1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Flaviovco

    Flaviovco Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Sto facendo rifare totalmente un nuovo terrazzo mi hanno posato la guaina impermeabilizzante ed ora il muratore deve realizzare il sottofondo di sabbia e cemento con rete metallica e bandella laterale. Ho visto che nella preparazione prima del getto ha steso fogli di plastica (in una parte sembra lo stesso materiale dei sacchi neri ed in un' altra parte del classico telo in plastica trasparente) , sopra i quali ha poi appoggiato la rete.
    Mi chiedevo a cosa servissero questi teli in plastica e se in un futuro possa no creare problemi di condensa sotto il sottofondo, ma purtroppo il muratore non ha saputo dirmi preticamente nulla di chiaro in merito, qualcuno puo aiutarmi?
     
  2. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Hai affidato il lavoro ad un impresa o ad un autonomo??
     
  3. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    A Flaviovco piace questo elemento.
  4. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    tra la guaina ed il sottofondo si deve mettere uno strato di separazione anche costituito da un materiale di recupero, lo scopo è evitare che il conglomerato cementizio del sottofondo entri in contatto diretto con la guaina bituminosa che altrimenti col tempo subirebbe danni. E' quindi un lavoro ben fatto, il sottofondo del pavimento del terrazzo è destinato ad essere umido e la guaina serve ad evitare che l'umidità passi sotto
     
    A essezeta67 piace questo elemento.
  5. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Se condensa ci sarà, si formerà nell'intradosso della guaina, essendo la stessa atta ad impermeabilizzare. E' evidente che l'acqua caduta sul solaio attraverserà il massetto e sparirà con la sua evaporazione.
     
  6. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Ci sono vari sistemi in realtà, c'è chi oltre alla guaina bituminosa a contatto con il solaio eseguito il massetto in sabbia e cemento le impermeabilizza sopra con prodotti tipo mapelastic, oppure chi sopra il massetto in cemento utilizza un 'altra guaina plastica tipo Schluter e sopra ci attacca la piastrelle (questo per esterni) come nel nostro caso.
    Diverso sarebbe il caso per un massetto interno, per diminuire i tempi d'asciugatura si può utilizzare la barriera al vapore (più che altro riduce i tempi dell'asciugatura del massetto) e ad esempio se si deve posare il parquet può ridurre di qualche settimana il tempo d'asciugatura.
    Meglio ancora quando si utilizzano prodotti più specifici come il Topcem che garantisce un tempo d'asciugatura molto inferiore (ad esempio se se deve posare il parquet): oppure in presenza di pannelli radianti (riscaldamento a pavimento) si usa il lecaparis perchè permette una migliore trasmissione del calore, li la barriera la vapore non serve a nulla.
    Il Lecaparis non va assolutamente utilizzato per gli esterni.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina