1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. profitto

    profitto Membro Attivo

    Ho ricevuto un avviso bonario per regolarizzare i fabbricati rurali ancora iscritti al Catasto Terreni e non ancora dichiarati al Catasto Edilizio Urbano. Ho capito quanto segue : Chi risponderà agli avvisi dell’Agenzia presentando una dichiarazione di aggiornamento catastale beneficerà dell’istituto del ravvedimento operoso, risparmiando notevolmente sulle sanzioni: invece di dover pagare un importo compreso tra i 1.032 e gli 8.264 euro, dovrà versare un importo di soli 172 euro (pari ad 1/6 del minimo).

    Trattandosi del seguente fabbriacato rurale " una grotta scavata nella roccia" usata da un nostro parente per deposito non destinata alla produzione di reddito, cosa converrebbe fare?

    Compilare il modulo allegato "SEGNALAZIONE SU FABBRICATI RURALI ANCORA CENSITI AL CATASTO TERRENI" segnalando che è un fabbricato per il quale non è obbligatorio l'accatastamento al Catasto edilizio urbano spuntando "costruzioni inidonee ad utilizzazioni produttive di reddito , a causa dell'accentuato livello di degrado (rientrano in tale casistica attualmente inagibili, ma recuperabili....... fabbricati collabenti)" ?

    In ogni caso mi sembra di capire che va fatta la dichiarazione di aggiornamento prima della ricezione degli esisti dell'accertamento , usando l'istituto del ravvedimento operoso beneficiando delle agevolazioni sopra riportate.


    Sono a chiedermi ?

    Dovrò comunque fare il ravvedimento operoso per mancata dichiarazione oppure basta inviare il modulo allegato indicando che non è un fabbriacato per il quale non è obbligatorio l'accastamento al catasto edilizio urbano , come specificavo, poichè fabbriacato collabente. Inoltre come valutare ciò?
    La grotta viene usata come deposito e siamo intenzionati a venderla.

    Grazie per l'attenzione.
     
  2. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Se è usata come deposito, evidentemente, è in grado da fornire reddito, per cui deve essere dichiarata.
     
    A profitto piace questo elemento.
  3. profitto

    profitto Membro Attivo

    CIao Gianco , grazie per la risposta .

    A chi conviene rivolgermi per questa valutazione e dichiarazione al catasto edilizia urbano? Si deve fare l' accatastamento ? Quindi rivolgermi a un tecnico .

    In allegato all'avviso bonario c'è un modello da compilare . Lo trovo anche al seguente link:
    http://www.agenziaentrate.gov.it/wp...ione+rurali/FabbricatiRurali-Segnalazione.pdf

    Inoltre le sanzioni per mancata dichiarazione, ridotte a 1/6 del minimo vanno pagate con ravvedimento operoso. Ti chiedo se questa pratica con eventuale modello di pagamento deve farla un commercialista o me la spedirà l'Agenzia delle Entrate dopo che faccio la dichiarazione?

    Oppure nel momento di dichiarazione si pagano anche le sanzioni 172 eur nel presente caso.

    Non ho mai fatto una pratica di ravvedimento operoso.
     
  4. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Storico

    Proprietario di Casa
    L'Agenzia non si ravvede, la compilazione del modulo di pagamento, e di tuta l'altra modulistica eventualmente richiesta, la devi fare tu se sei in grado, altrimenti rivolgiti ad un commercialista o ad un Caf (uno serio però ) che costa meno. Penso che anche un tecnico del settore immobiliare sia in grado di aiutarti.
     
    A profitto piace questo elemento.
  5. ilpa1949

    ilpa1949 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Un'osservazione in merito.
    Sicuramente @profitto avrà a suo tempo agito in buona fede non provvedendo a dichiarare la situazione del suo fabbricato rurale, come richiesto dal famoso Decreto Salva Italia del 2011.
    Ma chi invece non si è preoccupato di pagare un professionista per fare la pratica di accatastamento, e successivamente non ha pagato l'IMU sul fabbricato, se la cava ora - su bonaria richiesta dell'Agenzia delle Entrate - con la sola sanzione di 172 Euro?
    Io rientro tra quelli che si sono adeguati subito alla nuova norma ma, conoscendo parecchie persone che non lo hanno fatto, l'apprendere l'esiguità della sanzione mi "indispettisce" non poco.
     
    A profitto piace questo elemento.
  6. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    La sanzione verrà pagata contemporaneamente all'accatastamento.
     
    A profitto piace questo elemento.
  7. profitto

    profitto Membro Attivo

    Grazie a tutti per l'intervento . Mi dovrò rivolgere a un geometra per l'accatastamento e in quel caso si farà la pratica del ravvedimento operoso con pagamento della sanzione? Oppure distintamente dal geometra per l'accatastamento e da un caf per il ravvedimento operoso?
     
  8. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Contemporaneamente con la presentazione dell'accatastamento dovrà essere pagata la sanzione.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina