1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    La trascrizione del contratto preliminare di compravendita di immobili non prevale sul diritto iscritto in precedenza -Cassazione 17270 del 30 luglio 2014

    Occorre partire da una attenta lettura dell’ articolo articolo 2645-bis del Codice civile che titola “la trascrizione dei contratti preliminari”: che si riporta:

    comma 1. I contratti preliminari aventi a oggetto la conclusione di taluno dei contratti di cui ai numeri 1), 2), 3) e 4) dell'articolo 2643, anche se sottoposti a condizione o relativi a edifici da costruire o in corso di costruzione, devono essere trascritti se risultano da atto pubblico o da scrittura privata con sottoscrizione autentica o accertata giudizialmente. Comma 2 . La trascrizione del contratto definitivo o di altro atto che costituisca comunque esecuzione dei contratti preliminari di cui al comma 1, ovvero della sentenza che accoglie la domanda diretta a ottenere l'esecuzione in forma specifica dei contratti preliminari predetti, prevale sulle trascrizioni e iscrizioni eseguite contro il promittente alienante dopo la trascrizione del contratto preliminare. Comma 3. Gli effetti della trascrizione del contratto preliminare cessano e si considerano come mai prodotti se entro un anno dalla data convenuta tra le parti per la conclusione del contratto definitivo, e in ogni caso entro tre anni dalla trascrizione predetta, non sia eseguita la trascrizione del contratto definitivo o di altro atto che costituisca comunque esecuzione del contratto preliminare o della domanda giudiziale di cui all'articolo 2652, primo comma, numero 2).

    Un attenta lettura ed evidenza a quanto sopra sottolineato porta ad una ovvia conclusione : se è pacifico che il privilegio in parola prevalga sulle ipoteche iscritte posteriormente alla trascrizione del preliminare, cio’ non puo’ valere per le ipoteche anteriori . Ebbene, la Cassazione con la sentenza n. 17270/2014 citata non fa altro che confermare quanto già in passato era stato deciso dalla sentenza n. 21045/2009 delle Sezioni Unite pronuncia più volte ribadita da chi scrive anche su queste pagine (vedi 1) , e cioè che, un privilegio che nasce dall'esecuzione di una formalità pubblicitaria precedente prevale su quella successiva.
    e.a.r.

    (vedi 1)
    http://www.proprietaricasa.org/comp.../il_creditore_ipotecario_prevale_su_tutti.php
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina