• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Vehuel

Membro Attivo
Conduttore
Ciao , aggiorno... Praticamente pare che fra i tre coeredi vi saranno differenze d incasso... E possibile?
Vi sono buoni e conto cointestati. Un contestatario si tre... E possibile ? Come funziona esattamente. Dal conto cointestato manca del denaro che dicono di ave utilizzato per spese funerarie.. E un libretto completamente asciugato ( intestato solo al de cuius) con saldo zero a dicembre. ( il de cuius era allettata)..
Se le somme eccedono dalle spese funerarie.. Posso richiederne il reintegro?

Loro dicono che non vogliono aspettare ... Pretendono ancora i miei documenti...
Quanto costa una successione?
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
Vi sono buoni e conto cointestati. Un contestatario si tre... E possibile ?
si. Ed il cointestatario, se il conto è a firme disgiunte, può trattenere fino al 50% della giacenza risultante alla data della morte dell'altro intenstatario.
Dal conto cointestato manca del denaro che dicono di ave utilizzato per spese funerarie..
chiedi le ricevute dei pagamenti
un libretto completamente asciugato ( intestato solo al de cuius) con saldo zero a dicembre. ( il de cuius era allettata)
quale erede puoi chiedere di vedere il libretto a chi ce l'ha: lì ci sono i versamenti ed i prelievi con le relative date. Chi ha il libretto deve giustificare i movimenti.
Loro dicono che non vogliono aspettare ... Pretendono ancora i miei documenti...
Quanto costa una successione?
a me sembra una guerra tra poveri dove tu sei la più povera di tutti. Forse la scelta meno dolorosa per le tue finanze è quella di metterci una pietra sopra ma sempre con l'aiuto di qualcuno che abbia preso a cuore i tuoi interessi, perché sembri un pò spaesata.
 

Vehuel

Membro Attivo
Conduttore
Purtroppo hai ragione ma temo che il direttore della posta sia in qualche modo colluso in quanto primo non ha voluto darmi il suo nome secondo dice che finché non porto i documenti la successione e blocco dei conti no li può fare? Ma come mi hanno chiesto i documenti tramite whats up e li avrebbe pure accettati... E dice che fino ad allora non può aprire la successione.. Io volevo solo i movimenti in quanto mio fratello ha un buono intestato a me e mia madre e non me lo vuole rilasciare .... Insomma.. Si effettivamente da sempre la più derivata per questo povera ma ora ne ho piene... E mia madre non. C e più perche dovrei essere morbida con sciacalli del genere!?!

Non so.. Davvero una tristissima situazione.. Il denaro a certe persone fa davvero male..
 

1giggi1

Membro Assiduo
Proprietario Casa
in quanto mio fratello ha un buono intestato a me e mia madre e non me lo vuole rilasciare ....
Fai denuncia di perdita del buono e te ne daranno una copia, ma sei sicura che è un buono ancora in circolazione? Chiedi info in un altro sportello postale se non ti fidi.
 

Vehuel

Membro Attivo
Conduttore
Fai denuncia di perdita del buono e te ne daranno una copia, ma sei sicura che è un buono ancora in circolazione? Chiedi info in un altro sportello postale se non ti fidi.
Grazie, purtroppo essendo emesso prima o negli anni novanta e non de materializzato dicono che cin il mio solo codice fiscale non possono vederlo... E vero?
 

Vehuel

Membro Attivo
Conduttore
si. Ed il cointestatario, se il conto è a firme disgiunte, può trattenere fino al 50% della giacenza risultante alla data della morte dell'altro intenstatario.

chiedi le ricevute dei pagamenti

quale erede puoi chiedere di vedere il libretto a chi ce l'ha: lì ci sono i versamenti ed i prelievi con le relative date. Chi ha il libretto deve giustificare i movimenti.

a me sembra una guerra tra poveri dove tu sei la più povera di tutti. Forse la scelta meno dolorosa per le tue finanze è quella di metterci una pietra sopra ma sempre con l'aiuto di qualcuno che abbia preso a cuore i tuoi interessi, perché sembri un pò spaesata.
Purtroppo non e possibile ne vedere il libretto/carta movimenti e tanto avere più info del "mio" buono.. I movimenti no. Essendo io contestataria richiedono un pagamento.. E so che in realtà non dovrebbe essere cosi. Lo chiedono perché la mia richiesta deve essere inviata a Roma..:triste:

Grazie...

PS/NB: in assenza di testamento può uno solo degli eredi prrvrcepire più del doppio degli altri( totali coeredi 3)
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Ed il cointestatario, se il conto è a firme disgiunte, può trattenere fino al 50% della giacenza risultante alla data della morte dell'altro intenstatario.
Ni.
Non basta essere cointestatari perché il saldo appartenga in parti uguali ai 2 nominativi.

Spesso lo si fa fra coniugi o fra genitori e figli per presunti motivi di "praticità"... quando in realtà i versamenti arrivano solo da uno dei 2.
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
il cointestatario, se il conto è a firme disgiunte...
Il potere di disposizione delle somme depositate in conto è una cosa. L'appartenenza delle somme ai contitolari è un'altra. Dato che le somme si presumono di tutti i cointestatari. La parte che vuole che sia riconosciuta una situazione giuridica diversa da quella risultante dalla cointestazione, deve fornirne la prova, con presunzioni semplici, purché gravi, precise e concordanti.
 

Vehuel

Membro Attivo
Conduttore
Ciao Dimaraz e Nemesis e ancora grazie per le vostre delucidazioni.. Mio malgrado sono ben certa che il conto cointestato riceveva versamenti solo dal de cuius.. ma in posta non essendo io la cointestaria mi richiedono pagamento anticipato a fronte della mia richiesta di risalire almeno agli ultimi 4 mesi. e al momento in ricerche documenti e bolli non posso anticipare almeno fino a fine sett prossima 15/50€ comunque... preciso non mi sono rivolta all ufficio di radicamento ma ad un altro procurando tutta la documentazione richiesta...in quanto il direttore del radicamento dei rapporti postali per telefono non mi ha trattata molto bene (?)...
ho fatto due veloci conti praticamente uno dei tre prenderebbe fra cointestato e quota spettante almeno tre volte tanto rispetto gli altri due ( ma vi rammento che i due mi sono contrari e alleati...)... ( e dal conteggio escludo un assicurazione a uno solo - e non sono io- dei)...

non è troppa la differenza ?
Un avvocato del patrocinio potrei riprovare ma prima di 1/2 mesi sarà difficile che riesco a incontrarlo.. l eventuale riduzione si può fare anche in seguito?

grazie ancora per il vostro gentile aiuto...tempo e colloquio con me....
 

Vehuel

Membro Attivo
Conduttore
Come si calcola la leggitima e la disponibile in assenza di testamento?

non riesco a capire con internet ci sono esempi standard ...
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
Come si calcola la leggitima e la disponibile in assenza di testamento?
Se la successione è, anche in parte, legittima, e vi è concorso di legittimari con altri successibili, le porzioni che spetterebbero a questi ultimi si riducono proporzionalmente nei limiti in cui è necessario per integrare la quota riservata ai legittimari, i quali però devono imputare a questa quanto hanno ricevuto dal defunto in virtù di donazioni o di legati.
 

Vehuel

Membro Attivo
Conduttore
Nemesis... grazie... sto lottato con i cod civ intanto che aspetto il vostro "aiuto"
provo ad aiutarti ad aiutarmi:

esempio

coeredi 3

immobile - solo de cuius > Eventuale vendita 8000
coerede C+ De C > Conto + bfp 2000 + 500
LIBPOST > solo DC 1000
POLIZZA > Benef Cc 500

Solo uno dei tre ha reale vantaggio o no?
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
Che sono tutti legittimari. Qualcuno di loro ha ricevuto donazioni dal defunto? Se sì, deve conferire ai coeredi tutto ciò che ha ricevuto dal defunto per donazione direttamente o indirettamente, salvo che il defunto non l'abbia da ciò dispensato.
 

Vehuel

Membro Attivo
Conduttore
Che sono tutti legittimari. Qualcuno di loro ha ricevuto donazioni dal defunto? Se sì, deve conferire ai coeredi tutto ciò che ha ricevuto dal defunto per donazione direttamente o indirettamente, salvo che il defunto non l'abbia da ciò dispensato.
il fatto di essere leggittimari cosa significa e cosa comporta...

donazionipenso che piu o meno nel corso della nostra esistenza in un modo o nell altro tutti e tre abbiano ricevuto.. anche se in modo diverso magari..
ma ad oggi con esempio che ho portato su.. fra cointestato o no cme si fa a capire se per legge si è lesi ( al di là delle cose morali purtroppo..non dal de cuius)...

grazie
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
il fatto di essere leggittimari cosa significa e cosa comporta...
sono chiamati così gli eredi ai quali il c.c. assicura una quota di proprietà (chiamata legittima) sulla proprietà del de cuius nel caso in cui questo lasci delle disposizioni sulle sue proprietà (testamento).
I legittimari sono il coniuge superstite, i figli di qualsiasi tipo ed in mancanza dei figli i genitori, se viventi, del de cuius.
Chi fa testamento non dovrebbe lasciare ai legittimari delle quote inferiori al valore della legittima; se lo fa, chi si ritiene leso nella sua quota deve ricorrere al giudice per vedersi rintegrato della porsione mancante di proprietà.
Se non c'è testamento le proprietà vanno in parti uguali agli eredi legittimi più prossimi con il criterio che il grado di parentela inferiore esclude quelli di grado superiore: cioè i figli del de cuius escludono i nipoti (figli dei figli), i fratelli del de cuius ed i loro figli (anche essi nipoti). Tuttavia i figli dei figli subentrano per rappresentazione in caso di premorienza del proprio genitore.
quindi nel tuo caso è importante capire quali sono le proprietà di tua madre, a quanto ammontano e chiedere il resoconto delle spese effettuate movimentando somme che erano nelle sue disponibilità: movimentazioni eseguite da terzi.
 

Vehuel

Membro Attivo
Conduttore
sono chiamati così gli eredi ai quali il c.c. assicura una quota di proprietà (chiamata legittima) sulla proprietà del de cuius nel caso in cui questo lasci delle disposizioni sulle sue proprietà (testamento).
I legittimari sono il coniuge superstite, i figli di qualsiasi tipo ed in mancanza dei figli i genitori, se viventi, del de cuius.
Chi fa testamento non dovrebbe lasciare ai legittimari delle quote inferiori al valore della legittima; se lo fa, chi si ritiene leso nella sua quota deve ricorrere al giudice per vedersi rintegrato della porsione mancante di proprietà.
Se non c'è testamento le proprietà vanno in parti uguali agli eredi legittimi più prossimi con il criterio che il grado di parentela inferiore esclude quelli di grado superiore: cioè i figli del de cuius escludono i nipoti (figli dei figli), i fratelli del de cuius ed i loro figli (anche essi nipoti). Tuttavia i figli dei figli subentrano per rappresentazione in caso di premorienza del proprio genitore.
quindi nel tuo caso è importante capire quali sono le proprietà di tua madre, a quanto ammontano e chiedere il resoconto delle spese effettuate movimentando somme che erano nelle sue disponibilità: movimentazioni eseguite da terzi.
Grazie Luigi C., comprendo tutto in parte.. Ad esempio su un immobile tutti alla vendita diviso tre ( spese notarili incluse, giusto?).. Ma su conti contestati.. Se il coerede percepisce alla fine molto di più.. Vale lo stesso ragionamento! Per donazioni a titolo di legge quindi cosa può essere ( escludendo immobili) ad esempio..
Ho fatto un piccolo esempio del asse ereditario in un post..
Siamo tre praticamente con futuri incassi davvero diversi..
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Ingegnere - Settore Edile
Salve, mio marito ed io siamo in separazione dei beni e risediamo nella casa di proprietà di mio marito. Abbiamo deciso di trasferirci in un'altra abitazione(situata nello stesso comune) per la quale io sola ho richiesto il mutuo, facendo mio marito da garante, e che verrà intestata a me. Quesito: ai fini fiscali, spostando la residenza di entrambi nella nuova casa in acquisto, la casa di mio marito come risulterà?
Alto