1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. wdwall2

    wdwall2 Nuovo Iscritto

    Buongiorno a tutti,
    scrivo per conoscere il vs. stimato parere in merito alla possibiltà di recedere da parte mia da una proposta d'acquisto sottoscritta in luglio 2009 per l'acquisto da parte di un costruttore di un appartamento in costruzione. Il costruttore sta tergiversando (da oltre 6 mesi) e non sta convocando gli acquirenti per la firma del contratto preliminare. Nel frattempo sto avendo altre possobilità di acquisto piu' interessanti e vorrei recedere dall'impegno preso.
    Per qusto vi chiedo per cortesia di rivedere la formulazione che riporto di seguito nei punti essenziali e di evidenziarmi se sussiste la possibiltà di non perdere l'acconto dato (in forma di un assegno depositato presso notaio e non incassato, ma di ben 30k€, e nel caso come devo procedere per farlo.

    Vi ringrazio moltissimo in anticipo
    Il sottoscritto...
    Con la presente mi impegno all'acquisto. alle condizioni sotto elencate, dell'immobile (descrizione immobile e ubicazione) di proprietà del fondo immobiliare chiuso (nome fondo).
    Prezzo xx000
    30000€ in data odierna alla sottoscrizione del presente atto
    xx000 alla sottoscrizione del contratto preliminare che avverrà entro il ottobre 2009 (!!)
    xx000 al completamento delle coperture
    xx000 al completamento delle tramezzature
    xx000 a fine lavori (30 mesi dall'inizio lavori)
    xx000 alla consegna

    La consegna e/o atto notarile avranno luogo presso il notaio designato dal venditore con preavviso di 15gg a semplice comunicazione e/o a mezzo raccomandata RR entro 30 mesi dall'inizio lavori
    Il tutto salvo accettazione della parte venditrice che sarà comunicata entro la data di stipula del preliminare di compravendita.
    Gli importi versati prima del preliminare sono a titolo di deposito cauzionale infruttifero e saranno depositati fino alla firma del preliminare presso il notaio bla bla. sito in bla bla.

    Firma
    e per ricevuta dell'assegno (il venditore).
     
  2. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Se ho compreso, non sei stato chiamato a sottoscrivere il preliminare entro l'Ottobre 2009 e quindi fai Raccomandata A:R: al Notaio, dicendo grosso modo questo. Non essendosi concretizzati i termini dell'accordo firmato in luogo.. data.. richiedi l'immediata restituzione del assegno depositato presso il notaio....per termini decaduti.
     
    A wdwall2 piace questo elemento.
  3. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    Ovvamente non è sua colpa ma da chi l'ha assistita o da chi le ha solo proposto una simile schifezza . Lei probabilmente sta comperando casa per la prima volta e si è fidato. Comprensibile.
    A parte l'oscenità della proposta di acquisto di immobile cosi' povera di contenuti e priva di garanzie , essa espone il soggetto a gravi rischi . Stessa cosa se fosse stata accettata e pertanto il contratto si fosse concluso ex art.1326 cc.

    A prescindere dalle mie considerazioni La proposta cosi' fatta pare viziata da clausole vessatorie e da sicura inadempienza che le dà la possibilità di recedere .
    Vada da un buon avvocato : Non stiamo parlando di bruscolini
     
    A wdwall2 piace questo elemento.
  4. bolognaprogramme

    bolognaprogramme Membro Assiduo

    Professionista
    Secondo me, essendo ancora in una fase preliminare e non avendo sottoscritto il compromesso, può tranquillamente ritirarsi seguendo le indicazioni del collega Giacomelli.

    Silvana
     
    A wdwall2 piace questo elemento.
  5. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    Rimane il problema di recuperare un acconto cospicuo cosa che giustifica l'intervento di un legale. Per recuperarlo non basta probabilmente e purtroppo inviare una semplice raccomandata
    Ragioniamo :l'assegno pare depositato presso un custode- fiduciario (notaio) che ha accettato a quanto pare semplicemente di custodire un assegno senza data , e senza luogo di emissione , cosa alquanto criticabile.
    E qui potrebbero sorgere complicazioni che consigliano l'intervento del legale per regolarsi come mouoversi
    I possibili scenari :
    1-Il depositario-notaio sarà invitato dal Lei tramite il Suo avvocato a renderLe l'assegno , mentre il costruttore potrebbe invitarlo a trattenerlo e consegnarlo invece a Lui.
    -Se il notaio consegnasse l' assegno a Lei chi dice che il costruttore non potrebbe chiamarlo in causa per risarcimento danni?
    -Se invece il Notaio desse l'assegno al costruttore, Lei potrebbe fare altrettanto verso il Notaio; il costruttore dovrebbe mettere di suo pugno data e luogo di emissione sull'assegno (contraffacendo il titolo )
    -Lei potrebbe intimargli di non incassarlo perchè privo di provvista (scusa studiata ad hoc) e se lo facesse Lei potrebbe ventilargli la possibilità di agire contro di Lui per danni
    Insomma una gran complicazione che potrebbe benissimo nascere (ricordiamoci che c'è in ballo una cifra di 30.000 euro)
    Tutto perchè il contratto di deposito fiduciario non è stato meditato come si doveva: supportato da titoli regolari (es assegni circolari o cambiali) e con le precise norme contrattuali e condivise che avrebbero dovuto regolare il comportamento del Notaio in funzione delle diverse fattispeci che si fossero eventualmente presentate
     
  6. bolognaprogramme

    bolognaprogramme Membro Assiduo

    Professionista
    Penso che dovrebbe mandare una raccomandata A.R. al costruttore e per conoscenza al Notaio e provare prima bonariamente a recedere.

