1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. gigi1106

    gigi1106 Nuovo Iscritto

    Buongiorno,
    ho inviato all'amministratore (e solo all'amministratore) una lettera in cui facevo presente alcune problematiche condominiali da discutere nella prossima assemblea. Siccome avevamo fatto presente all'amministratore che la vicina di casa morosa da 3 anni si permetteva anche di sottrarre oggetti di proprietà altrui ho scritto la frase seguente: ......."Chiediamo che sia messo a regolamento di Condominio l’impedimento di accesso ai condomini morosi delle parti comuni dell’edificio che sono suscettibili di godimento separato (quindi: solaio, locale cantine, garage condominiale). Ciò verrà eseguito tramite sostituzione delle serrature con consegna delle chiavi solo a chi risulti in regola con il pagamenti delle spese condominiali o comunque che non risulti moroso da oltre 6 mesi. (art. 63 c.c.) . Tale provvedimento si rende necessario inoltre per impedire alla Sig.ra XXX di lasciare continuamente il portone aperto e la luce del locale cantina accesa, nonché di impedirle di sottrarre oggetti di proprietà altrui (esempio più recente: i vasi di YYY custoditi sotto la scala delle cantine)."....
    Avendo indicato il nome di XXX mi sono beccato una querela per diffamazione da parte di XXX che ha ricevuto la mia lettera allegata dall'amministratore alla lettera di convocazione della assemblea ordinaria!:shock: Domanda: Se la procura non archivia la querela e finisco in triibunale posso girare la denuncia all'amministratore o devo farlo subito senza aspettare l'esito delle indagini?
    Scusate il dilungamento ma non ho più pace per questo.
    Grazie
     
  2. axto

    axto Nuovo Iscritto

    Ciao, mi dispiace per l'increscioso episodio che ti è capitato ma non avresti dovuto, nell'ambito delle tue pur legittime contestazioni, indicare il nome della vicina di casa addebitandole una condotta determinata, penalmente rilevante (la sottrazione di oggetti di proprietà altrui) e il fatto che sia morosa. C'è diffamazione e violazione della privacy. Avresti raggiunto lo stesso risultato (perchè magari tutti sanno in condominio che la signora si prende queste libertà a vostro danno) pretendendo che la cosa si discutesse in assemblea ma parlando di "alcuni condomini" senza fornire elementi di immediata e certa identificazione della sospettata. Mi dispiace veramente, ma francamente non vedo nemmeno la possibilità di "girare" la querela all'amministratore, non essendosi reso responsabile quest'ultimo di alcun reato.
    Spero di esserti stata d'aiuto. Un'ultima cosa, quando e come sei venuto a conoscenza della querela? Può essere importante, se sei stato rinviato a giudizio contatta un legale. In bocca al lupo !!!
     
    A gigi1106 piace questo elemento.
  3. gigi1106

    gigi1106 Nuovo Iscritto

    Io avevo scritto solo all'amministratore perchè sapesse come stanno le cose, inoltre mi sono azzardato di fare il nome perchè l'ho colta sul fatto (ma non l'ho denunciata perchè gli oggetti non erano miei) e poi ho inteso la lettera come comunicazione privata con l'amministratore. Costui non doveva divulgare la fotocopia della mia lettera! Della querela ne sono venuto a conoscenza quando mi hanno contattato i carabinieri per la notifica della querela e mi hanno detto che verrò avvisato solo nel caso in cui la procura ritiene valido il motivo della querela....è paradossale comunque che per quante ce ne sta facendo passare questa persona (3 cause perse col condominio + 2 con noi + n cause con assistenti sociali + ecc..) adesso mi ritrovo cornuto e mazziato...:rabbia:
     
  4. axto

    axto Nuovo Iscritto

    hai ragione .... sono assolutamente solidale ... penso però che l'amministratore non potesse fare altrimenti (bisogna vedere i rapporti e le dinamiche interne ...) perchè ogni comunicazione a lui diretta è come se fosse diretta all'intero condominio per conto del quale agisce in rappresentanza. Comunque da quello che scrivi potrebbe esserci una buona notizia: la querela non viene notificata, ancora c'è possibilità che venga archiviata (qualora la Procura competente la ritenga infondata per i motivi addotti o invalida perchè non tempestiva, come anticipato dai CC ). Coraggio ... e per la connotazione di "paradossale"... purtroppo la cosa non mi stupisce ...
     
    A gigi1106 piace questo elemento.
  5. Nerone

    Nerone Membro Attivo

    Purtroppo in questa società umana le persone schiette e che amano la giustizia non hanno vita, sono protetti i ladri, le prostitute e tutti gli altri di questa risma.Impara anche tu, come sto provando anch'io, a startene zitta!
     
    A gigi1106 piace questo elemento.
  6. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    se non è passato molto tempo puoi fare una cntro querela, ma cosa e delicata ti conviene andare da un penalista il più vecchio che puoi trovare ( è questione di esperienza) ti costerà pertanto chiedi quanto, sicuramnete alla fine ti farà chiedere scusa alla xxx e il giudice approverà ma le spese rimagono a te è una ingiustizia ma fatti consigliare bene perchè non è una cosa da sottovalutare perchè rischi fino a €1500,oo o 12 mesi di carcere che con la condizionale rimangono da non scontare ma la fedina rimane segnata.
    Auguri :fiore:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina