• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

ralf

Nuovo Iscritto
Ciao Propit, ho letto che dal primo luglio per le compravendite e le locazioni occorre una dichiarazione di un tecnico che confermi la regolararità dell'immobile.In che cosa consiste l'obbligo? Grazie :D
 

ralf

Nuovo Iscritto
Se ho capito bene occorre anche un documento, oppure dichiarare,non so esattamente che l'immobile è nello stato di fatto conforme alle licenze di costruzione,oltre al certificato energetico.
 

Adriano Giacomelli

Membro dello Staff
Proprietario Casa
La nuova finanziaria prevede, probabilmente con il Luglio 2011, che in occasione di ogni atto notarile, per compravendite, divisioni, ecc..., si alleghi, all'atto, una planimetria catastale aggiornata, e il venditore dichiari, sotto la sua responsabilità, la perfetta corrispondenza del bene alla planimetria allegata. Ecco l'importanza di avere una situazione esattamente corrispondente dell'accatastamento allo stato di fatto. (vedi condono in approvazione)
Tale misura obbligherà, tutti, ad una maggior professionalità e precisione, che nel settore degli immobili, era necessario introdurre.
 

Adriano Giacomelli

Membro dello Staff
Proprietario Casa
L'obbligo entra in vigore il I° luglio 2010, ovvero fra 15 gg. L'obbligo impone di allegare, agli atti notarili, una planimetria catastale aggiornata, con contestuale dichiarazione del venditore o del comparente, della rispondenza tra situazione reale e planimetria. Il Notaio ha l'onere di verificare l'esatta corrispondenza delle intestazioni catastali con il bene compravenduto. Se tutto ciò non fosse fatto in atto, l'atto notarile è nullo!.
Il problema è che i Notaio si attiveranno, puntualmente, ma i venditori, dovranno essere in grado, da soli o con il supporto di un tecnico, di valutare la rispondenza dell'immobile alla scheda catastale. (servizi aggiunti, finestre aperte o chiuse, tettoie, sgabuzzini, cantine ecc...)
Sempre dal I° luglio 2010, i nuovi contratti di affitto, devono riportare i dati catastali dell'unità ceduta in locazione.
Da tutto ciò si evince una gran necessità di fare delle visure catastali, di compararle allo stato reale degli immobili e se del caso fare le dovute correzioni.
 

carla galvan

Membro Ordinario
Buon giorno adriano,
grazie per l'esauriente risposta.
Nel caso non ci fosse corrispondenza tra la planimetria catastale e l'effettivo stato dell'immobile (ad es. Chiusura di un terrazzo per farlo diventare veranda) bisogna richiedere un nuovo accatastamento o come ci si deve comportare??
Grazie per la risposta carla
 

Adriano Giacomelli

Membro dello Staff
Proprietario Casa
Probabilmente il tuo "abuso" diventerà materia del condono in via di approvazione. Sanata la situazione edile, si potrà accatastare la situazione planimetrica aggiornata.
Detto tra noi, non è ancora dato di sapere quali saranno gli abusi o le differenze sanabili con il condono e la relativa gravità delle differenze tra planimetria e stato di fatto, per cui dobbiamo riaggiornarci con i termini esatti della Legge finanziaria e di condono
 

linteo

Membro Attivo
Proprietario Casa
Domanda interessante, dovro' vendere un'immobile nel quale e' stato realizzato un soppalco, con una camera in piu' e l'apertura di una finestra. Vuol dire che cosi' non potro' rogitare?
 

Adriano Giacomelli

Membro dello Staff
Proprietario Casa
Sicuramente ti metteresti in una situazione molto delicata. Vediamo perchè:
A) l'acquirente potrà ricattarti e quindi richiedere soldi, su una dichiarazione mendace che dovrai rendere in atto notarile.
B) Non fare questa dichiarazione, cosa che il notaio non potrà avvallare, renderebbe nullo l'atto.
C) condonare il soppalco e le finestre, antro il 31/12/2010, ti permette di rendere commerciabile l'immobile, naturalmente, in quella occasione, controlla che tutto il resto sia rispondente.
 

ralf

Nuovo Iscritto
Lo avevo immaginato, come già Adriano naturalmente, però era meglio avere una conferma.Le indicazioni di Adriano mi sembrano piuttosto "centrate" :D E' venuto bene questo soppalchino fatto in casa? :D
 

linteo

Membro Attivo
Proprietario Casa
Beh, visto che l'altezza c'era, ho ricavato una camera in piu' per gli ospiti, :sorrisone:

comunque grazie a tutti
 

antonella de paolis

Nuovo Iscritto
Si parla anche di Relazione Tecnico urbanistica da presentare al rogito con la documentazione. E' il tecnico che controllerà tutta la documentazione a stilerà una relazione sotto la sua responsabilità anche penale. Si tratta ovviamente di un ulteriore aggravio per il venditore ma vista la spade di Damocle della nullità in caso di dubbi sulla regolarità della documentazione non sarà male che il mediatore proponga un tecnico abilitato ad una spesa sostenibile.
Pensierino della sera: ma tutti questi adempimenti onerosi sempre e solo sulla casa, potrebbero ogni tanto girare la faccia da qualche altra parte?:rabbia:
 

infante

Nuovo Iscritto
Ciao a tutti, questo e' il mio primo post in questo forum che ho trovato proprio perche' cercavo informazioni su queste nuove norme, dato che, mio malgrado, mi ci dovro' scontrare.
Il discorso e' il seguente: anni fa ho acquistato un appartamento dove la proprietaria aveva fatto un piccolo abuso. In sostanza, ha abbattuto un tramezzo per ampliare la cucina sfruttando la sua cantina. Questa modifica non e' mai stata registrata e, con questa nuova norma, ho paura che possa darmi problemi dato che sono in procinto di vendere.
Secondo voi che cosa rischio? Se mi accordassi col compratore per dichiarare che e' tutto a posto? O il notaio viene personalmente a vedere la casa per vedere che le piantine siano uguali? Se non viene lui, chi viene? A chi si affida?
Grazie per le risposte e ciao
Massimo
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho comprato una casa e nel giardino si trova un palo del Enel "morto", nel senso che nessun cavo elettrico è attaccato e secondo me nessun cavo era mai stato attaccato, il precedente proprietario non lo dava fastidio, ed io vorrei togliero ,
vorrei un consiglio a chi devo contattare per rimuoverlo,
al comune o al enel
grazie
Salve ho in comproprietà una strada privata i miei dirimpettai hanno l'accesso pedonale di servizio possono entrarci anche in macchina tengo a precisare che hanno il passo carrabile è l'ingresso principale con numero civico su altra strada
Alto