    Se le cose si dovessero complicare, dovrebbe intervenire l'avvocato.

    Silvana
     
  7. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    Quando non si è del mestiere bisogna essere certi di non scrivere termini inopportuni. Spesso le persone scrivono in buona fede delle cose inesatte che si ritorcono contro. Quando si scrive ci si espone e bisogna fare attezione di non fornire tra le righe all'avversario pretesti strumentali. E' noto che un buon legale della controparte passa ai raggi "x" la lettera per radiografare se la stessa non contenga "surrettiziamente" ammissioni, inadempimenti, omissioni etc. -Già l'istante ha dato prova di ingenuità ; be forse non è il caso che si ripeta
     
  8. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Concordo al 1.000 x 1.000:applauso::applauso::daccordo:
     
  9. L'Esagono sas

    L'Esagono sas Nuovo Iscritto

    Secondo me le conviene rivolgersi immediatamente ad un legale perchè ci sono tutti i presupposti per un tentativo di truffa , quanti in questo cantiere sono nelle sue condizioni?
    Agisca in fretta !!!!!!!!
     
  10. bolognaprogramme

    bolognaprogramme Membro Assiduo

    Professionista
    Non è detto che sia una truffa.
    Ci sono problematiche cha a volte fanno ritardare i cantieri...

    Qualche anno fa, mi è successo che su un progetto già molto avanti - sul quale avevamo fatto le prenotazioni (63, non uno scherzo...) - la commissione per la Qualità edilizia e il Paesaggio rilevò che arrivando in paese per una certa strada (secondaria e neanche troppo trafficata), non si vedeva bene il campanile.... :???:, per cui il progetto ha dovuto essere rifatto da capo, con notevoli cambiamenti, e abbiamo avuto un ritardo di una anno.

    Nessuno ha rinunciato, ma è anche vero che li abbiamo tenuti al corrente e abbiamo cercato di modificare il meno possibile le tipologie interne...

    Magari questi signori hanno problemi analoghi e hanno il solo torto di non tenere al corrente i prenotatari :occhi_al_cielo:

    Silvana
     
  11. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    Hanno anche il torto di non aver fatto un serio preliminare (magari ai sensi della legge 122.05 ) laddove iscrivere le motivazioni straordinarie e DOCUMENTATE che possono ritardare le consegne (giorni piogia, scioperi etc.)
    Per cui confermo che quanto approntato schiva l'obbrobrio giuridico
     
  12. bolognaprogramme

    bolognaprogramme Membro Assiduo

    Professionista
    Sono d'accordo.

    C'è da dire che quella che loro hanno firmato è una prenotazione e che l'assegno NON è stato incassato: questo dovrebbe rendere più facile recedere.

    Silvana
     
  13. wdwall2

    wdwall2 Nuovo Iscritto

    Non so se puo' essere di aiuto per le vs. considerazioni:
    L'assegno ha data e luogo compilati.
    Sto contattando un avvocato.
    Se è di interesse posso aggiornare il thread con gli sviluppi della vicenda.
     
  14. bolognaprogramme

    bolognaprogramme Membro Assiduo

    Professionista
    Si, certo, ci interessa sempre sapere come vanno a finire le ...... disavventure immobiliari !:^^:

    In bocca al lupo
    Silvana
     
  15. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    Il termine "prenotazione" è un termine nel caso in spece non significativo ( semmai si volesse parlare di "prenotazione" , dovrebbe tradursi in una "lettera d'intenti" senza conseguenze giuridiche se non quelle previste per la mala o buona fede , condizione con cui bisogna sempre portare avanti una trattativa seppur non impegnativa ); esiste invece la proposta di acquisto (probabilmente irrevocabile ) che se accettata nei termini diviene contratto concluso ex art. 1326 e proprio perchè irrevocabile fino alla scadenza della proposta stessa non ci si puo' tirare indietro. (vedi art. 1329)

    Il luogo e la data dell'assegno è importante perchè da essi dipende se l'assegno è protestabile o meno. Se è spirato il termine e l'assegno non è protestabile si può tranquillamente dare ordine alla banca di non pagarlo senza conseguenza alcuna.
     
  16. bolognaprogramme

    bolognaprogramme Membro Assiduo

    Professionista
    Beh, per esempio nell'acquisto da cooperative, il primo atto che tu sottoscrivi è la "prenotazione", che poi, se va avanti, diventa "atto di assegnazione".

    Nel caso in oggetto, secondo me, è stata fatta una cosiddetta prenotazione perchè non era ancora stato rilasciato il Permesso di Costruire.
    Mi è capitato di farlo qualche anno fa, perchè non si era sicuri di quello che il Comune avrebbe approvato, però io nella prenotazione avevo anche inserito un termine, scaduto il quale il prenotatario decideva se andare avanti o recedere...
    Si tratta sempre di cercare di considerare tutte le possibili evenienze...
    Silvana
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina