1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Mi è stato recapitato con una raccomandata dall'AdE un questionario redatto in base all'art. 32 del DPR 600/73 nel quale mi si invita a fornire entro 15 giorni, per me e i familiari convibenti, una distinta datata, sottoscritta e corredata da apposita documentazione di tutti i beni e servizi di cui ho usufruito in 6 periodi di imposta, dal 2006 al 2011 compreso. La mole di dati e di documentazione da predisporre è enorme. Vengono richiesti dati sugli immobili, automezzi, imbarcazioni, assicurazioni, collaboratori familiari ecc... E' mai possibile che per un adempimento del genere non venga nemmeno fornito uno schema e si lascino al contribuente solo 15 giorni ? Non è in contrasto con l'art. 6 della Legge 27-7-2000 n. 212 (Statuto del Contribuente) che prevede "termini congrui" e comunque mai inferiori a 30 giorni per l'invio di documentazione richiesta dall'AdE ? Cosa faccio ? Smetto di lavorare o di dormire di notte per redigere la documentazione ?
    E' una vergogna !!! :rabbia:
     
  2. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Concordo sull'eccessiva esiguità del termine concesso per rispondere, tuttavia:

    - il DPR 600/73, all'art. 32,al comma 2 recita :«Gli inviti e le richieste di cui al presente articolo devono essere notificati ai sensi dell'art. 60. Dalla data di notifica decorre il termine fissato dall'ufficio per l'adempimento, che non può essere inferiore a quindici giorni [...omissis...]»;

    - l'art. 6 comma 5 della L. 212/2000 invece recita: «Prima di procedere alle iscrizioni a ruolo derivanti dalla liquidazione di tributi risultanti da dichiarazioni, qualora sussistano incertezze su aspetti rilevanti della dichiarazione, l'amministrazione finanziaria deve invitare il contribuente, a mezzo del servizio postale o con mezzi telematici, a fornire i chiarimenti necessari o a produrre i documenti mancanti entro un termine congruo e comunque non inferiore a trenta giorni dalla ricezione della richiesta [...omissis...]».

    I due articoli trattano finalità diverse.
    Nel primo caso, si tratta di questionari volti ad accertare la tua posizione verso il fisco.
    Nel secondo ci si riferisce a dichiarazioni già presentate e, dunque, non mi sembra si possa usufruire del termine di maggior favore concesso per presentare la documentazione.
     
  3. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Concordo pienamente sulla distinzione, avevo visto anch'io sul DPR 600, tuttavia rilevo una onerosità eccessiva in termini di tempo relativamente alla mole di dati richiesti (sei periodi di imposta), anche perché la documentazione richiesta non fa parte di quella relativa alle dichiarazione dei redditi che si è tenuti a conservare.
    A ciò si aggiunga che se uno dovesse rivolgersi a un commercialista per compilare correttamente il questionario, cadrebbe proprio nel periodo di maggior impegno degli studi i quali stanno compilando proprio in questi giorni le dichiarazioni dei redditi, i calcoli dell'ICI ecc.
    Siamo d'accordo che l'AdE ha tutto il diritto di richiedere quanto previsto dal DPR 600/73, ma farlo in questo periodo dell'anno, richiedendo documentazione per SEI periodi di imposta e con un termine perentorio di 15 giorni è proprio un'azione manifestamente vessatoria nei confronti del contribuente.
    Ci tengo a ribadirlo e me ne assumo la piena responsabilità.
     
  4. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Come già detto, ti confermo di essere pienamente d'accordo con quanto lamenti.
    Io proverei comunque a chiedere un termine più ragionevole all'AdE. Non è detto che lo concedano, ma tentar non nuoce.
     
  5. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Certamente l'agenzia basa le sue richieste su altre norme di legge, diverse da quelle alla base di UNICO. Non credo cioè che l'AdE faccia richieste non fondate sulla normativa fiscale in vigore.
    Ti consiglio invece di verificare la possibilità di invocare la prescrizione.
     
  6. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Penso che per "prescrizione" tu voglia indicare "decadenza" del potere di accertamento ?
     
  7. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Credo proprio di sì, almeno nel comune parlare: non so cioè se 'tecnicamente' sono sinonimi.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina