1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Peppe79

    Peppe79 Membro Junior

    Inquilino/Conduttore
    Salve a tutti. Pongo il seguente quesito:
    per l'esecuzione di un lavoro di giardinaggio e per poter risparmiare sull'IVA (praticamente non fatturiamo l'importo) la ditta che eseguirà il lavoro mi ha detto che bisogna fare pagamenti sotto i 1.000,00 euro (totale lavoro, circa 1.500,00 euro), altrimenti bisogna fare assegno e quindi fatturare l'importo. Mi chiedo: se la cifra non la fatturiamo non risulta da nessuna parte che lui incassa i soldi e quindi potrebbe tranquillamente prendere il mio contante interamente o sbaglio?
     
  2. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Il limite all’utilizzo del contante è attualmente fissato in 1.000 euro. Ne consegue che si possono effettuare e ricevere pagamenti in contante fino a 999,99 euro senza violare alcuna norma.
    Ma la mia professione mi porta a disapprovare il modus operandi che intendete adottare.
    Ci sono altre modalità di far eseguire i lavori e di non pagare l'IVA nell'assoluta legalità, come ad esempio affidare il lavoro ad un prestatore occasionale tenuto ad emettere semplice ricevuta fiscale non soggetta ad IVA ai sensi dell'art. 5 del dpr 633/72.
     
  3. Peppe79

    Peppe79 Membro Junior

    Inquilino/Conduttore
    Dolly scusa in realtà è una mia osservazione. Era solo una questione sollevata dalla Ditta. Insisteva nel dire che sopra i mille euro occorreva fare assegno e quindi fattura, ma se è tutto in nero o ti do 1.550 o te ne do 2.000 nessuno sa che stai incassando....La fattura la facciamo. In merito al prestatore occasionale, è difficile trovarlo....
     
  4. Frengo

    Frengo Membro Junior

    Proprietario di Casa
    ma anche se fosse sotto i 1000,00€ (anche se in contanti) , giacchè PAGHI dovresti farti rilasciare una ricevuta se non su carta intestata...almeno identificabile .
     
  5. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Perché sei favorevole all'evasione fiscale? In questo caso evadete in due.
     
  6. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    L'osservazione di beppe 79, era se pagare sopra i mille €, era obbligata a fare assegno o bonifico e non ad evadere la fatturazione ciao
     
  7. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Testuale
    Testuale: "...per l'esecuzione di un lavoro di giardinaggio e per poter risparmiare sull'IVA (praticamente non fatturiamo l'importo)..."
    Il giardiniere avrà detto: se non vuoi la fattura e inoltre paghi in contanti, mi devi dare 1.500 euro, altrimenti mi devi dare 1.500 euro + IVA.
    E chiamale, se vuoi, evasioni...
    Ciao.
     
  8. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    :^^::stretta_di_mano:
     
  9. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    mascalzoncelliiiii volete proprio che Monti no Letta si alletta per malanni evasionistici ( licenza poetica ) :fiore:
     
  10. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ma perchè sotto i mille eurozzi non c'è fattura e non si paga l'IVA?????:shock:
     
  11. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Assolutamente NO!!!
     
  12. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non è cosi sotto i mille € si può pagare in contanti pertanto "fai quello che vuoi" oltre devi pagare con un sistema tracciabile, infatti la discussione verteva sul fatto: e se io ti pago in due volte ? oppure io ti pago tutto insieme e ti stai zitto? sempre quello è ( evadere l'IVA ) il risultato non cambia qualcuno ha detto ma poi non hai la ricevuta, ok ma se tutti i condomini ( ammesso che sia un condominio ) sono d'accordi?
    Forse cosi si capisce meglio il senso della cosa.......almeno spero.:fiore:
     
  13. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Lucio Battisti:
    "Non sarà una fattura,
    che ci costa come un cesto di verdura,
    a mandarci allo sprofondo
    non c'ho scritto qua Giocondo,
    no, no, no..."
     
  14. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    :^^: :^^:
     
  15. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    I soldi riscossi in nero da una ditta non possono figurare in alcun modo. In questo caso i mille o millecinquecento euro il giardiniere se li tiene a casa sua come contanti per andare a fare la spesa o per andare in vacanza. Non devono essere rintracciabili. Se lui commette l'errore di versarli in banca assieme ad altri contanti ed assegni, se la finanza fa un controllo (conciliazione tra le fatture emesse ed i versamenti) trova subito lo sgarro.
    Il condominio dovrà raccogliere in contanti le somme per pagare in nero il giardiniere e la somma non potrà figurare nelle spese condominiali.
    Comunque concordo con chi ha deprecato questa abitutdine di non voler pagare l'IVA.
     
  16. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Oggi come oggi lo vedo un rischio fare lavori senza emettere fattura (non necessariamente a nero) abbiamo anche il reverse charge (dove abbiamo fatture senza I.v.a ma questo è un caso diverso)...anche perchè se è vero che pattuiamo 1500, e non ti faccio fattura, cosa posso fare se poi tu decidi di farti lo "sconto" a 1.000 o a 900? Nulla posso fare perchè non c'è una pezza giustificativa che permette anche a me come impresa di potermi rivalere legalmente in qualunque modo. Oggi come oggi, con la crisi che c'è, farei molta attenzione a queste problematiche perchè non sono mica da sottovalutare. Comunque il limite è ancora 1.000€.

    Ho trovato qualcosa in merito anche attualmente non mi è ancora capitato di fare fatture per prestazioni di manodopera.
     

    Files Allegati:

  17. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    ne sei veramente sicuro?? Guarda che nessun magazzino edile ti rilascia materiale senza D.d.t. bolla ricevuta o fattura con cantiere di destinazione (per lo meno tutti quelli che conosco) e volevo sfatare questo mito. Siccome la GDF e le Entrate sulle aziende edili fanno controlli sia su clienti e su fornitori e devi inviargli l'elenco la vedo dura....proprio perchè lo stesso materiale che magari io faccio "saltare" qualcun altro l'ha messo nella sua contabilità indicandomi come cliente destinatario; quindi da un alto lui mi indica dal'altro io non ho niente che comprova come l'abbia utilizzato. Si capisce come io possa essere mooolto a rischio sanzione.

    non lo metto in dubbio che ci sono molti che lo fanno ugualmente ed infatti molti vengono beccati, e magari per 1.000€ ne beccano 20.000€ di sanzione....non è poi così conveniente.
     
  18. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Il reverse charge funziona solo fra ditte. La mazzata finale dell'IVA tocca sempre all'utente finale che è il privato (oppure anche all'imprenditore che acquista per la sua vita personale e dunque non scarica l'IVA).
    Certo che risparmiare il 21% su una prestazione di una somma rilevante è una bella tentazione per tutti....con quel che si risparmia di IVA per una prestazione non fatturata dal giardiniere per euro 1500,00 ci faccio la spesa 3 settimane.....oppure ci pago il bollo della macchina oppure il tagliando sempre della macchina e chi più ne ha più ne metta...
     
  19. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Infatti per combattere l'evasione non sarrebbe male dare una detrazione in percentuale sulle imposte in base anche al numero o al peso monetario delle fatture...ci sarebbe molta meno evasione e tutti riusciremmo a lavorare magari assumendo più personale. Non sarebbe neanche male se pagassero, le P.a (comuni provincie) per i lavori non necessariamente grandi che fanno fare invece di attendere mesi mesi e nel frattempo hai dovuto saldare fornitori enti previdenziali ecc.

    Perchè se devo prendere crediti per qualunque cifra da un qualsiasi ente comunque se non ho il D.u.r.c le amministrazioni non pagano?? però per pagare i debiti previdenziali avrei bisogno di quei soldi (che un altro ente mi deve ma per suoi bilanci NEGATIVI non da)...un cane che si morde la coda. Non potrebbe esserci anche qui compensazione debiti previdenziali con crediti??

    Fare piccoli interventi pubblici sotto soglia SOA significa aspettare mediamente 6/7 mesi se tutto va bene quelli grandi neanche a parlarne (ma tanto non ne faccio), intanto però devi tirar fuori di tasca per pagare INPS ed INAIL e cassa edile 8oltre al resto), altrimenti il debito non può essere evaso perchè non certificato...UNA FOLLIA ASSURDA.
     
  20. profitto

    profitto Membro Ordinario


    Relativamente alla prestazione occasionale la ritenuta applicate è a titolo di acconto di IRPEF 20%. Infatti se non produci redditi altri , potrai ottenere un credito.
    Per le prest. occasionali ci sono dei requisiti .
    Se ritieni che il tuo lavoro abbia un valore di 1000 eur netti devi rilasciare una notula per prestazioni occasionali del complessivo lordo di
    1000 per 1.25 = 1250

    Attuale acconto = 250 EUR specificando che si tratta di ritenuta a debito del committente


    1250 - 20% = 1000 netti percepiti.


    Nella dichiarazione dei redditi l'importo prodotto da lavoro occasionale è 1250 con ritenute totali 250.



    mentre per l'IVA c'è un pratico esempio su wikipedia. al link http://it.wikipedia.org/wiki/Imposta_sul_valore_aggiunto
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina