno e mezzo installato in casa mia kalko tronic e devo dire che mi trovo benissimo, non ho più calcare e la lavatrice che aveva smesso di funzionare sui programmi più caldi ha "miracolosamente ricominciato" ed è una lavatrice del 2005.
    il tecnico kalkotronic a suo tempo mi aveva detto che era da attribuirsi al calcare e di aspettare un mese prima di chiamare il tecnico della lavatrice perchè avrebbe avuto un effetto disincrostante. ho aspettato e aveva ragione!!!! così per ora una spesa in meno
     
  9. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Leggo parecchia confusione in merito ai filtri e o addolcitori d'acqua, credo sia utile dare queste piccole infarinature per iniziare a capirci dalla partenza: A cosa serve l'addolcitore per acqua
    Domande ricorrenti (FAQ) sugli addolcitori per acqua - Lenntech

    Aggiungo alcune nozioni: in alcune parti (come il biellese) l'acqua pur essendo molto pulita è abbastanza "aggressiva" con le zincature interne delle tubazioni, infatti tende (in caso d'interruzione servizio o lunga inattività del rubinetto) ad intaccare proprio le zincature interne, producendo quel colore "brunito/sporco" dell'acqua al momento del tiraggio.
     
  10. MasterPc

    MasterPc Nuovo Iscritto

    Professionista
    Tra le ricerche che ogni tanto faccio sulla rete mi sono imbattuto su questo topic, al chè mi sono iscritto, magari sono d'aiuto (quando riesco a collegarmi :p).

    Sono daccordo con te Daniele, ma anche sugli addolcitori c'è molto da scrivere, molti costruttori scrivono cose vere e alcune sbagliate, altri omettono informazioni importanti.
    Da tecnico (sul trattamento dell'acqua) c'è da dire che anche Lenntech, di cui hai messo un link, scrive alcune inesattezze.
    L'addolcitore fa esattamente quello che dice, poichè è uno "scambio ionico" trattiene ioni di calcio e magnesio (che sono benefici per noi a tutti i livelli) per sostituirli con ioni di "sodio".
    Il limite di legge è 200mg/l e non 300 come è scritto nel link, e il limite delle acque potabili è di non scendere sotto 15°Francesi in caso di addolcimento.
    Poi ogniuno fa quel che vuole a casa propria, ma proprio un eccesso di sodio e una durezza troppo bassa crea corrosione nelle tubazioni (soprattutto quelle vecchie).
    L'addolcitore (che preserava i tubi) non preserva troppo la ns. salute se usato male, anche perchè non siamo fatti di metallo.

    C'è l'altro inconveniente che reputo però il più reale: la fatica di comprare il sale e metterlo regolarmente nel deposito... tanti clienti si scocciano e i centri assistenza che conosco mi dicono continuamente che spesso sono senza sale e questo causa un aumento dei batteri a dismisura.
    Fino a che si stà bene... ok... quando però non è così anche lui ha il suo peso.
    Io personalmente limiterei quanto possibile il suo uso a zone dove è inevitabile (in toscana dove abito ci sono zone che hanno 80-90°francesi... le case credo che le facciano con lo stampino e facendoci scorrere l'acqua!:disappunto:) e al trattamento dei primari del riscaldamento (là dove non si può fare con i polifosfati), anche solo per limitar l'inquinamento e i danni se non viene gestito bene.

    In riferimento al sistema di cui si parla al primo topic posso dire che ci sono prodotti interessanti oggi che la tecnologia ha permesso di ottenere.

    Kalko Tronic è uno di questi, non toglie il calcio ma ne riduce il potere incrostante.
    Ma ci sono anche dei nuovi particolari addolcitori elettronici che riducono anche del 75% i minerali nell'acqua senza usare sale e non sono osmotici, quindi a basso tasso inquinante.
    Queste tecnologie sono o già sviluppate o in via di sviluppo e quasi tutte Italiane... nonostante la continua fuga di cervelli che abbiamo...

    Per esempio, oltre a Kalko Tronic, uno è il Plimmer che, nonostante il mio pensiero è che abbia ancora un pò di strada da percorrere (per i consumi che ha), per chi è ancora "tradizionalista" è la cosa più vicina all'addolcitore.
     
  11. jumpjack

    jumpjack Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Dal mio acquedotto non viene solo calcare, ma anche sabbia, da quando l'acquedotto stesso si è rotto anni fa... Mi tocca spesso togliere i filtrini dei rubinetti e svuotarli!
    Suggerimenti? (a parte bere l'acqua in bottiglia, cosa che faccio già)
     
  12. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    ma sei sicuro che non sia un problema delle tubazioni che scorrono nel tuo palazzo? Prova a far analizzare la sabbia. Io da quattro anni bevo "l'acqua del sindaco" tale e quale e devo dire che è buona e gradevole.
     
  13. jumpjack

    jumpjack Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Non saprei come verificare..
    Così come non saprei come verificare quant'è la durezza della mia acqua. Mi sono sempre chiesto: ma dopo aver letto sul retro della scatola di detersivo le dosi in base alla durezza dell'acqua.... una povera massaia COSA deve fare?? Non ho mai visto scritto sul retro dei detersivi COME si fa a misurare la durezza dell'acqua, al massimo c'è scritto di "chiedere in Comune", che è una cosa ridicola!
     
  14. Nautilus

    Nautilus Membro Attivo

    Proprietario di Casa
  15. jumpjack

    jumpjack Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Ah ma pensa.
    Voglio proprio togliermi questa curiosità!
     
  16. james3

    james3 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Salve se fossi in voi io il Plimmer lo lascerei perdere, si tratta di macchine sperimentali che questi signori vendono facendo credere di trovarsi di fronte ad un prodotto innovativo e tecnologico, la verità è che sono piene di problematiche e difetti che loro stessi non sono ancora riusciti a risolvere.
    Tutti i loro clienti che ho conosciuto e che purtroppo sono incappati in questo sfortunato acquisto si sono ritrovati ad aver speso tanti soldi ed ad avere delle macchine che funzionano malissimo.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina