• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

#1
Salve, desidero chiarimenti su come gestire la disdetta di un contratto di locazione in quanto mia mamma 89enne, per problemi improvvisi di salute (è stata ricoverata in ospedale e ora si trova provvisoriamente in una casa di cura in attesa di sistemazione in casa di riposo) necessita ora per muoversi di sedia a rotelle, e dato che il suo alloggio e anche il palazzo sono tutta una barriera architettonica, è impossibile gestire la vita con sedia a rotelle per cui ho mandato disdetta contratto affitto .....premetto che, l'affitto risulta pagato fino giugno per cui ho specificato che l'alloggio sarà libero il 30/06/2018.....il tempo previsto per la disdetta per legge è comunque di 6 mesi, qualora la proprietaria non accettasse la data del 30/06 cosa posso fare per evitare di pagare a vuoto considerando che già ora l'alloggio non è più abitato e quindi già due mesi sono pagati a vuoto? Grazie e saluti
PS. dimenticavo di dire che il contratto di affitto scade nel 2020
 

uva

Membro Senior
#2
l tempo previsto per la disdetta per legge è comunque di 6 mesi,
In caso di recesso anticipato da parte del conduttore la legge prevede, oltre al preavviso di 6 mesi, la presenza di "gravi motivi".
Queste condizioni possono essere derogate a favore del conduttore ma, a quanto pare, nel contratto di tua mamma non sono previste deroghe in tal senso.

Quindi direi che i "gravi motivi" ci sono tutti: l'inquilina per motivi di salute non può più abitare in quella casa soprattutto a causa delle barriere architettoniche.

Invece per quanto riguarda il preavviso deve osservarlo almeno fino al momento in cui la proprietaria riesce ad affittare l'appartamento ad un nuovo inquilino. Per cui è consigliabile che vengano facilitate le visite per la ricerca di nuovi conduttori, magari consegnando subito una copia delle chiavi visto che l'appartamento non è più abitato.
Prova a parlare direttamente con la proprietaria, per verificare la sua disponibilità (auspicabile, data la situazione in cui si trova tua mamma) a rinunciare almeno parzialmente al preavviso.
 

Excalibur

Membro Attivo
#3
Concordo con @uva. Parla con la proprietaria per vedere se è disponibile a venirti incontro vista la situazione che, immagino, sia anche documentabile. Dai anche la tua disponibilità a pagare l'affitto fin quando non avrà trovato un nuovo inquilino. Capisco che preferiresti evitare ma daresti un bel segnale di collaborazione, anche perché da giugno in avanti in alcune città è più difficile trovare nuovi inquilini. Auguri per la mamma.
 
Piaciuto: uva

uva

Membro Senior
#4
ho mandato disdetta contratto affitto .....premetto che, l'affitto risulta pagato fino giugno
Questo passaggio non è chiaro.

Se significa che tua mamma ha già pagato (anticipatamente) le mensilità di maggio e di giugno, allora è in regola.

Se invece intende compensare quelle due mensilità con il deposito cauzionale, come spesso vogliono fare gli inquilini dopo aver disdetto il contratto di locazione, allora è una procedura sbagliata.
Perché il deposito cauzionale viene restituito dal locatore nel momento del rilascio dell'appartamento con restituzione chiavi; dopo aver verificato che non vi siano danni imputabili al conduttore.
 
#5
Questo passaggio non è chiaro.

Se significa che tua mamma ha già pagato (anticipatamente) le mensilità di maggio e di giugno, allora è in regola.

Se invece intende compensare quelle due mensilità con il deposito cauzionale, come spesso vogliono fare gli inquilini dopo aver disdetto il contratto di locazione, allora è una procedura sbagliata.
Perché il deposito cauzionale viene restituito dal locatore nel momento del rilascio dell'appartamento con restituzione chiavi; dopo aver verificato che non vi siano danni imputabili al conduttore.
si ha già pagato anticipatamente (paga di 3 mesi in 3 mesi).....del deposito cauzionale non ne ho fatto menzione!
 
