1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. giallomagic

    giallomagic Membro Ordinario

    Ciao,
    in sintesi 3+2 con 3 conduttori con esclusione del vincolo solidale con sola attinenza al canone.
    ........... "di seguito denominati conduttore"....

    Clausola di recesso: il conduttore puo' recedere per giustificati motivi con racc da recapitarsi almeno 3 mesi prima al locatore e agli altri coinquilini conduttori.

    Precedenti atti si subentro recano firma di tutte le parti, e anche un successivo atto di recesso parziale, non siamo studenti.
    Successivamente 1 invia disdetta immotivata e si accorda col locatore, poi fa cosi', senza disdetta, pure il secondo.

    Il locatore intima sfratto per finita locazione al triennio solo a me inviando disdetta solo a me...
    Eccepisco che essendo i recessi parziali non previsti se non con l'assenso di tutti sono inefficaci(ci son molte cassazioni a riguardo) i due fuggitivi sono ancora intestatari del contratto di locazione come risulta in agenzia delle entrate (non avendo potuto registrare gli atti in quanto mancava la firma del cessionario per aversi una modifica dell'intestazione del contratto).
    Essendo inefficaci la disdetta e lo sfratto dovevano essere intimati a tutti i soggetti, per cui la mia tesi è che il contratto si sia rinnovato per mancanza di comunicazione agli altri due intestatari, o cmq necessiti litisconsorzio...

    Il giudice malgrado corposa documentazione, malgrdo la clasusola a contratto, la mancanza di disdette notificate e di motivazioni, l'assenza di accetazione del sottoscritto in atti che non spiegano efficacia nei miei confronti essendo previsto contrattualmente il dovere di mettermi al corrente e consentire o negare il recesso, non sembra ben disposto. L'opposizione è rituale e sostanziale ma pare voglia emetter cmq ordinanza provvisoria di rilascio?

    Bisogna per forza arrivare in cassazione per sollevare certe questioni di diritto? grazie.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina