1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. SIMON66

    SIMON66 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buongiorno,
    avrei bisogno di avere alcuni chiarimenti, sono proprietaria di un appartamento posto al 2° e ultimo piano, l'immobile è composto da 2 appartamenti.
    Dovremmo ristrutturare l'immobile, cornicioni, tetto, terrazzi ed imbiancatura, le spese per tali lavori dovranno essere ripartite per la metà vero?
    Ed inoltre, avendo l'accesso alla soffitta non praticabile, tramite botola dal mio appartamento ritengo che la proprietà della stessa sia esclusivamente mia anche non è stata menzionata nel contratto di acquisto dell'immobile quindi se intendessi innalzarla renderla abitabile e creare un altro vano devo solo chiedere i permessi al mio comune vero? i costi ovviamente sarebbero totalmente a mio carico. Grazie per l'aiuto. Simonetta.
     
  2. Alessia Buschi

    Alessia Buschi Membro dello Staff Membro dello Staff

    Professionista
    Ciao,
    1) Si, essendo l'immobile di soli 2 piani e non credo ci sia amministratore, condominio o regolamento;
    2) La soffitta in questo caso è di tua proprietà e puoi sopraelevarla, aprire finestre e renderla abitabile a tue totali spese chiedendo solo i vari permessi al tuo comune. L'unico impedimento lo potresti trovare se facendo ciò potresti causare danni alle parti comuni o compromettere la sicurezza dello stabile.
    Comunque fra i vari documenti di acquisto, controlla bene se non esista un regolamento contrattuale stipulato da costruttore, se si leggi bene cosa dice in proposito alla soffitta, se realmente di tua proprietà e se ne autorizzi alla trasformazione.
    Saluti
     
  3. SIMON66

    SIMON66 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Per quanto riguarda i documenti è un vecchio immobile, nel contratto di acquisto viene indicata come data fabbricazione antecedente al 1967 (!) ma per me è una reggia.. non viene menzionato il locale della soffitta, mentre invece viene specificato il terreno tergale e la costruzione a titolo di ripostiglio posto in esso. Quindi deduco, come immaginavo, che la soffitta è di mia esclusiva proprietà, in questo caso l'altro proprietario dovrà dividere le spese solo per quanto riguarda il rifacimento e la copertura del tetto no? Grazie per avermi risposto. Ciao, Simo.
     
  4. Alessia Buschi

    Alessia Buschi Membro dello Staff Membro dello Staff

    Professionista
    Esatto, perchè comunque il tetto è parte comune dell'edificio.
     
    A SIMON66 piace questo elemento.
  5. felixgiovanni

    felixgiovanni Nuovo Iscritto

    Chiedo scusa se mi intrometto nel dire la ...mia. Innanzi tutto saluto Alexia, competente e leale membro del forum. Nella fattispecie esposta da Simonetta: se il sottotetto fosse di prop. esclusiva aggiungerebbe un qualcosa all'appartamento del 2° piano che farebbe lievitare la propria incidenza più del 50% e, quindi, le spese manutentive, ordinarie e straordinarie, delle parti comuni farebbero carico per oltre la metà...Rimane poi da verificare se vi è anche un PT, sottostante i due piani abitativi, che indurrebbe nell'applicazione di ulteriori correttivi ... A parere mio, per aversi una suddivisione esatta al 50%, i due appartamenti dovrebbero essere identici ed esclusivi del fabbricato.... condizione difficile da aversi nella realtà...Difatti tale esatta suddivisione, come già cennato, verrebbe meno se ci fosse il piano terra o, pur in mancanza di tale livello, per il fatto che l'appartamento soprano potrebbe avere balconi in più rispetto all'altro (quello a piano inferiore, in mancanza di PT, non ne avrebbe....). Ritengo molto giusto considerare le osservazioni di Alexia in merito alla sicurezza dello stabile che patirebbe una eventuale sopraelevazione ...e quindi è senz'altro necessario verificare preventivamente se l'immobile è tecnicamente sopraelevabile, capace cioè di sopportare i maggiori carichi trasmessi alle strutture sottostanti e a suolo ove è ubicato...Il sottotetto che attualmente non è praticabile verrebbe dotato di sovraccarichi oggi assenti (murature perimetrali, costituzione di falde di copertura più consistenti, tramezzature, impianti, pavimentazioni, suppellettili, ecc...) ma che, nell'eventualità, ne farebbero di fatto un ulteriore livello, pur anche se fosse parziale...Questo accertamento è assolutamente necessario, ineludbile se ci ritroviamo in zona sismica, ove la sopraelevazione è soggetta a notevoli restrizioni, richiedendo talvolta preventivo adeguamento strutturale dell'esistente ossatura portante... In ultimo, seguendo ancora le indicazioni di Alexia, se non specificatamente riportato nella clausole contrattuali di acquisto (proprietà esclusiva del sottotetto con facoltà di sopraelevare...), bisogna acquisire il consenso dell'altra proprietà senza il quale l'edificio non può essere modificato...ogni cordialità
     
    A Alessia Buschi, SIMON66 e Andrea Sini piace questo elemento.
  6. SIMON66

    SIMON66 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Risposta più che esauriente anche se non molto felice per me. Ho sempre un pò di timore ad andare a chiedere i consensi ai vicini..finisce sempre con un due di picche. Inizierò senz'altro a "tastare" il terreno. Grazie mille per adesso, tu ed Alexia siete stati molto utili. Simo.
     
    A Alessia Buschi piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina