1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. CC40

    CC40 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Approvata la richiesta ambientale per l'appoggio di una condotta fumaria in rame di cm. 12-14 di diametro in esterno per caldaia termica, quale titolo abilitativo necessita ai sensi del T.U. dell'Umbria N.I. del 21/01/15 art.7 – lett. c) e Reg.to Reg.le n.2 del 18/02/2015 – art. 21 – punto 3) – punto 4) – lett. c) e se necessità di legittimità soggettiva.
     
  2. CC40

    CC40 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Quesito: edilizia urbanistica codice n 690 (590).il comproprietario del I° piano ha presentato al Comune richiesta di autorizzazione ambientale e paesaggistica per la condotta fumaria, in appoggio a parete esterna, di cm 12-16 di diametro, per caldaia a compensazione;al 2° piano passerebbe tra i miei due terrazzi aggettanti con ringhiere, su striscia di parete perimetrale di appena cm 130 di larghezza ed occupata già del pluviale sin dall'origine del fabbricato;una volta approvata si chiede se il richiedente debba presentare la “C.I.L.” - o la - S.C.I.A.” ai sensi del testo unico dell'edilizia dell'Umbria, legge regionale n. 1 del 21/01/2015 (art. 118 – 126) e ai sensi dell'allegato n. 1 all'art. 2 del D.P.R. 09/07/2010 n. 139 e succ.ve modif.ni;il Comune è stato già diffidato per il non consenso dal sottoscritto comproprietario perché ha delle soluzioni alternative: n. 5 canne fumarie idonee ed adeguabili ed altre pareti perimetrali interne all'edificio;inoltre si vuole sapere se la giurisprudenza amm/va di cui ai quesiti n. 3932/2009 – n. 2581/2010 – n. 2115/2012 – n. 529/2012 e le sentenze del Consiglio di Stato n.3525 del 20/06/2000 e n.1654 dell'11/07/2014, a cui si è fatto riferimento nella diffida è tutt'ora valida e vincolante per il Comune circa l'istruttoria sulla legittimità soggettiva del richiedente o è superata dalla sentenza di cassazione n. 4936 del 03/03/2014 come ha risposto il Comune.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina