• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

#1
Salve avevo trovato una casa carinissima in campagna al costo 140.000€. La proprietaria incasinata con il mutuo e altre faccende personali mi chiede di fare una proposta di 95.000€ per stralciare il mutuo e di 20.000€ non dichiari.Venerdi Io faccio proposta a 95.000 in agenzia firmata e 18.000 a voce. La sig dice che deve fare due conti perché 18.000(almeno 20) sono pochi e si prende 2 giorni per pensarci. Io ho lasciato un assegno come caparra di 2000€. Oggi mi chiama l agenzia e mi dice che la sig vuole 3000€ in più . A quel punto io dico all agenzia di stralciare tutto e che con la sig non voglio più niente a che fare e che le consiglino di non firmare la proposta altrimenti andrò per via legale e ci rimetteremo tutti. Come posso togliermi da questo impiccio e non rimettere i miei 2000€?
Grazie a tutti
 

Franci63

Membro Assiduo
#2
No comment sull'aver pensato di poter versare soldi in nero , per di più ad una persona che avrebbe provato a "truffare" la banca grazie a questi giochetti.
E no comment sull'agenzia che avalla certi strani passaggi di denaro.

Veniamo al problema di come uscirne.
Oggi mi chiama l agenzia e mi dice che la sig vuole 3000€ in più .
La venditrice , come hai scritto, ha rifiutato la tua proposta ( chiederti una cifra maggiore significa aver rifiutato e averti fatto una controproposta); se tu non intendi darle i 3000 in più,vai a riprendere l'assegno e stop.
Ti fai firmare due righe " reso assegno per proposta non accettata".
andrò per via legale e ci rimetteremo tutti.
Scusa se te lo dico, ma prima di andare per vie legali ( andare dove, poi...), sarebbe meglio evitare certe situazioni, davvero pericolose.
 

Franci63

Membro Assiduo
#5
E nel caso la sig firma la proposta di 95.000 e accetta i 18.000 come posso liberarmi?
Se accetta i 95.000 per iscritto , ricordale che pagherai la casa 95.000.
I 18.000 promessi a voce non esistono, negli acquisti immobiliari.
Ma non vedo come la banca creditrice possa accettare un saldo a stralcio così...artigianale e approssimativo.
Vai dall’agente e digli che gli conviene ridarti l’assegno, per non peggiorare anche la sua situazione.
Lo so anch'io ma sembrava che la sig.ra da come ce ne aveva parlato l agente immobiliare che la conosce benissimo fosse una brava persona ....
Bravissima, veramente una bravissima persona.
Sconcertante come si crede facilmente quello che si vuole credere.
 

Dimaraz

Membro Storico
#6
per di più ad una persona che avrebbe provato a "truffare" la banca grazie a questi giochetti.
Convengo su tutto il resto ma non capisco dove e come si possa truffare la banca.
Non è spiegato ma presumo che i 95.000 a stralcio siano il capitale residuo e, in ogni caso, la banca mai chiuderebbe un mutuo senza riavere quanto residua.

Fuorviante il valore iniziale di 140mila visto che se @Carla Bettarini volesse accendere un nuovo prestito il valore sarebbe quello riportato in atto.
 

Franci63

Membro Assiduo
#7
Non è spiegato ma presumo che i 95.000 a stralcio siano il capitale residuo e, in ogni caso, la banca mai chiuderebbe un mutuo senza riavere quanto residua.
Se il mutuo non viene rimborsato correttamente, magari da un po', non è escluso che la banca accetti una cifra inferiore del dovuto a stralcio, piuttosto che procedere con pignoramento e vendita all'asta. Ci sono intermediari che si occupano solo di quello.
Io immagino che i 95.000 siano quelli che la venditrice pensava di dare alla banca, sostenendo di ricavare dalla vendita solo quelli, mentre i contanti le sarebbero entrati di nascosto .
Ma ho detto che mi pareva un'operazione approssimativa, perché normalmente con la banca ci si accorda bene prima di cominciare a vendere, stabilendo a che cifra la banca stessa accetterebbe di chiudere il mutuo e cancellare ipoteca .
Qui invece mi sembra tutto pasticciato.
 

Aidualc

Membro Junior
#9
Se la banca accettasse un saldo e stralcio a 95.000 potete benissimo chiudere l'accordo a 115.000 (o 113.000) tutti in chiaro e i restanti vanno alla signora senza crearvi problemi di sorta. Poi sarà affar suo come sistemarsi col marito.
 
#13
Immagino dipenderà dalle cifre in ballo; non si sa quanto è il residuo mutuo, quanto è indietro nelle rate la venditrice, e quanto ragionevolmente vale la casa.
A me sembra una "furbata" , pensata da una venditrice più sprovveduta che furba.
Anche a me pare una venditrice sprovveduta!
Per il resto, non avendo noi informazioni, SE la banca accettasse la cifra pattuita, anche se si vende a prezzo maggiore l'operazione è fattibile, l'ho visto succedere in più pratiche (anche se al venditore onestamente restavano cifre molto più esigue, in proporzione).
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

moralista ha scritto sul profilo di robertomarte.
Auguri per il compleanno, conserva la delibera dell'assemblea, e in caso di infrazione potresti incolpare i dissenzienti
Salve,dal 20 settembre 2017 sono venuto ad abitare con una famiglia a cui ho prestato la mia opera di badante per un loro cugino gravemente ammalato, che è deceduto dopo un mese,la famiglia di sua spontanea volontà mi fece la proposta di rimanere a vivere con loro fin quando non avrei trovato un'altra lavoro ma non mi avrebbero pagato per dare una mano in casa,mi dovevo accontentare di vitto e alloggio
moralista ha scritto sul profilo di luciano155.
ma non c'è neanche il profilo di luciano155
tanti auguri a tutti buone feste e tante belle cose lella
anche x marinarita grazie della comprensione ...comunque c'e' legge nuova x tutelare proprietari case ….noi alla fine da 1 giugno 2013 a 7 luglio 2017 mai pagato affitto 4 anni piu' spese tribunale avvocati tasse ...ecc. se pagava onestamente l'affitto tutti i mesi non sarebbe in questa situazione le lasciano meta' stipendio….tanti anni ...non so se ne valeva la pena non pagare l'affitto ….giustizia e' fatta
Alto