• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

mandarino

Membro Ordinario
Proprietario Casa
#1
Ciao.Tizio separato con figli.a breve verrà fatto divorzio. conosce donna separata con figli dalla quale ha 1 figlio.ora TiIo e questa compagna vivono in città siferenti in quanto la compagna sostiene che ex marito impedisce che possa trasferirsi con la figlia altrove cambiando residenza .in separazioni è indicato affidamento condiviso collocazione presso la madre.ora la madre risiede con 1 figlia e altra digli a avuta dal compagno in altra città da quella del compagno.ora mi chiedo....il compagnovorrebbe vivere nella propria città con la donna e il figlio.ma come potrebbe dato che la donna abita in altra città con figlia? Mi chiedo...istanza al giudice ove si chiede che la madre deve trasferirsi e si necessita di cambio residenza della figlia? caotica questione
 

mandarino

Membro Ordinario
Proprietario Casa
#3
Sicuro….in quanto vi sono situazioni intrecciate tra loro…
però ricapitolando forse si riesce:
in breve:genitore collocatario vuole cambiare residenza….a distanza di km da dove si trova ora….quindi cambierebbe residenza anche al figlio….genitore non collocatario non concorde….quindi opterei per comunicare all'altro geniroe colontà di cambio residenza del genitore collocatario e del figlio….così facendo il genitore ha diritto di trasferirsi poi se altro genitore vuole fare contenzioso cavoli suoi deciderà giudice….non trovi….iter semplificato
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
#4
Trovo strano che la madre sia condizionata a dovere stazionare in quel paese per disposizione di un giudice. Credo che se trovasse un posto di lavoro altrove possa trasferirsi ed l'ex marito dovrà poter usufruire dei tempi stabiliti andando a prelevare il figlio in casa della ex compagna.
 

mandarino

Membro Ordinario
Proprietario Casa
#5
Esatto….anche io sono dell'idea che non vi è alcun provvedimento Giudice.Ma considerato che il padre non ci sente io dico:bene ti avviso che io cambio residenza a me genitore collocatario e al figlio….senza chiedere nulla al giudice ...credo basta comunicarlo ex coniuge...se questo vorrà fare causa…..cosa ne pensi<'
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
#6
Si sente e si legge che dopo la separazione ciascuno prende la propria strada ben sapendo che chi soffrirà maggiormente sono i figli. Ma l'importante è vendicarsi e fare un torto al coniuge, anche se la decisione possa danneggiare la parte dominante e la prole. Essendo divorziato ho avuto modo di conoscere di cosa sono capaci le mogli in separazione. Il mio avvocato diceva che non c'è persona più malvagia di una moglie in separazione.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
#8
Il matrimonio corona un periodo felice di coppia, poi quando arrivano i problemi che prendono il sopravvento sulla vita tranquilla e serena si rivelano le asperità dei caratteri che, se non dotati di pazienza, porta la parte dominante a rendere la vita impossibile al coniuge, talvolta infierendo, se quest'ultimo mal si adatta a questa situazione. A quel punto l'unica via di salvezza è separarsi ed eventualmente divorziare.
Non necessariamente occorre essere entrambi malvagi.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Brigantes83 ha scritto sul profilo di Gianco.
Salve Gianco, sono nuovo del forum, desideravo esporle una questione, io ho ricevuto un testamento universale olografo da un'amica, quest'ultima era vedova e non aveva figli, ma esiste una cugina (figlia della sorella di sua madre) e una nipote (figlia del fratello del marito defunto)
essendo il testamento universale a mio favore questi ultimi due persone rientrano comunque nell'asse ereditario? grazie
Salve a tutti vorrei sapere come faccio a regolarizzare la mia cantina alta 2,78 e lunga mt 8 e larga mt 6 seminterrata la quale è stata accatastata risulta sulle planimetrie insieme alla casa.La casa era abusiva ed è stata condonata ma la cantina non risulta il condono non capisco il perché dato che risulta sulle planimetrie.Ora dovrei vendere il tutto ma non vorrei avere problemi in futuro o davanti al notaio.
Alto