• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

gip

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
I miei genitori al tempo acquistarono un alloggio intestando la proprieta a mio fratello primogenito e assicurandosi l'usufrutto 50%-50%
Ora rimasta in vita mia madre con il 50% dell'usufrutto io come secondo genito ho diritto alla legittima?
Con il decesso di mia madre la proprieta spetta solo a mio fratello?
 

1giggi1

Membro Assiduo
Proprietario Casa
Alla morte di tuo padre quale è stata l'eredità che hai avuto?
Dovresti avere ricevuto il 33% del tutto per la parte di tuo padre.
Se non hai ricevuto nulla, ti manca un 33% sull'immobile, e quindi la legittima è stata lesa.
Tua madre ha solo l'usufrutto, non la proprietà, alla sua morte tuo fratello avrà la piena proprietà, ora ha solo la nuda proprietà (non sono un legale ma se ho sbagliato termini, nei fatti è così).
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Con l'acquisto la nuda proprietà è andata al fratello e l'usufrutto suddiviso fra i genitori. Per cui alla morte del padre, il figlio è diventato nudo proprietario del 50% e proprietario del restante 50% avendo riunito l'usufrutto del padre alla sua nuda proprietà. Resta, infine, l'usufrutto del 50% a favore della madre.
Eventuali altri legittimari potranno chiedere il rispetto della loro quota, qualora disattesa.
 

griz

Membro Storico
Professionista
Eventuali altri legittimari potranno chiedere il rispetto della loro quota, qualora disattesa.
infatti lui sta valutando di avere avuto una lesione del diritto. Secondo me c'è stata già come dice 1giggi1 quando i tuoi hanno intestato la nuda proprietà dell'appartamento a tuo fratello, di questo passo tu delle proprietà di famiglia non avrai nulla, sempre non vi sia altro, per esempio soldi o altri beni che però avresti in comunione co tuo fratello
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
I miei genitori al tempo acquistarono un alloggio intestando la proprieta a mio fratello primogenito e assicurandosi l'usufrutto 50%-50%
Agli atti appare che la proprietà è stata acquistata a nome del fratello, mentre i genitori si sono riservati l'usufrutto. Le motivazioni di tale scelta possono essere infinite.
 

griz

Membro Storico
Professionista
Sono un pò confuso!!!:malato:
mi dispiace ma se l'unica proprietà di famiglia è l'appartamento, o ti fai valere contestando le scelte fatte a suo tempo o tuo fratello alla morte di tua madre, sarà proprietario e tu no, come del resto non sei oggi
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Sono un pò confuso!!!:malato:
Se non riesci a documentare con movimenti bancari che l'acquisto dell'immobile di tuo fratello è stato fatto con soldi dei tuoi genitori (o dimostri che all'epoca dell'acquisto tuo fratello non poteva disporre dei liquidi necessari all'acquisto), non hai alcun diritto su quell'immobile. Mi spiace.
Quanto tempo fa è stato fatto l'acquisto?
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Magari, i genitori hanno voluto riconoscere un'indennità al figlio perché seguiva l'azienda di famiglia o li assisteva stando sovente a loro disposizione, contrariamente all'altro figlio che ha seguito una vita in contrasto con le aspettative dei genitori.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Le ipotesi moralistiche sono possibili ma forse inopportune. Di ragioni ce ne possono essere molte: ma non si devono creare eccessive disparità
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Non sono ipotesi moralistiche, potrebbero essere quelle che hanno spinto i tuoi genitori ad assumere quella decisione che a te sembra ingiusta. Noi dall'esterno cerchiamo di capire e consigliare di conseguenza. E tu capisci che non è, né facile, né preconcetto.
 

MrHard

Membro Junior
Proprietario Casa
Nel caso in oggetto qualsiasi siano le motivazioni morali o altro, se non vi sono altri beni di qualunque natura nell'asse ereditario vi è una probabile lesione della quota legittima. La prima cosa da fare è proporre un'azione di riduzione provando che i mezzi che furono utilizzati per l'acquisto dell'immobile erano dei genitori e non del fratello configurandosi quindi una donazione indiretta. La donazione alla morte del de-cuius (cioè dei genitori in questo caso) torna nell'asse ereditario.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

TomBolzo ha scritto sul profilo di maidealista.
Buonasera,
dovrei eliminare l'allegato che ho erroneamente allegato sul post Anticipo rogito rispetto compromesso
riuscite a risolvere? sulla pagina dell'assistenza quando seleziono i vari link mi dice che non ha trovato la pagina.
Scusa se non è la sezione giusta.
Buona serata!
@Il Custode segnalo che in questi ultimi giorni sono stato estromesso e non mi è stato possibile comunicare con Voi.
Lo stesso problema lo sta vivendo @Luigi Criscuolo, che ha dovuti riscriversi con un altro nome. Vedete se potete risolvere anche il suo problema, visto che era fra i più assidui e stimati iscritti.
Alto