• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

#1
In un terreno indiviso, in fase di perizia, il ctu ha riscontrato abusi edilizi insanabili. Il terreno non è divisibile. Il reato penale è prescritto, non si può agire penalmente, nei confronti di chi ha commesso il reato. Chi occupa il terreno, che è comproprietario al 25%, non intende consentire agli altri legittimi proprietari di accedere al proprio bene. Sembrerebbe che, grazie al reato commesso, la legge lo abbia messo in una situazione di intoccabilita'. Non si puo' sanare, non si può dividere, quali soluzioni restano per far valere i propri diritti?
 

Gianco

Membro Storico
#2
Se il terreno, aldilà della presenza degli abusi viene dichiarato indivisibile dal CTU, va venduto all'asta. Ovviamente, l'abuso dovrà essere eliminato ed il costo di tale operazione sarà posto a carico di chi l'ha realizzato ed il ricavato va diviso fra gli aventi diritto. In questo caso, non essendo un bene ereditario non si ha diritto di prelazione.
 
#3
Non capisco chi deve decidere la vendita all'asta e qual'è la procedura. Chi può chiedere la vendita? Il giudice sa che il terreno è indivisibile, perchè ha in mano la perizia del CTU. Se l'abuso è considerato insanabile, come può essere eliminato?
 
#5
Un bagno che non ha l'altezza adeguata. Inoltre sotto l'edificio era stata costruita una cisterna per l'acqua, che è stata eliminata, e al suo posto, tramite una scala, costruita senza permesso, è stato ricavato un seminterrato ad uso magazzino.
 
#8
Non è mai stato denunciato, si è scoperto solo quando è intervenuto il CTU. Fino a quel momento non si sapeva dell'abuso. Il perito ha consegnato la perizia al giudice. Il quale non ha fatto niente se non dichiarare che non poteva fare la divisione,a causa degli abusi insanabili.
 

griz

Membro Senior
#9
non sono un giurista ma se l'abuso viene scoperto oggi è da oggi che dovrebbero partire i termini per la prescrizione, dovreste essere voi proprietari a denunciare chi li ha realizzati, documentatevi però per le eventuali corresponsabilità nelle quali potreste incorrere come comproprietari
 

Gianco

Membro Storico
#10
Se l'abuso non è sanabile va eliminato e l'immobile se non è divisibile, il giudice nel procedimento di divisione giudiziale deve metterlo all'asta e dividere il ricavato fra i proprietari, dopo avere decurtato le spese.
 
#11
Se il giudice che ha ricevuto la perizia del CTU, ha verificato l'esistenza di un abuso insanabile, perchè non ha fatto niente? La domanda in realtà è aveva l'obbligo di agire?
 

Gianco

Membro Storico
#12
D'ufficio il giudice, riscontrato l'abuso, deve procedere contestando il reato. Probabilmente ha fatto la segnalazione all'ufficio tecnico comunale perché accerti e relazioni sull'abuso. Ad esso partirà un'ordinanza di demolizione che se non ottemperata nei 90 gg successivi e pagamento della relativa sanzione, sarà perseguibile penalmente.
 

griz

Membro Senior
#13
probabilmente il giudice aveva avuto l'incarico di procedere alla divisione, dal momento in cui la divisione non si può fare perchè vi sono abusi edilizi, forse dovrebbe essere a cura di altri la denuncia
 

Gianco

Membro Storico
#15
Chiunque, pubblico ufficiale, nel momento in cui viene a conoscenza di un reato deve procedere d'ufficio. Altrimenti incorre nel reato di omissione di atti d'ufficio. Se ci legge, Nemesis sarà più preciso e ci indicherà quali norme di legge lo prevedono.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve,dal 20 settembre 2017 sono venuto ad abitare con una famiglia a cui ho prestato la mia opera di badante per un loro cugino gravemente ammalato, che è deceduto dopo un mese,la famiglia di sua spontanea volontà mi fece la proposta di rimanere a vivere con loro fin quando non avrei trovato un'altra lavoro ma non mi avrebbero pagato per dare una mano in casa,mi dovevo accontentare di vitto e alloggio
moralista ha scritto sul profilo di luciano155.
ma non c'è neanche il profilo di luciano155
tanti auguri a tutti buone feste e tante belle cose lella
anche x marinarita grazie della comprensione ...comunque c'e' legge nuova x tutelare proprietari case ….noi alla fine da 1 giugno 2013 a 7 luglio 2017 mai pagato affitto 4 anni piu' spese tribunale avvocati tasse ...ecc. se pagava onestamente l'affitto tutti i mesi non sarebbe in questa situazione le lasciano meta' stipendio….tanti anni ...non so se ne valeva la pena non pagare l'affitto ….giustizia e' fatta
x uva ---finalmente finita con sentenza tribunale milano dato che la nostra inquilina aveva fatto 2 finanziarie …???? il 29 novmbre tribunale milano ci ha messo primi creditori sul quinto dello stipendio ...tutto specificato debiti avvocato 4 anni affitto mai pagato ….la tipa si e' presentata urlando ...la giudice ci ha inserito primi creditori prenderemo tutto da subito con quinto dello stipendo .finita bene kiss
Alto