Piaciuto: uva
#6
In caso di recesso anticipato da parte del conduttore la legge prevede, oltre al preavviso di 6 mesi, la presenza di "gravi motivi".
Queste condizioni possono essere derogate a favore del conduttore ma, a quanto pare, nel contratto di tua mamma non sono previste deroghe in tal senso.

Quindi direi che i "gravi motivi" ci sono tutti: l'inquilina per motivi di salute non può più abitare in quella casa soprattutto a causa delle barriere architettoniche.

Invece per quanto riguarda il preavviso deve osservarlo almeno fino al momento in cui la proprietaria riesce ad affittare l'appartamento ad un nuovo inquilino. Per cui è consigliabile che vengano facilitate le visite per la ricerca di nuovi conduttori, magari consegnando subito una copia delle chiavi visto che l'appartamento non è più abitato.
Prova a parlare direttamente con la proprietaria, per verificare la sua disponibilità (auspicabile, data la situazione in cui si trova tua mamma) a rinunciare almeno parzialmente al preavviso.
Nel palazzo ci sono 12 appartamenti e ad oggi 4 sono sfitti non so se xkè non trova da affittarli (non ci sono cartelli di affitto alloggi) o se vuole proprio tenerli sfitti x altri motivi!
 

uva

Membro Senior
#7
se vuole proprio tenerli sfitti x altri motivi
Pare che tutto il palazzo sia di proprietà della stessa persona, giusto?
Forse la proprietaria ha intenzione di vendere. Se è così, ha convenienza a liberare gli appartamenti prima di proporli in vendita. Parlando con lei potete chiarire le sue intenzioni.
 
#8
si il palazzo ha un'unica proprietaria.....purtroppo non si riesce a parlare con lei ma solo con l'amministratore dello stabile a cui abbiamo mandato la RR
 

uva

Membro Senior
#9
l'amministratore dello stabile a cui abbiamo mandato la RR
La raccomandata AR con la quale il conduttore comunica il recesso anticipato dal contratto di locazione deve essere inviata al locatore.
L'avete spedita all'amministratore del palazzo perché non conoscete neppure il recapito della proprietaria? Oppure l'amministratore è anche il suo procuratore?
 

Nemesis

Membro Storico
#11
La disdetta va inviata all'indirizzo del locatore, come risulta nel contratto di locazione. Eventualmente, a quello formalmente comunicato dal locatore stesso, successivamente alla stipula.
 
Piaciuto: uva
#12
I gravi motivi per comunicare (con racc.AR/) al locatore il recesso di tua madre dal contratto locativo appaiono nei fatti ampiamente giustificati. Questi peraltro non esimono dal pagamento della semestralità dei canoni antecedenti alla consegna delle chiavi.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve,dal 20 settembre 2017 sono venuto ad abitare con una famiglia a cui ho prestato la mia opera di badante per un loro cugino gravemente ammalato, che è deceduto dopo un mese,la famiglia di sua spontanea volontà mi fece la proposta di rimanere a vivere con loro fin quando non avrei trovato un'altra lavoro ma non mi avrebbero pagato per dare una mano in casa,mi dovevo accontentare di vitto e alloggio
moralista ha scritto sul profilo di luciano155.
ma non c'è neanche il profilo di luciano155
tanti auguri a tutti buone feste e tante belle cose lella
anche x marinarita grazie della comprensione ...comunque c'e' legge nuova x tutelare proprietari case ….noi alla fine da 1 giugno 2013 a 7 luglio 2017 mai pagato affitto 4 anni piu' spese tribunale avvocati tasse ...ecc. se pagava onestamente l'affitto tutti i mesi non sarebbe in questa situazione le lasciano meta' stipendio….tanti anni ...non so se ne valeva la pena non pagare l'affitto ….giustizia e' fatta
x uva ---finalmente finita con sentenza tribunale milano dato che la nostra inquilina aveva fatto 2 finanziarie …???? il 29 novmbre tribunale milano ci ha messo primi creditori sul quinto dello stipendio ...tutto specificato debiti avvocato 4 anni affitto mai pagato ….la tipa si e' presentata urlando ...la giudice ci ha inserito primi creditori prenderemo tutto da subito con quinto dello stipendo .finita bene kiss
Alto