1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. renzom

    renzom Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ho letto che per impugnare un testamento olografo, non è sufficiente il disconoscimento dello stesso, ma bisogna procedere con la querela di falso. Quale è la sostanziale differenza frà le due procedure?
    Grazie
     
  2. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La prima, il disconoscimento della scrittura privata, è disciplinata sostanzialmente dall'art. 2702 c.c. e ai fini processuali dall'art. 214 c.p.c.
    La seconda, ai fini processuali, ai sensi degli artt. 221 e segg. c.p.c.
     
    A possessore piace questo elemento.
  3. renzom

    renzom Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie, non essendo molto erudito in materia, leggendo tali articoli mi sembra di capire che in pratica, chi presenta la querela di falso, deve presentare le prove del falso stesso, è corretto?
     
  4. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    L'art. 221, comma 2 c.p.c. prevede che:
    "La querela deve contenere, a pena di nullità, l'indicazione degli elementi e delle prove della falsità...".
    L'obbligo di indicare gli elementi e le prove della falsità può essere assolto con qualsiasi tipo di prova che sia idoneo all’accertamento del falso, anche per mezzo di presunzioni. Ciò non implica necessariamente la completa e rituale formulazione della prova testimoniale, essendo sufficiente l’indicazione di tale prova e delle circostanze che ne dovrebbero costituire l’oggetto.
    La falsità del documento viene accertata sulla scorta dei mezzi di prova dedotti dalle parti e ammessi dal giudice, sulla scorta della loro rilevanza e idoneità.
     
  5. renzom

    renzom Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Scusami, cosa si intende più specificamente per: L'obbligo di...........e Ciò non implica........Scusa se ho abbrevitato.
     
  6. renzom

    renzom Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ho riscritto: Scusami, cosa si intende più specificamente per:
    1) L'obbligo di indicare gli elementi e le prove della falsità può essere assolto con qualsiasi tipo di prova che sia idoneo all’accertamento del falso, anche per mezzo di presunzioni.
    2) Ciò non implica necessariamente la completa e rituale formulazione della prova testimoniale, essendo sufficiente l’indicazione di tale prova e delle circostanze che ne dovrebbero costituire l’oggetto.
    Grazie
     
  7. tyubaz

    tyubaz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    ....miezzeka.....ma nn se po fa capì con parole più semplici?....mica siamo tutti avvocati....!!!:shock:
     
  8. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Credo che uno possa impugnare un testamento olografo, se un altro precedente lo annoverava fra i beneficiari. In tal caso il tribunale procederà a nominare un consulente calligrafo che ne possa certificare la regolarità o la falsità. In questo caso non occorre una querela.
    Mentre per interposta persona ho saputo che un avvocato avrebbe affermato che se il decesso è avvenuto nei sei mesi successivi alla data del testamento, lo stesso verrebbe annullato o sarebbe nullo. Cosa ne pensate?
     
  9. renzom

    renzom Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    La risposta di Nemesis mi è chiara sotto l'aspetto giuridico, infatti questi articoli li avevo già letti. Sotto l'aspetto pratico, essendo profano in materia avrei gradito una spiegazione "terra a terra" sui punti 1 e 2, scusandomi per la mia ignoranza in materia.
    Grazie a chi mi risponde semplificando.
     
  10. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ovvero, presumo che il testamento sia un falso e sporgo denuncia.
     
  11. renzom

    renzom Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Scusa "presumo" che il testamento sia falso, sporgo denuncia: presento prove certe oppure "anche per mezzo di presunzioni" che vuol dire?
    e sul punto 2 ?
    "2) Ciò non implica necessariamente la completa e rituale formulazione della prova testimoniale, essendo sufficiente l’indicazione di tale prova e delle circostanze che ne dovrebbero costituire l’oggetto."
     
  12. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Le prove certe lo dovrà decidere il tribunale. Tu presumi e per il punto due spieghi il perché presumi questo.
     
  13. renzom

    renzom Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    o.k. grazie
     
  14. renzom

    renzom Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Scusate se sono un pò "duro": io presumo e poi spiego perchè presumo presentando delle prove, come querelante. Il querelato se le ha, presenta le sue prove ed è poi il giudice a decidere quali ammettere e sulla base delle prove dell' uno e dell'altro emette il giudizio?
     
  15. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Tu presumi, ad esempio: mia zia mi voleva bene, tutti lo sapevano, mi aveva promesso che nel suo testamento mi donava questo e quest'altro, mi lasciava un lascito, un collier...ed ora invece senza che vi sia stato dell'attrito tra me e lei, sono di fronte ad un testamento dove non riconosco più mia zia. (se poi pensi che la grafia con cui è stato stilato non sia quella giusta, deve essere fatto tutto a mano, tutto, puoi anche scriverlo) Le prove che vuoi insomma. Il giudice controllerà se il testamento è stato presentato con tutti i crismi legali e deciderà. Non credo che tu debba querelare il beneficiario, anche perchè rischi una controquerela. Tu devi mettere in dubbio la stesura del testamento. Poi se è stato contraffatto scoprirlo è compito del giudice, ed anche scoprire chi lo ha fatto, ma a te importa mettere in dubbio il testamento, no?
     
  16. renzom

    renzom Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie Arciera molto chiaro, la situazione è molto vicina alla mia.
     
  17. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Se sei un beneficiario con un testamento precedente puoi impugnarlo sa hai dei dubbi, con intervento nel tribunale civile, senza necessariamente procedere alla querela. Se denunci che il documento è falso, attivi un procedimento di natura penale, che se dovesse essere riscontrato errato, puoi essere controquerelato. Come si può capire corri dei rischi.
     
    A arciera piace questo elemento.
  18. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
  19. renzom

    renzom Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Infatti il mio caso è simile all'esempio di Arciera, non ho precedenti testamenti e purtroppo credo di dover lasciar perdere o dover querelare vedi sentenze della Cassazione del 24/05/2012 nr.8272 e 23/06/2010 nr.15169, correndo dei rischi di controquerela in quanto ho solo prove testimoniali. Il caso riportato da Gianco è configurato nella sentenza 28639/2011 perchè vi era un precedente testamento.
     
  20. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ora non capisco i tuoi dubbi. Tu puoi impugnare un testamento perchè chiunque abbia un interesse diretto lo può fare. Il testamento può essere annullato o annullabile. La possibilità di impugnare un testamento per nullità non ha limiti di tempo mentre l’azione di annullamento va esercitata nel termine di cinque anni da quando il Notaio legge il testamento davanti ai chiamati. Mica devi dire che tizio ha falsificato il documento. vi sono diverse procedure. Un testamento è da ritenersi nullo quando è contrario alla legge oppure presenta gravi difetti di forma.
    Nel caso del testamento olografo, tali difetti possono riguardare l’autografia (per esempio un testamento non interamente scritto di pugno del testatore) e la mancanza della sottoscrizione. Questo vuol dire che il testamento potrebbe essere analizzato. Bada tutto questo va fatto con l'ausilio di un avvocato. Se tu sei sicuro del fatto tuo e il gioco vale la candela, insomma se tu sei certo dell'affetto del de cuius nei tuoi confronti, del danaro che aveva a disposizione, della possibilità di essere soggetto ad imbroglio, chiedi l'annullamento. Oppure, ma queste cose te le seguirà meglio un tuo avvocato, ricorri all'altra possibilità: il testamento è invece annullabile nel caso in cui il testatore sia incapace d’intendere e di volere o per altri difetti di forma del testamento, quali la mancanza della data. Anche in questo modo puoi richiedere una perizia calligrafica. Nessuno potrà torcerti un capello. Tu non accusi nessuno. Ricorri soltanto ai tuoi diritti
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina